dispositivi rigenerati

Dispositivi ricondizionati, quali è meglio evitare

Per risparmiare sull'acquisto di un dispositivo elettronico in molti si affidano a device ricondizionati, ma la truffa è dietro l'angolo. Ecco quali smartphone, stampanti e televisori evitare
Dispositivi ricondizionati, quali è meglio evitare FASTWEB S.p.A.

La maggior parte dei dispositivi elettronici top di gamma appena usciti hanno un costo impossibile da sostenere per la maggior parte delle persone. Basti pensare all'iPhone, al Galaxy S e Note di Samsung, alla serie G di LG e alla serie P di Huawei. Ma lo stesso discorso lo si può fare per i computer MacBook o per i televisori che integrano le ultime tecnologie. Se una persona non può permettersi uno di questi device, è obbligata a scegliere un dispositivo con caratteristiche inferiori, o acquistarne uno ricondizionato. Il mercato dei dispositivi ricondizionati in Italia ancora non esprime le potenzialità che potrebbe avere, anche a causa di una scarsa conoscenza da parte delle persone.

Con l'aggettivo ricondizionato o rigenerato ci si riferisce a quei dispositivi che dopo essere stati acquistati dalle persone, vengono rimandati indietro perché hanno qualche difetto o non soddisfanno le richieste dell'acquirente. Una volta che tornano nei centri specializzati, i dispositivi vengono sottoposti a un check-up completo e nel caso in cui ce ne sia bisogno viene sostituito il pezzo rotto e fatto l'aggiornamento del software. Completata questa fase, i device vengono rimessi sul mercato a un prezzo inferiore rispetto al loro reale valore. Smartphone ricondizionati costano meno rispetto allo stesso modello nuovo.

Un'azienda che porta avanti la politica di smartphone rigenerati è Apple, che mette in offerta sul sito ufficiale iPhone ricondizionati praticamente nuovi e con una garanzia estesa di sei o dodici mesi. Oltre agli smartphone, è possibile trovare anche MacBook e iPad. Ma prima di acquistare un dispositivo rigenerato è necessario fare attenzione a cosa si sta comprando. Alcune volte vengono venduti dei dispositivi appena usciti con uno sconto di 200-300 euro con la "scusa" che sono rigenerati: nella maggior parte dei casi si tratta di una truffa. Ci sono dei dispositivi ricondizionati che è meglio evitare, per essere sicuri di non cadere nella trappola di un truffatore: ecco quali sono.

Hard disk

 

hard disk rigenerati

 

Un dispositivo che sicuramente non deve essere acquistato rigenerato è l'hard disk. Se un disco rigido viene rimandato indietro, nella maggior parte dei casi ha un problema e anche se viene sistemato, non funzionerà mai al massimo delle possibilità. Anche se viene effetutato il reso dell'hard disk, vuol dire che comunque è stato utilizzato da qualcuno e che è impossibile farlo tornare alle condizioni originarie. Inoltre, il prezzo di un hard disk nuovo è talmente basso che non conviene spendere inutilmente dei soldi per un dispositivo ricondizionato.

Smartphone

 

smartphone rigenerati

 

Ci si può fidare di acquistare uno smartphone ricondizionato? Dipende. Prima di acquistare uno smartphone rigenerato è necessario informarsi su alcune caratteristiche. In primis: la batteria è rimovibile? I telefonini usciti nell'ultimo anno, nella maggior parte dei casi, non permettono di rimuovere la batteria e quindi, anche se rigenerati, presentano gli stessi componenti hardware che sono stati già utilizzati dal vecchio possessore. Questo vuol dire che la longevità dello smartphone è inferiore rispetto a un dispositivo nuovo e tutto quello che si risparmierà lo si dovrà spendere a breve per acquistare un nuovo cellulare. Si potrà sempre cambiare la batteria manualmente, ma con il rischio di rompere il device e di perdere la garanzia.

Inoltre, se si trovano delle offerte online con smartphone ricondizionati a un prezzo inferiore rispetto al loro reale valore, bisognerà fare molta attenzione, potrebbe trattarsi di una truffa.

Lo stesso discorso fatto per gli smartphone vale anche per i tablet: se la batteria non è rimovibile, non è conveniente acquistarne uno rigenerato.

Stampanti

 

stampanti ricondizionati

 

Le stampanti rappresentano probabilmente il miglior affare tra i dispositivi rigenerati. Ma anche in questo caso è necessario fare molta attenzione, soprattutto nel caso in cui la periferica ha qualche anno sulle spalle. Prima di acquistare una stampante ricondizionata, bisognerà controllare se le cartucce o il toner sono stati sostituiti direttamente dall'azienda produttrici. Lo stesso discorso vale nel caso in cui la stampante era stata mandata indietro per qualche difetto tecnico: bisognerà assicurarsi che la riparazione sia stata effettuata da un centro specializzato e con l'assenso dell'azienda che l'ha prodotta.

Televisori

Se decidiamo di acquistare un televisore ricondizionato, bisognerà informarsi sulla garanzia. In alcuni casi i televisori rigenerati sono garantiti solamente per 90 giorni, un periodo troppo breve per avere la sicurezza che il dispositivo funzioni correttamente. Inoltre, prima di acquistarlo, è necessario verificare anche le condizioni del televisore. A causa delle spedizioni e dell'imballaggio, in alcuni casi il dispositivo si rovina durante gli spostamenti, diventando praticamente inutilizzabile. Se si vuole risparmiare sull'acquisto di un televisore, è preferibile aspettare le offerte natalizie, o eventi come il Black Friday.

Copyright © CULTUR-E
Condividi
Ebook
Sicurezza in Rete: ne sai abbastanza?
Strumenti utili, suggerimenti pratici e tutto quello che devi assolutamente sapere per proteggere davvero i tuoi dispositivi e i tuoi dati personali quando sei connesso
scarica l'ebook

Iscriviti alla
newsletter del
Digital Magazine di
Fastweb

Riceverai ogni settimana le notizie più interessanti sul mondo della tecnologia!
Iscriviti

Grazie per esserti iscritto!

Abbiamo inviato una mail all'indirizzo che hai indicato: per completare l'iscrizione alla newsletter del Digital Magazine di FASTWEB clicca sul link all'interno della mail