Secondo una recente indagine pubblicata da Borrell Associates, il giro d'affari globale del SEO raggiungerà gli 80 miliardi di dollari nel 2020 e un'indagine condotta da AudienceBloom su 357 marketing executive mette in evidenza come ben 9 aziende su 10 aumenteranno o manterranno costanti le risorse dedicate al SEO nei prossimi 3 anni. Una tendenza rafforzata dalla continua espansione del Web: più utenti (anche dai Paesi emergenti) più ricerche, più strumenti a disposizione del mercato (e a costi sempre più accessibili) contribuiscono a moltiplicare le occasioni d'uso e, quindi, la necessità di ottimizzare i contenuti. Senza contare che l'introduzione di nuove forme ed esperienze di connettività (per esempio dagli abitacoli dei veicoli autonomi in marcia), dilateranno il tempo che le persone dedicano alla navigazione. La graduale perdita di rilevanza dei banner e dei tradizionali formati pubblicitari online spinge i responsabili marketing a fare sempre più affidamento su strategie che tengano conto della pratica SEO, che da vademecum per l'impostazione dei testi è diventato un vero e proprio modo di approcciare lo sviluppo di quanto viene pubblicato nel web. Ecco una carrellata di quelli che sono i più noti strumenti gratuiti che vi potranno aiutare a far slittare le vostre pagine web in cima alla prima pagina dei risultati di Google e motori di ricerca affini.

Google Analytics

È la Bibbia dei web marketer e dei SEO specialist. Fornisce statistiche sugli accessi ai siti web da una console centralizzata, offrendo accesso a una miriade di informazioni dettagliate sul traffico, il comportamento degli utenti, i tassi di conversione? Insomma si tratta di uno degli strumenti più utili per misurare l'efficacia di una campagna di web marketing o la popolarità di un pagina web.

 

Google Search Console

Google Search Console, da utilizzare in modo complementare rispetto a Google Analytics, fornisce indicazioni sull'indicizzazione dei siti da parte di Google e offre consigli sull'ottimizzazione SEO delle proprie pagine web a livello di tag tigle, meta descrizioni...

Google Trends

Permette di analizzare l'andamento delle ricerche compiute su Google nel tempo. Quali sono i termini e gli argomenti più ricercati sul web? Google Trends compara i diversi termini mostrando a livello grafico qual è quello più ricercato sul web in un dato momento, in un certo paese.

BuzzSumo

Permette di capire quali sono gli argomenti e i contenuti più popolari sul web, oltre a scovare quali sono gli influencer che possono aiutare a sostenere le proprie strategie di posizionamento online.

SEMRush

Consente di analizzare i volumi di traffico, verificare l'andamento delle keyword e studiare le performance dei siti concorrenti.

 

Seotestonline
Si tratta di un tool "Made in Italy", piuttosto intuitivo e facile da usare per misurare la popolarità del proprio sito web e quella dei concorrenti: sulla base della valutazione del lavoro di ottimizzazione SEO, il tool online assegna un punteggio espresso in centesimi e indica le aree su cui è preferibile intervenire per migliorare il proprio ranking.

Technorati

È un motore di ricerca che permette di comprendere la popolarità di un blog o di un sito web.

SERP Rank Checker

Si tratta di uno strumento gratuito che permette di monitorare il posizionamento del proprio sito rispetto a una certa keyword o una frase chiave.

Twitter Counter

Molto utile per controllare l'andamento di un account su Twitter, fornisce statistiche sul numero di follower e il loro andamento nel tempo.

Keyword Tool di AdWords (Keyword Planner)

Permette di scoprire quali sono le parole che è meglio usare per il proprio sito web e compiere indagini sulla base delle keyword cercate su Google. Mostra quanta domanda esiste per una certa parola chiave (keyword) o per una certa frase chiave (keyphrase). Si potrà, quindi, giocare sulle parole chiave più pertinenti con cui ottenere una buona visibilità sui motori di ricerca ed essere trovati con più facilità.

 

7 aprile 2017