Attirare sul sito web aziendale i navigatori del web (e, chissà, forse anche prospect) lavorando bene sul posizionamento "in cima" ai motori di ricerca è l'obiettivo di molti marketing manager, SEO specialist e, in generale dei digital strategist. Ma siete proprio sicuri di essere in grado di fare del buon SEO? Come molti digital media editor sanno, essere in cima ai link che Google indica sulla base di una keyword permette di guadagnare una buona porzione di traffico aggiuntivo. Finire in seconda pagina sui motori di ricerca equivale, spesso, a essere ignorati, perché chi cerca un'informazione sovente si ferma ai risultati principali e non va oltre. Ecco una piccola guida su come si scrivono copy e contenuti web nell'ottica di un buon posizionamento SEO.

1) Fatevi "trovare"

I web surfer non devono impegnarsi troppo a cercare i contenuti che gli interessano mentre scorrono una pagina. Lo scopo di un buon SEO specialist è di far trovare ai visitatori quello che cercano semplicemente attraverso le keyword e non attraverso la digitazione di frasi più o meno complesse sui motori di ricerca.

2) Scrivete titoli che attirino l'attenzione

Quando sfogliamo una rivista o un quotidiano, non leggiamo tutte le parole di tutti gli articoli ma ci focalizziamo su quelli che attirano la nostra attenzione. Come? Ovvio, dal titolo. Il titolo, quindi, deve essere accattivante, deve colpire e attirare l'attenzione. L'offerta di contenuti sui siti web e ampia e catturare l'attenzione dei web surfer non è facile. Un titolo d'impatto è sicuramente un buon punto di partenza per "invitare" il navigatore del web curioso a visitare la nostra pagina web.

3) Non fate i furbi

Non fate preamboli che non c'entrano nulla con quel che volete comunicare solo per attirare l'attenzione dei visitatori. Prediligete, piuttosto, messaggi semplici, diretti e coincisi, che vadano dritto al cuore del tema che volete divulgare, del prodotto o della soluzione che volete far conoscere.

4) Puntate sulle keyword

L'obiettivo delle keyword è di agganciare e coinvolgere il visitatore nel momento in cui scorre la vostra pagina web.

5) Utilizzate i "bullet point" per riordinare le informazioni

Gli elenchi puntati funzionano sempre. Servono per mettere bene in evidenza i concetti principali e per dare un ordine sensato ai messaggi che volete trasmettere. Ovviamente, gli elenchi più corti sono anche quelli più incisivi.

6) Mettete bene in evidenza quel che è importante per il visitatore

Se il visitatore del vostro sito deve scorrere tutta una serie di copy per trovare le informazioni per lui importanti, ovviamente si stancherà in fretta e si dirigerà altrove, per non far mai più ritorno. Meglio, quindi, mettere ben in evidenza in testa alla pagina i messaggi chiave.

7) Esponete un'idea alla volta

Indicate una sola idea, un solo principio, un unico messaggio all'interno di ciascuna frase, paragrafo o sezione.

8) Spezzettate le informazioni

Suddividete le informazioni in piccole frasi, che risulteranno più facilmente leggibili e comprensibili dal vostro target.

9) Date valore a ciascuna parola

Non state scrivendo un romanzo. Sulle pagine web ogni parola si deve guadagnare il suo spazio. Ecco perché dovrete sempre ridurre la lunghezza dei copy al minimo. Mai dilungarsi, per non tediare il visitatore.

10) Siate coincisi

Dite sempre (e chiaramente) a chi visita la vostra pagina web cosa vuole sentirsi dire, eliminando i "fronzoli", ovvero i giri di parole, gli esempi e, in generale, tutto il superfluo.

Buon copy!

 

9 gennaio 2017