L'onda lunga della digital transformation sta investendo tutte le aziende, dalle grandi multinazionali alle PMI, almeno a giudicare dagli investimenti ICT.

La spesa globale in tecnologie per la digital transformation, infatti, è destinata a superare i 2.100 miliardi di dollari nel 2019, arrivando a pesare per il 52% sul totale della spesa informatica. A sostenerlo è l'analista IDC, che fa luce anche sul crescente ricorso al cloud, utile fondamenta alle nuove strategie digitali. Entro la fine di quest'anno, infatti, oltre due terzi delle aziende europee avranno implementato almeno una soluzione cloud, secondo l'azienda americana. Per il 2019, il peso della voce cloud sul totale della spesa in IT infrastrutturale raggiungerà il 48,7% (era poco più del 36% lo scorso anno).

L'Europa è la geografia che più sembra credere nelle potenzialità della nuvola a servizio della trasformazione digitale: i dati IDC ci dicono che nel primo trimestre del 2016 nell'area EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) la spesa in soluzioni di cloud infrastrutturale ha fatto registrare un +17,6% rispetto all'ultimo quarter del 2015 (il resto del mondo si è limitato a un incremento del 3,9%). A piacere è, soprattutto, la componente pubblica della nuvola.

Nel 2019, infatti, il 22,2% della spesa in software commerciale (era il 12,6% nel 2015) deriverà dai cloud pubblici nelle due componenti SaaS (Software as a Service – che rappresenta la voce di spesa più grande) e PaaS (Platform as a Service, quella che cresce a ritmi più sostenuti – quasi il 28% di crescita media annua composta nel quinquennio 2015/2020).

La stessa società ha valutato in 12,5 miliardi di dollari il turnover mondiale per il 2015 delle tecnologie e dei servizi di public IaaS destinato a triplicare nei prossimi anni, raggiungendo i 43,6 miliardi nel 2020.

5 agosto 2016