Per essere vincenti le strategie di e-mail marketing e social media marketing devono ricorrere a call to action efficaci. Ma che cosa è una call to action? Si tratta di una strategia di comunicazione finalizzata ad attirare l'attenzione di un potenziale lettore che sta guardando la pagina di un sito, una e-mail, una vetrina o un poster. Solitamente, è una breve frase che ha l'obiettivo di spingere l'utente a compiere una determinata azione, tipo iscriversi a una newsletter, scaricare un contenuto o contattare un call center.

Secondo i dati dell'Osservatorio Mobile B2C Strategy del Politecnico di Milano il volume di messaggi inviati dalle aziende ai propri database clienti cresce di anno in anno: +13% quest'anno rispetto al 2015. Dunque la prima cosa da fare è attirare l'attenzione. L'ingaggio è il passo successivo.

Nell'era multicanale non esiste una superficie di comunicazione in cui non ci possa essere spazio per una call to action. Il suo baricentro è una frase il più possibile concisa, che può essere inserita nell'oggetto di una e-mail, su un bottone all'interno di un sito o in un post social. Molti provider di posta elettronica, infatti, visualizzano un numero abbastanza limitato di caratteri per l'oggetto della e-mail, numero che si restringe ulteriormente nel caso di visualizzazione da smartphone o tablet. Viene da sé la necessità di strutturare oggetti brevi, ma non per questo incompleti. Dopo aver analizzato 267 milioni di e-mail, i ricercatori di Retention Science hanno decretato che l'oggetto perfetto non dovrebbe mai superare le dieci parole.

Dello stesso avviso è MailUp, che nell'Osservatorio 2016 fa notare come la maggior parte delle e-mail analizzate abbia un oggetto di 40/60 battute e segni, però, un tasso di apertura più basso (meno del 7%) rispetto ai casi virtuosi in cui l'oggetto non va oltre le 20 battute (in questo caso, il tasso di apertura in media è del 15%).

Bottoni e dem

Ma una buona call to action è anche la base per una strategia di marketing efficace operata attraverso i classici strumenti web come bottoni e dem. Nel caso del bottone su un sito web è necessario progettare un'area di attenzione speciale, in un punto speciale della pagina, con colori, forme e immagini che rafforzino il richiamo e l'ingaggio. Si possono usare modi e stili diversi, ma essere assertivi è la formula vincente. I toni provocatori, negativi, elusivi o illusivi colpiscono, infatti, un'audience estremamente più ridotta.

Le frasi che funzionano di più sono ormai sono standardizzate. Qualche esempio? 

  • Clicca qui!
  • Visita questo sito!
  • Scopri di più in questo documento
  • Iscriviti alla newsletter
  • Scarica il buono sconto
  • Prenota subito la tua consulenza gratuita
  • Chiamaci per saperne di più

 

15 febbraio 2017