La creatività è diventata un’importante tendenza in tutto il mondo negli ultimi decenni, e ancora di più la creatività digitale. Tutti la vogliono: i datori di lavoro la ricercano e i dipendenti fanno di tutto per aumentare la propria.

Le persone che si definiscono creative riescono ad avere maggiore successo e arrivano a guadagnare fino al 17% in più rispetto a coloro i quali non si considerano creativi. Spieghiamo meglio questo concetto, che sembra così sfuggevole a molti.

Una definizione di creatività è l’abilità di utilizzare la propria immaginazione e sviluppare idee originali.

Essere creativi richiede una certa abilità nel trascendere le prospettive tradizionali e riconsiderare le cose e le situazioni in modo nuovo, diverso rispetto al solito.

Secondo studi recenti esiste un importante collegamento tra l’attività fisica e la creatività. Può esser capitato molte volte di voler andare a fare una passeggiata per schiarirsi le idee dopo essere rimasti inchiodati su un passaggio, incapaci di andare avanti e trovare una soluzione.

Oppure di trovare una soluzione brillante mentre si stava facendo una corsa. Questo succede perché spesso dopo aver fatto dello sport si percepisce la mente come più lucida, più rilassata.

È risaputo che l’attività fisica è associata ad un cervello più sano per una lunga serie di motivi. Prima di tutto, l’esercizio fisico migliora l’umore e aumenta la memoria. Alcuni studi hanno mostrato che aiuta anche ad affinare le nostre capacità di problemsolving e di pensiero critico.

Un collegamento chiaro e diretto tra esercizio e creatività è stato difficile da provare. Da un lato, bisogna tener conto che il concetto di creatività è astratto e difficile da quantificare, dall’altro è faticoso capire quanto l’attività fisica può migliorare la creatività da sola, senza prendere in considerazione altri effetti che può avere sul cervello.

Se guardiamo la faccenda da un punto di vista neurologico, i neuroscienziati hanno collegato il concetto di creatività a tre importanti funzioni del cervello. E per aumentare la creatività, si ha bisogno di migliorare ognuna di queste tre aree: focalizzare l’attenzione, immaginare e attingere alle esperienze passate. Gli individui che possiedono elevate capacità in queste tre aree tendono ad essere più creativi.

L’importanza dello sport nel processo creativo

sport creatività

Nel corso degli ultimi decenni, i ricercatori hanno tentato di definire meglio il collegamento che sembra scaturire tra esercizio e creatività. Nel 2012, un gruppo di scienziati ha condotto un semplice esperimento su un campione di partecipanti, divisi in due gruppi.

Al primo è stato chiesto di muovere le braccia in modo libero e fluido, al secondo di muoversi invece in maniera rigida. Dopo è stato chiesto ad entrambi di fare delle attività creative. I risultati sono stati chiari: i componenti del primo gruppo erano più creativi e aperti a nuove idee.

Nel 2014, un’altra ricerca ha mostrato come anche il semplice camminare potesse aumentare la creatività. I soggetti di questo studio dovevano rispondere a degli stimoli creativi, alcuni dopo aver camminato su un tapis roulant, altri dopo essere stati seduti.

Chi si era messo in moto ha dimostrato di avere maggiore creatività nel dare le risposte rispetto agli altri.

La scienza è ancora lontana dal capire perché e in che modo l’esercizio fisico aumenti la creatività, ma il legame tra le due aree è molto chiaro.

Più recentemente, un gruppo di ricercatori austriaci ha creato un esperimento che ha tentato di andare più a fondo nella questione. Nel loro studio hanno tracciato i movimenti di 79 partecipanti adulti per un periodo di cinque giorni. Dopo hanno testato il loro livello di creatività chiedendogli come avrebbero potuto utilizzare oggetti quotidiani in modo fantasioso.

Proprio come negli studi precedenti, gli individui che avevano sperimentato alti livelli di attività fisica hanno riportato anche un punteggio maggiore dei test della creatività. In questo caso è interessante che gli scienziati abbiano preso in considerazione anche un altro elemento, ovvero l’umore dei soggetti.

Se da un lato ci sono evidenze che l’attività fisica aumenti la creatività, non ci sono stati suggerimenti che hanno portato a pensare che l’esercizio fisico sia collegato anche ad una maggiore felicità.

Consigli pratici per migliorare la creatività con lo sport

sport creatività

Tutte le evidenze scientifiche dimostrano quindi che esiste una stretta correlazione tra attività fisica e processo creativo. Vediamo esattamente come si può aumentare la propria creatività tramite lo sport. L’assunto iniziale è che l’esercizio fisico, in particolar modo l’attività aerobica, regala al cervello una quantità maggiore di ossigeno e nutrienti.

Ma non è tutto: l’attività fisica può avere il potere di modificare la struttura stessa del cervello. Anche se a molti può sembrare difficile, tutti potenzialmente possono aumentare creatività ed immaginazione attraverso lo sport. Basta dedicare anche un piccolo spazio di 20 minuti nell’arco di una giornata per creare una routine settimanale di attività fisica per dare una spinta di energia alla propria creatività.

Ogni inviduo è diverso e non esistono risultati uguali per tutti, ma è dimostrato che l'attività fisica aiuta.

Inserire nella propria routine quotidiana una passeggiata, un giro in bicicletta, una corsa o una camminata veloce, che siano fatte all’aria aperta, sul tapisroulant o la cyclette in casa, possono aiutare a scaricare l’ansia e lo stress accumulati e a performare meglio le attività creative.

Per saperne di più: Cos’è la creatività digitale e come svilupparla

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb