Nella sempre più serrata guerra tra le diverse piattaforme, YouTube e TikTok stanno cercando di ottenere il primato sui video brevi

L’ultimo passo viene proprio dall’applicazione di streaming video di Big G, che ha deciso di dare ancora più importanza ai suoi video brevi, gli Shorts. Per far questo, ha preso in prestito una delle caratteristiche dei video di TikTok, ossia la filigrana.

La filigrana: la novità di YouTube Shorts

La società di Big G lancerà una serie di filigrane per i contenuti Shorts scaricabili dal suo hub Studio. La nuova funzionalità sarà disponibile su desktop nel corso delle prossime settimane, mentre per il mobile gli utenti dovranno aspettare qualche mese.

La decisione è avvenuta poco dopo aver chiesto ai creator di non utilizzare contenuti già pubblicati su altre piattaforme, ma di caricarli dopo aver editato nuovamente il video, nel tentativo di condividere un contenuto che fosse il più originale possibile.

In questo modo la piattaforma ha cercato di diminuire la visibilità che YouTube stesso stava dando ai suoi concorrenti.

La battaglia dei video tra YouTube, TikTok e Instagram

TikTok ha dominato i video in formato breve negli ultimi anni, costringendo la concorrenza ad adattarsi. Instagram e YouTube hanno cercato entrambi di creare funzionalità e opportunità simili, rispettivamente coi Reels e gli Shorts. L’impatto che il servizio ha avuto è innegabile, soprattutto quando i video vengono pubblicati in modo incrociato su altre piattaforme.

A differenza degli altri social media, TikTok permette ai propri utenti di scaricare il video e condividerlo privatamente per messaggio o su altre piattaforme.

Questi video sono spesso contrassegnati da un logo TikTok. Considerato l’alto grado di viralità di questi filmati brevi, non è raro trovare video con filigrana su altre piattaforme, per esempio tra i Reels di Instagram o gli Shorts di YouTube

Anche se questo fenomeno è un’ottima fonte di informazione per il pubblico perché può godersi i contenuti di un altro servizio, la filigrana si è trasformata in un punto dolente per le piattaforme in questione. Basta pensare che Instagram è arrivato ad implementare un algoritmo capace di riconoscere i video con filigrana in modo da non promuoverli all’interno della piattaforma.

Inserendo una filigrana, YouTube spera che i suoi contenuti Shorts aumentino la possibilità che gli utenti prendano in considerazione anche questa piattaforma per i propri video brevi da condividere anche altrove.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb