I mercati sono diventati sempre più competitivi e le aziende hanno dovuto elaborare nuove strategie per incrementare le vendite e i profitti. Hanno iniziato ad utilizzare nuovi canali di comunicazione e gli strumenti digitali per poter inviare messaggi al proprio pubblico, sviluppare una strategia di digital marketing e avviare campagne pubblicitarie su diverse piattaforme. 

Per rispondere ai nuovi stimoli e cogliere le nuove opportunità, le aziende hanno introdotto nuove figure professionali o si sono affidati ad esperti, collaboratori o agenzie esterne per poter rafforzare la propria presenza online. Tanti sono i software, le applicazioni e i tool nati per rispondere alle esigenze. Tra questi vi è HubSpot, una piattaforma ricca di funzionalità.

  • 1. Hubspot: che cos’è
    Hubspot: che cos’è

    Hubspot è una piattaforma preziosa, che consente un grande risparmio di tempo e di risorse. Racchiude in un unico ambiente virtuale tutto ciò di cui i professionisti hanno bisogno per poter sviluppare digital marketing strategy più o meno complesse e raggiungere obiettivi di business.

    È un software di marketing automation dalle numerose funzionalità, utilizzato soprattutto nei mercati B2B. È stato sviluppato negli Stati Uniti d’America nel 2006 ed è nato da un’idea di Brian Halligan and Dharmesh Shah. Convinti che gli utenti del web non volessero essere interrotti mentre usufruivano dei contenuti online da pubblicità e inserzioni, hanno pensato ad una piattaforma completa per l’inbound marketing.

    Permette di incrementare le relazioni con i clienti, fare social media marketing, content management, lead generation, analisi dei risultati, gestione delle e-mail e delle newsletter e ottimizzazione per i motori di ricerca. 

    Hubspot può essere utilizzato sia da desktop che scaricando un’applicazione disponibile per dispositivi mobili con sistema operativo Android e iOS. Richiede la sottoscrizione di un abbonamento. Si può scegliere tra diversi tipi di piani, a seconda delle proprie esigenze, a partire da una somma pari a 41 euro al mese.

  • 2. Hubspot: come accedere all’applicazione
    Hubspot: come accedere all’applicazione

    Hubspot è un software completo, che mette a disposizione degli utenti un gran numero di tool per gestire le strategie di marketing sotto ogni aspetto. Viene spesso utilizzato da desktop, ma è stata sviluppata un’applicazione che consente la gestione delle funzionalità in ogni momento e in ogni luogo. Attraverso l’app i responsabili dei progetti possono intervenire con rapidità, apportare modifiche o avviare tutte le attività che ritengono opportune.

    Innanzitutto, occorre scaricare l’applicazione da Google Play Store per i dispositivi Android o dall’App Store se si possiede un device con sistema operativo iOS. Una volta effettuato il download si può procedere all’accesso o alla registrazione di un account.

    Ci si può registrare con il proprio profilo Google, con l’Apple ID o creare un account gratuito, inserendo nome, cognome e indirizzo e-mail. Sarà necessario indicare il settore di appartenenza, il proprio ruolo sul posto di lavoro, il nome della società, il numero di persone che lavorano nell’azienda, l’indirizzo del sito web dell’azienda. 

    Seguendo la procedura guida si creerà il proprio account, si potrà selezionare il piano di abbonamento desiderato e si potrà accedere a tutte le funzionalità.

  • 3. Hubspot: cosa si può fare
    Hubspot: cosa si può fare

    Hubspot permette di gestire gli annunci. Si possono collegare gli account Facebook Ads, Google Ads e LinkedIn Ads e creare e monitorare le campagne pubblicitarie. Sono supportati la maggior parte degli annunci Google, Facebook, Instagram e Linkedin. È possibile mettere in pausa le inserzioni già attive e ottenere tutti i dati e le metriche necessarie per valutare la propria attività e comprendere se c’è la necessità di intervenire per modificare la propria strategia.

    Con Hubspot si possono gestire le attività di e-mail marketing, creare delle newsletter, inviarle ad una lista di contatti. Dopo aver pubblicato e inviato i contenuti, è possibile accedere alla dashboard delle email e monitorare le performance, analizzare i tassi di consegna e il coinvolgimento.

    Sulla piattaforma si possono creare dei contenuti e allegare immagini, file ed elementi multimediali. Questi vengono caricati direttamente su Hubspot e possono essere organizzati, modificati, eliminati o inviati ad altri utenti sotto forma di link.

    Si possono generare dei moduli, per raccogliere informazioni importanti sul proprio pubblico e aggiungerle a delle pagine esterne. Si possono utilizzare dei modelli vuoti o quelli predefiniti per velocizzare e semplificare la realizzazione. 

    Hubspot concede di collegare i propri account sui social network alla piattaforma per poter creare e pubblicare nuovi post e ottenere informazioni sulle loro performance. Il numero di profili che si possono associare dipende dal piano di abbonamento prescelto. 

    Hubspot è compatibile con Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin e YouTube.

    La piattaforma consente di pubblicare, modificare ed eliminare contenuti sui blog, creare delle call to action, gestire URL e domini, creare delle landing page efficaci per la raccolta di contatti qualificati, analizzare le prestazioni per ogni singola pagina, ottenere suggerimenti SEO e capire gli errori di crawling SEO.

    Estremamente utili sono gli strumenti di vendita, che permettono di creare e monitorare gli obiettivi di fatturato e di fare previsioni sui profitti ottenibili. Per una migliore organizzazione del lavoro, Hubspot permette agli utenti di effettuare chiamate, organizzare riunioni, condividere documenti, manuali, preventivi e tanto altro ancora.

    Per saperne di piùPerchè utilizzare le app nella strategia del Marketing Digitale

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb