login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo
ACCEDI CON MYFASTWEB

mostra
Non sei registrato? Crea un account
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.
Torna alla form di Login
Non sei registrato? Crea un account

Perché non potrai vedere più Netflix sul tuo iPhone

Ascolta l'articolo

Netflix sta indirizzando gli utenti che guardano la piattaforma su un dispositivo iOS sul proprio sito web per completare l’iscrizione: ecco cosa sapere

app di netflix su iphone apple

A partire dal 2022 Apple ha iniziato a consentire alle app reader di fornire collegamenti esterni ai clienti in modo tale che possano accedere e pagare un abbonamento dall’esterno dell’App Store. Ora Netflix sta implementando un’opzione nella sua app iOS che indirizza gli utenti al suo sito web per completare un nuovo abbonamento alla piattaforma.

Come notato da più utenti e confermato anche da 9to5Mac , il sito web specializzato in novità targate Apple, l'app Netflix ora utilizza la nuova API iOS per le app di lettura. Questo vuol dire che l’utente viene indirizzato ad un sito web esterno prima di effettuare un abbonamento. Non è chiaro quando esattamente Netflix abbia iniziato a implementare questa opzione per gli utenti iPhone e iPad, ma in base ai rapporti, il lancio ora sembra essere mondiale.

Netflix contro le commissioni di Apple

Quando si tocca il pulsante di iscrizione, compare un messaggio che avvisa l’utente che sta per uscire dall'app ed entrare su un sito web esterno.

L'applicazione avvisa inoltre che la transazione non sarà più responsabilità di Apple e che tutta la gestione degli abbonamenti deve necessariamente essere eseguita sulla piattaforma di Netflix.

Toccando il pulsante Continua si accede al sito web della piattaforma di streaming. Qui è possibile inserire i propri dati personali, scegliere un metodo di pagamento e abbonarsi a un piano Netflix. Questo consente all’azienda statunitense di non pagare la commissione del 30% per ogni abbonamento effettuato all'interno delle app iOS, che viene ridotta al 15% per gli abbonamenti ricorrenti dopo un anno.

Bisogna inoltre sottolineare che tutte le applicazioni che offrono come funzionalità principale contenuti digitali sono considerate da Apple come app di lettura. Di questa categoria fanno parte le app che offrono per esempio riviste, giornali, libri, musica, video o audio.

Il cambio di rotta di Apple per gli abbonamenti

Nonostante questo recente aggiornamento, bisogna ricordare che Netflix aveva abbandonato gli abbonamenti in-app molto tempo fa. Nel 2018, la società aveva rilasciato un aggiornamento della sua app iOS che prevedeva la rimozione dell'opzione che consentiva agli utenti di abbonarsi a Netflix direttamente dalla sua app ufficiale per iPhone e iPad. Non sorprende che Apple abbia cercato di impedire a Netflix di reindirizzare gli utenti iOS per abbonarsi a un piano della piattaforma di streaming.

A causa delle recenti indagini antitrust, Apple ha finalmente consentito ad alcune tipologie di app di offrire metodi di abbonamento alternativi al di fuori dell'App Store senza dover pagare una commissione all'azienda. Più recentemente, Apple è stata anche costretta a permettere che le app dell'App Store fornissero metodi di pagamento di terze parti in alcuni paesi come i Paesi Bassi e la Corea del Sud.

A cura di Cultur-e
Anche Fastweb Plus ha il suo canale Whatsapp
Immagine principale del blocco
Anche Fastweb Plus ha il suo canale Whatsapp
Fda gratis svg
Seguici gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati. Leggi l'informativa