Poco dopo aver esteso gli annunci su Instagram Reels a tutte le regioni nel 2021, Meta ha annunciato l’avvio del programma Reels Play Bonus. Il programma aveva lo scopo di incentivare i creatori a realizzare Reels sulla piattaforma in cambio di una bella ricompensa che andava dai 600 ai 35000 dollari.

Tuttavia, secondo quanto riferito, la società ha ridotto i tassi di pagamento negli ultimi tempi e i creator non sono molto contenti della novità.

Secondo un recente rapporto del Financial Times, diversi creator iscritti al programma affermano che Instagram ha ridotto i pagamenti di Reels fino al 70% per visualizzazione nelle ultime settimane. L’azienda, nello stesso momento, ha anche alzato la soglia per poter ricevere un pagamento: ora risulta essere più di dieci volte superiore a prima.

Un creator che all’inizio riusciva a ricevere fino a 35.000 dollari per aver raggiunto 58 milioni di visualizzazioni afferma che Instagram ora richiede 359 milioni di visualizzazioni per lo stesso importo.

La piattaforma di social network non ha fornito alcuna informazione ufficiale sul pagamento rivisto e non ha avvisato i creator di questo cambiamento.

Inoltre, i creator dichiarano anche di aver notato un significativo calo del coinvolgimento sui Reels nell’ultimo mese. Al contrario, sembrerebbe che l’algoritmo di Instagram abbia favorito i caroselli di immagini.

La risposta di Meta agli attacchi dei creator

ragazza crea un breve video per i social

Un portavoce di Meta ha risposto in un’intervista al Financial Times in merito alle numerose richieste di chiarimenti. Ha spiegato che la società sta “attualmente testando Reels Play su Instagram e Facebook, il che significa che i pagamenti dei bonus potrebbero fluttuare mentre l’azienda perfeziona i propri modelli di prezzo”.

Aggiunge inoltre che l’obiettivo di Meta è “garantire che i migliori contenuti vengano premiati su tutte le piattaforme di Meta”.

Instagram ha introdotto il programma Reels Play bonus per premiare i creator che decidono di non ricorrere al competitor TikTok per creare video, ma che optano per l’utilizzo dei Reels.

Ora che Instagram sta riducendo i pagamenti, i creator potrebbero tornare alla piattaforma di TikTok o scegliere altre alternative come YouTube Shorts o Snapchat.

Bisogna notare che TikTok, YouTube Shorts e Snapchat offrono anche incentivi finanziari simili per mantenere i creator sulle rispettive piattaforme.

Questo sarebbe un motivo in più per i creator di traslocare la loro attività su un’altra piattaforma e ottenere comunque un guadagno economico. Bisogna però tenere conto che le tariffe di pagamento variano da piattaforma a piattaforma.

Per saperne di più: Cos'è e come funziona il Social Media Marketing

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb