Instagram può essere una fantastica vetrina per le aziende, se si riescono a sfruttare al meglio tutte le sue funzionalità. Dai post ai sondaggi e alle Stories, tutte le opzioni per interagire con i propri clienti o potenziali tali è un’occasione che va sfruttata.

Non sono da meno le Storie, che permettono di parlare ininterrottamente direttamente al cliente, grazie alla possibilità di caricarne diverse perché dureranno soltanto 24 ore prima di sparire dal social network.

L’obiettivo nel social media marketing è sempre lo stesso: migliorare l’engagement con i follower e aumentare le interazioni.

Un modo efficace per migliorare l’engagement del proprio pubblico con le Storie è utilizzare gli sticker in modo appropriato: ecco alcuni suggerimenti per non lasciarsi scappare ottime occasioni.

Come usare gli sticker per aumentare l’engagement delle Storie

sticker per instargram stories

Prima di tutto, gli sticker attirano l’attenzione dell’utente che sta guardando le Storie. Scrollando una storia dietro l’altra, lo sguardo dell'utente sarà catturato più facilmente da qualcosa di bello, innovativo e che lo costringa a fermarsi per poter interagire.

Lo sticker ha una funzione ben precisa: parlare con gli utenti e farli interagire con i propri contenuti e, di conseguenza, con il profilo del brand.

Questo lo rende quasi una fase preliminare di una CTA, ossia una Call To Action, il termine usato nel marketing per indicare un invito a un'azione da parte di un utente. Con il suo utilizzo, infatti, si invita l’utente a compiere un’azione e prendere parte al gioco, stimolando il suo interesse e spingendolo verso un potenziale funnel.

Gli sticker sono molto utili anche per istruire l’algoritmo di Instagram.

E' stato notato che l’algoritmo del social network tende a mostrare per prime le Storie che suscitano maggiori interazioni e, quindi, un maggior interesse del pubblico. Più un utente guarderà, si soffermerà e commenterà le Storie di un determinato profilo, maggiore sarà la possibilità che Instagram collochi le Storie di quel profilo tra le prime in ordine di visualizzazione.

In più, se molti utenti dimostrano interesse nei confronti di una particolare Storia di un profilo, l’algoritmo inizierà a mostrare per prime anche tutte le altre Storie di quell’account.

Le tipologie di sticker da utilizzare

Gli utenti di Instagram possono scegliere tra tantissimi sticker diversi da inserire nelle Storie, ma quelli che risultano essere più performanti sono quelli che inducono le persone a parlare di sé stesse.

La neuroscienza spiega infatti che l’uomo ama parlare di sé: è un’attività che instilla una sensazione di piacere e che riesce ad accendere tutte le aree del cervello dedicate alla gratificazione.

Tra i più gettonati compare lo sticker Tocca a Te, che spinge i follower a rispondere con una propria storia.

Gli sticker delle Domande e dei Sondaggi aiutano a generare interesse e conoscere il proprio pubblico. Lo Slider permette di conoscere i gusti dei propri follower, crea hype e si può utilizzare anche come se fosse un sondaggio posizionando le risposte a lato della barra.

Per saperne di più: Cos'è e come funziona il Social Media Marketing

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb