Ormai si sa, Instagram è un ottimo trampolino di lancio per le aziende che sono alle prime armi e vogliono farsi conoscere online da un pubblico il più vasto possibile.

Ma non solo: Instagram è un social media strategico anche per tutte quelle aziende ormai consolidate, che vogliono avere una forte presenza all'interno di una delle più famose piattaforme di social network. Grazie alla sua semplicità e fruibilità da parte degli utenti, Instagram è una delle migliori applicazioni dove mostrare il proprio brand o i propri prodotti.

Inoltre, la varietà di forme di contenuto permette di creare interazioni sempre diverse col pubblico, dai Reel ai post e le Storie.

Per non perdere occasioni e sfruttare al meglio ogni contenuto pianificato all’interno del proprio piano editoriale, si possono sfruttare le inserzioni creando una campagna ad hoc per Instagram.

Grazie alle inserzioni si può sponsorizzare la propria azienda sulla piattaforma. Questo permette di raggiungere potenziali clienti che, senza l’annuncio, forse non sarebbero nemmeno venuti a conoscenza dell’esistenza dell’azienda.

I vantaggi sono tantissimi: da una targettizzazione precisa all’acquisizione di utili insight per conoscere sempre meglio il proprio target di riferimento.

Da dove iniziare per creare una campagna su Instagram

persona che usa Instagram

Nonostante gli strumenti della piattaforma di proprietà di Meta siano molto semplici e flessibili, è sconsigliato iniziare una campagna su Instagram senza aver prima preventivato una buona fase di pianificazione. Uno dei problemi maggiori a cui vanno incontro le piccole aziende quando vogliono creare una presenza personale sul social è dato dalla decisione di affidarsi alla foga e all’estro del momento.

La pubblicazione di post non viene pensata e ragionata, ma segue un istinto estemporaneo che la maggior parte delle volte non porta da nessuna parte. 

Per evitare questo problema basta creare un PED, ossia un piano editoriale. Si mostra come un vero e proprio calendario giornaliero, dove l’amministratore della campagna appunterà la tipologia di contenuto da pubblicare, il copy, l’immagine e la data in cui comparirà sul social network.

Prima di iniziare, bisogna assicurarsi che il profilo con cui si vuole lanciare la campagna sia un account business, perché un account privato non può accedere alle sponsorizzazioni. Per trasformare il proprio account in un account business basta andare nelle impostazioni, cliccare Account e selezionare Passa a un account aziendale.

A quel punto scegliere la tipologia di account tra creator e azienda e il gioco è fatto. Adesso è tutto pronto per accedere alla gestione delle inserzioni.

Come utilizzare Gestione Inserzioni per una campagna su Instagram

Instagram advertising

Gestione Inserzioni fa parte del Business Manager ed è uno strumento professionale ideato da Meta che permette di impostare, creare e implementare una campagna social sulle piattaforme Meta. Con questo strumento si possono creare campagne pubblicitarie, gestire più inserzioni contemporaneamente e controllare l’andamento delle inserzioni.

Come creare un’inserzione professionale

persona che usa Instagram

Il primo passaggio da effettuare è collegare la propria pagina Instagram a quella di Facebook, in modo tale da poter creare più inserzioni sulla piattaforma senza incappare nel rischio di limitazioni nel futuro.

Ogni campagna Instagram è caratterizzata da tre livelli, che compongono la struttura della campagna. Il primo è, appunto, la Campagna stessa. Il secondo è formato da un Gruppo di Inserzioni e il terzo da una singola Inserzione.

In Campagna si decide qual è l’obiettivo da perseguire. Può essere aumentare il numero di mi piace, vendere un maggior numero di prodotti o fare lead generation e acquisire contatti. Instagram mette a disposizione più di dieci obiettivi diversi, tra cui notorietà del brand, copertura, traffico, messaggi, visualizzazioni del video, installazioni dell’app, conversioni e vendita di prodotti nel catalogo.

In Gruppo di Inserzioni si può stabilire come verrà pubblicata la campagna. Definendo pubblico, durata e luoghi dove verrà mostrata la campagna tra il Feed, le Storie o i siti web, si plasmeranno le caratteristiche della campagna. Attenzione: ogni campagna può avere diversi Gruppi di Inserzione, ognuno con un target, un budget e una programmazione diversi.

Il budget richiesto da Instagram, diversamente da quello necessario per esempio su LinkedIn, è davvero contenuto. Con pochi euro al giorno si può impostare una campagna mirata.

Si può scegliere di suddividere il budget su una base giornaliera impostando un importo massimo o di distribuirlo su tutta la durata della campagna.

Nel primo caso si avrà un controllo maggiore, mentre la seconda opzione consente all’algoritmo di lavorare in autonomia e scegliere i giorni e i momenti migliori in cui mostrare la campagna.

Dopo si può passare alla scelta del proprio pubblico. Si può effettuare la scelta tra interessi, pubblico simile o personalizzato.

Il pubblico basato sugli interessi sfrutta le variabili del target come luogo di provenienza, età, genere, lingua e connessioni. Il pubblico simile permette di raggiungere le persone che risultano simili al pubblico che già segue e interagisce con la propria pagina, mentre scegliendo il pubblico personalizzato ci si potrà connettere con quegli utenti che hanno già mostrato un interesse per il proprio business.

Le opzioni del posizionamento consentono di optare tra automatico o manuale, che consentono di scegliere se affidarsi all’algoritmo del social media o decidere da sé dove mostrare l’inserzione.

Infine il livello Inserzione è il contenuto che il pubblico in target vedrà sul proprio social media. Qui si sceglie la creatività, ossia il copy, l’immagine o il video che comporranno l’inserzione. È consigliabile aggiungere anche una CTA, ossia una Call To Action, per attirare l’attenzione dell’utente e farlo fermare sulla propria inserzione.

In questo passaggio è molto importante scegliere bene la tipologia di creatività che più fa al caso proprio. Tra carosello, immagine singola, video, Reels o Storia c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Dopo aver caricato il tutto, la prima inserzione della campagna sarà pronta per essere lanciata sul social network.

Per saperne di più: Come fare marketing su Instagram

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb