Per le aziende che hanno deciso di puntare sui contenuti video per mostrare la propria attività, i prodotti e i servizi offerti ai clienti e le peculiarità che le contraddistinguono, YouTube è il canale social più adatto. Per avere successo bisogna strutturare una strategia che tenga in considerazione le esigenze e i gusti del pubblico di riferimento e l’attività dei competitor.

Un canale YouTube aziendale deve sapersi distinguere da quelli delle altre organizzazioni. Deve essere curato con professionalità e personalizzato nei minimi dettagli. Ogni elemento, dal nome ai contenuti video devono essere, pensati, adatti all’obiettivo che si vuole raggiungere e coerenti con l’immagine che l’azienda vuole trasmettere ai consumatori. 

  • 1. Canale YouTube aziendale: perché aprirlo e come gestirlo
    Canale YouTube

    PixieMe / Shutterstock.com

    YouTube è una piattaforma web che consente la condivisione e la visualizzazione di contenuti video, come trailer, cortometraggi, live streaming, clip, vlog e tutto ciò che i creator vogliono realizzare. È stato lanciato sul web il 14 febbraio nel 2005 e da quel momento il numero di utenti è cresciuto costantemente in maniera esponenziale.

    La piattaforma è oggi la più famosa per ciò che concerne la diffusione dei video e non ha rivali. Le aziende che decidono di avviare una strategia di digital marketing e di utilizzare YouTube come canale di comunicazione possono accedere ad un ampio numero di vantaggi.

    Il pubblico a cui possono mostrare i propri contenuti è potenzialmente molto vasto e targettizzato. I video possono essere condivisi dagli stessi utenti su altri social network, come Facebook e Twitter, aumentandone la diffusione e le visualizzazioni.

    I video compaiono nei risultati di ricerca di Google, che detiene la proprietà della piattaforma. Si ha una maggiore visibilità rispetto ad altri tool e soluzioni. Facendo un’accurata ricerca delle parole chiave e inserendole strategicamente nei nomi e nelle descrizioni, si possono intercettare le ricerche degli utenti del web, trovando nuovi potenziali clienti.

  • 2. Canale YouTube aziendale, usare gli Analytics per migliorarlo
    Analytics di YouTube

    PixieMe / Shutterstock.com

    Con gli strumenti di analisi, gli YouTube Analytics, i marketer e chi si occupa di applicare le strategie elaborate, possono controllare in tempo reale i risultati che si stanno ottenendo, assicurandosi che il ROI (Ritorno sull’Investimento) sia soddisfacente o apportando modifiche e miglioramenti laddove si rendesse necessario un intervento.

    Attraverso gli analytics, si possono ottenere maggiori informazioni e dettagli sul proprio pubblico. SI possono ottenere dati anagrafici come il sesso e l’età, i gusti, i bisogni e le abitudini del target e il modo in cui interagisce con i contenuti.

    Aprire un canale su YouTube può essere profittevole, ma prima occorre definire con precisione gli obiettivi da raggiungere e capire se la piattaforma può essere utile per trasmettere i messaggi.

    Quando si apre un canale per un’azienda occorre creare un account business. Aprire dei profili privati e personali è errato poiché diminuisce la percezione di professionalità e affidabilità da parte degli utenti e di potenziali clienti.

  • 3. Canale YouTube, personalizzare le informazioni
    YouTube su tablet

    DenPhotos / Shutterstock.com

    Le aziende iscritte a YouTube possono personalizzare il proprio canale nei minimi dettagli, diffondendo un’immagine coerente e strutturata. Cliccando sul pulsante ‘personalizzazione del canale’ presente nel menù dell’account in alto a destra, si può accedere a tutte le modifiche che si vogliono apportare.

    La sezione informazioni deve contenere tutto ciò che può servire ad un utente per decidere se seguire il canale, guardare i video o contattare l’azienda. Devono essere esplicitati obiettivi di business, valori e mission e raccontata la storia dell’attività.

    Possono essere inseriti i link ad altri canali social e al sito web per indirizzare il traffico, l’email aziendale, il numero di telefono e l’indirizzo delle sedi per facilitare i contatti. È consigliabile aggiungere un messaggio di benvenuto per instaurare subito un buon legame con gli utenti.

  • 4. Canale Youtube, curare l’aspetto grafico
    YouTube su computer

    pixinoo / Shutterstock.com

    L’aspetto grafico non va sottovalutato. Logo, icona e copertina sono i primi elementi a identificare il brand e devono essere uguali, o molto simili, su qualsiasi piattaforma sia presente l’azienda. Le immagini utilizzate devono essere ad alta qualità e ben visibili. L’icona deve avere preferibilmente una risoluzione di almeno 98 x 98 pixel e non superare i 4 MB, la copertina deve restare entro 2048 x 1152 pixel e una dimensione di massimo 6 MB. 

    Per accogliere i visitatori del canale YouTube, si possono mettere dei video in evidenza. Può trattarsi del contenuto che più ha ricevuto apprezzamenti da parte del proprio pubblico, di un contenuto realizzato appositamente per presentare l’azienda e i suoi punti di forza o un breve trailer che invita a visualizzare ciò che è stato prodotto e pubblicato.

    Condividendo un’anteprima del canale attraverso un video in primo piano sarà più semplice convincere i visitatori a guardare altri contenuti e a diffonderli su altre piattaforme. 

  • 5. Canale Youtube, creare delle playlist
    Canale Youtube, creare delle playlist

    Antlii / Shutterstock.com

    La pubblicazione dei video deve essere costante e i contenuti attrattivi e di qualità. Possono essere organizzati in playlist basate su dei temi che li accomunano. L’utente, selezionandole, potrà vedere tutti i video che appartengono allo stesso filone o che trattano lo stesso argomento. All’interno dei video può essere aggiunta una filigrana.

  • 6. YouTube: moderare sempre i commenti
    Rispondere e interagire su Youtube

    Shutterstock

    I clienti o potenziali tali che entrano in contatto con l’azienda attraverso YouTube devono avere la percezione di un canale attivo e attento alle loro richieste, opinioni e suggerimenti. È essenziale moderare le conversazioni, rispondere ai commenti e ai messaggi che si ricevono dagli utenti.

    Per saperne di più: Cos'è YouTube, come funziona e cosa puoi fare

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb