Ne esistono di tutti i tipi: da quelli dove raccontare segreti in forma anonima a quelli per animali, da quelli dove postare domande di ogni tipo alle piccole eccellenze del web che meritano assolutamente una visita. Per non parlare, poi, di quelli così assurdi da sembrare l'invenzione di un comico un po' troppo fantasioso. Insomma, sia come sia, di social network ormai se ne contano a centianaia e non c'è categoria o gruppo sociale che non ne abbia almeno uno. Non poteva mancare, quindi, una rete sociale dedicata solo ed esclusivamente alle donne. Si chiama (banalmente, forse) Women.com e si propone come luogo virtuale dove donne di tutto il mondo possano stringere amicizia e parlare di qualunque cosa: dal lavoro alla famiglia, passando per figli e pettegolezzi.

La maggioranza

Women è stato rilasciato, ancora in fase beta, ad inizio settembre 2014 con un sistema di ingresso ad inviti. Per avere accesso alle funzionalità della rete sociale, è necessario richiedere un pass tramite Twitter. Se qualcuno (o qualcuna) si sta chiedendo le motivazioni dietro la creazione di questo social, è la stessa ideatrice del progetto a spiegarle. “Le donne – spiega Susan Johnson, con alle spalle una lunga esperienza in Facebook – dominano le piattaforme social: siamo il 58% su Facebook e l’84% su Pinterest. Molti siti, però, non incoraggiano le donne a interagire in tranquillità e in maniera positiva”. Da qui, dunque, l'esigenza di una piattaforma che potesse offrire l'ospitalità adeguata alle donne.

 

Susan Johnson

 

La casa delle donne

Se nell'Inferno dantesco le anime dei dannati erano accolti dalla frase “Lasciate ogni speranza voi ch'entrate”, l'accoglienza che Women.com riserva ai visitatori occasionali e ai curiosi non è da meno. “Women.com è la nuova casa per le donne. Qui si parla di carriera, di relazioni, di amicizia, prodotti e altro. Prendete ciò che volete e lasciate stare il resto”. Un vero e proprio avvertimento a quanti volessero provare a intrufolarsi truffaldinamente all'interno del social network. “Abbiamo un team di verifica molto preciso che monitora il sito 24 ore su 24. Abbiamo già scovato e bloccato qualche uomo che ha tentato d’infilarsi”.

Come funziona Women.com

Come detto, per accedere a Women.com è necessario richiedere un invito tramite Twitter al gruppo di donne che gestisce la piattaforma. Una volta ricevuto si potrà decidere se creare un profilo ex-novo oppure accedere grazie alle credenziali Facebook. In questo secondo caso, le informazioni personali presenti nel profilo saranno utilizzate per verificare l'effettiva identità dell'iscritto.

 

Richiesta di iscrizione su Twitter

 

Una volta dentro, si potrà usufruire di tutti gli strumenti social e di tutte le funzionalità che la piattaforma mette a disposizione. Women.com sarà un luogo dove poter “discutere di carriere, relazioni, famiglie, prodotti e altro”: l'obiettivo è dare vita a conversazioni che possano suscitare interesse da parte di tutte le iscritte, indipendentemente dall'età, dalla nazionalità e dalla professione.

Per questo motivo si è scelto di basare le conversazioni su un meccanismo di Q&A (question and aswer, “domanda e risposta” in italiano) molto simile a quello utilizzato in Yahoo! Answer e Quora. Le domande e le risposte potranno essere valutate dalle utenti e le migliori essere messe in evidenza sulla bacheca principale del social. In questo modo potranno servire da spunto per nuove e più interessanti conversazioni.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb