Nintendo prova nuovamente a sconvolgere il mondo dei videogame con la sua nuova console: la Wii U. Che, esattamente come la sua sorella maggiore, promette di essere l’idea regalo di Natale 2012.

 

 

Vediamo più nel dettaglio quali sono le caratteristiche tecniche della nuova console della casa di Kyoto. Rispetto al passato, Nintendo cambia decisamente marcia, presentando una console decisamente potente. Il nuovo processore multicore di IBM e la scheda grafica di AMD pongono, probabilmente, la Wii U un gradino al di sopra della PS3 e della Xbox 360. La nuova console Nintendo approda, inoltre, nel mondo dell’alta definizione. Finalmente, verrebbe da dire. Ma il tocco di genialità tipico di Nintendo arriva anche in questo caso con il controller. Se il joystick della Wii aveva sorpreso tutti grazie alla possibilità di poter controllare con le mani – nel vero senso della parola – i personaggi dei videogame, il nuovo controller permetterà di compiere un ulteriore step nell’interazione tra giocatore e personaggi dei giochi. Il gamepad integra un sensore di rilevamento del movimento a 9 assi, che permette una precisione di controllo mai provata prima; è dotato di connettività wireless e di uno schermo touchpad che, se da un lato permetterà di interagire con i giochi, dall’altro permetterà di liberare il televisore se qualcuno vorrà guardare un film mentre voi giocate.

 

Il nuovo gamepad della Wii U in tutta la sua… maestosità

 

Al momento del lancio, la Wii U è disponibile in due differenti versioni: il basic pack e il premium pack. Il primo comprende la console bianca con memoria flash da 8 GB, un controller e il gioco Nintendo Land. Il secondo comprende la console dalla livrea nera, con memoria da 32 GB e il gioco Nintendo Land. I prezzi sono, rispettivamente, di 299 € e 350 €. Per il momento sono 24 i giochi disponibili.

 

Un frame di Assassin's Creed 3 per Wii U

 

Negli Stati Uniti, dove è stata lanciata a metà novembre, ha raggiunto i 400.000 pezzi venduti nella prima settimana, chissà se saprà ripetere la stessa prestazione anche in Europa?

 

1 dicembre 2012

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb