login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo

mostra
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.

Come si gioca a Uncharted: L'Eredità Perduta

Uncharted ritorna con un nuovo capitolo che per la prima volta non vede Nathan Drake nel ruolo del protagonista. Saranno riusciti i ragazzi di Naughty Dog a sostituirlo degnamente?

recensione uncharted eredità perduta

C'è vita oltre Nathan Drake. I fan di Uncharted che erano tristi per il pensionamento di Nathan Drake potranno tirare un sospiro di sollievo, c'è vita anche se il personaggio che ha accompagnato la serie per quattro capitoli decide di ritrarsi a vita privata. Il DLC (downloadable content) che doveva arricchire il quarto capitolo di Uncharted è in realtà un capitolo a parte, che con il suo predecessore ha ben poco a che fare. Nuovi personaggi principali, nuova storia, nuove dinamiche di gioco, anche se incastonate all'interno di un gameplay che ha permesso negli ultimi anni ai ragazzi di Naughty Dog di fare incetta di premi. Uncharted 4: La Fine di un Ladro ha segnato la fine di un'epoca, il pensionamento di Nathan Drake, uno dei personaggi più iconici del mondo dei videogame negli ultimi anni. Un personaggio scanzonato, che faceva dell'humor e della forza fisica le sue caratteristiche principali. Sostituirlo era complicato e per questo motivo Naughty Dog (la software house che da oramai dieci anni sviluppa la serie Uncharted) ha cambiato completamente genere, nel vero senso della parola. Pensionato Nathan Drake si è optato per due protagoniste femminili: Chloe Frazier e Nadine Ross.

 

 

Gli appassionati della serie già le conosceranno, essendo state compagne e nemiche di Nathan Drake nei precedenti capitoli di Uncharted (Chloe Frazier è stata spalla di Drake ne Il Covo di Ladri, mentre Nadine Ross è stata protagonista in Fine di un Ladro). Le due eroine di Uncharted: L'eredità Perduta (così si chiama il nuovo capitolo della serie) non fanno rimpiangere la mancanza di Nathan Drake e riescono con la propria personalità a stupire e a tenere sempre alto il livello del gameplay. Per chi pensava che dopo Nathan Drake non ci fosse più Uncharted, si deve ricredere: la serie è viva e lotta insieme a noi.

 

 

Per i ragazzi di Naughty Dog il DLC di Uncharted è stato anche un piccolo esperimento. In alcuni frangenti il gameplay è molto differente rispetto a quello a cui hanno abituato il giocatore. Per la prima volta si avrà grande libertà di movimento e a bordo del proprio 4x4 si potrà viaggiare liberamente esplorando tutta la mappa a disposizione. Una vera e propria novità per la serie e che apre spiragli interessanti per il futuro di Uncharted. Ecco la nostra recensione di Uncharted: L'Eredità Perduta.

Alla scoperta dell'Impero degli Hoysala

 

 

Uncharted ci ha abituato a paesaggi paradisiaci e a scorci mozzafiato. E Uncharted: L'Eredità Perduta non è da meno. L'ambientazione indiana è stata ricostruita alla perfezione, nonostante la storia sia incentrata intorno all'Impero degli Hoysala, una popolazione chiaramente inventata. Paesaggi selvaggi con rocce a strapiombo sul mare che regaleranno momenti fantastici ai giocatori.

Come detto, Uncharted: L'Eredità Perduta è un videogame completamente al femminile. Le protagoniste saranno due: Chloe Frazie e Nadine Ross che andranno alla ricerca della Zampa dorata di Ganesh, un antico e prezioso manufatto indiano. La storia è probabilmente un po' sottotono e abbastanza scontata, ma il gameplay e il comparto grafico riescono a nascondere abbastanza bene questo piccolo difetto.

Le due eroine non fanno sentire in nessun modo la mancanza di Nathan Drake: due ragazze dal carattere differente ma complementari e unite da un unico obiettivo: ritrovare la Zampa dorata di Ganesh. Chloe (la ragazza che controllerà il giocatore) ha un carattere più aperto e intraprendente, mentre Nadine è una donna più chiusa ma dalle mille risorse. In molti casi sarà proprio lei a toglierci d'impiccio da alcune situazioni molto difficili. E lo farà in tutta autonomia, uccidendo qualsiasi avversario ci venga incontro.

Alla scoperta dell'India

 

 

Se il gameplay vi sembra un qualcosa di già visto, non vi state sbagliando di certo. Naughty Dog non ha voluto cambiare l'impianto del gioco e Uncharted: L'eredità Perduta prosegue sul solco già tracciato da Uncharted 4: Fine di un Ladro. Il gameplay è molto simile e il DLC resta uno sparatutto in terza persona, con molte scene d'azione dove l'unica cosa importante è riuscire a uccidere i propri nemici. Ma verso la metà del gioco, la software house ha voluto introdurre una piccola novità: la possibilità per il giocatore di esplorare liberamente la mappa. Solitamente la trama dei vari titoli di Uncharted è abbastanza "precisa": i giocatori devono seguire quanto preparato da Naughty Dog con poca libertà di girovagare nella mappa. In Uncharted: L'Eredità Perduta, invece, i gamer potranno provare per qualche ora la libertà di scoprire cosa è nascosto all'interno della mappa. Questo esperimento non dura molto, ma dà l'idea su cosa potrebbe essere in futuro la serie: con il pensionamento di Nathan Drake i gamer potranno avere maggiore libertà esplorando ogni singolo angolo e anfratto del paesaggio.

Molto più di un DLC

 

 

Chi pensa che Uncharted: L'Eredità perduta sia semplicemente un'espansione di Uncharted 4: Fine di un Ladro si sbaglia di grosso. Il gioco può essere paragonato a un vero e proprio capitolo a parte. E non solo perché i protagonisti sono completamente diversi, ma anche per la durata del gioco. Uncharted: L'Eredità Perduta ha una longevità di circa otto ore (comprese le missioni secondarie), la stessa durata del capitolo precedente. Insomma, non sarà Uncharted 5, ma poco ci manca. Si potrebbe definire un Uncharted 4.5, grazie alla novità introdotte da Naughty Dog nel gameplay, che traghetta i giocatori verso il prossimo capitolo della serie. Che, nonostante non sia stato anche ufficializzato, ci sarà quasi sicuramente.

Comparto grafico

 

 

Quando si recensisce un titolo di Naughty Dog è necessario soffermarsi sul comparto grafico. La software house oramai si è affermata come una delle più brave al mondo per quanto riguarda lo sviluppo dei videogame. Uncharted è sempre riuscito a sfruttare al meglio le potenzialità della PlayStation 4 (ricordiamo che il titolo è un'esclusiva della console Sony) e questo titolo non è da meno. Ogni singolo scorcio, ogni singolo paesaggio è una goduria per gli occhi. E non a caso è presente anche una Photo Mode, dove l'utente potrà scattare delle foto grazie allo smartphone di Chloe.

L'ambientazione indiana avrebbe potuto causare dei grattacapi alla software house, ma i ragazzi di Naughty Dog hanno affrontato al meglio anche questa nuova sfida e il videogame è perfetto in ogni suo dettaglio.

Recensire un videogame come Uncharted: L'Eredità Perduta non è mai semplice. Il giocatore ha sempre negli occhi lo splendore del precedente capitolo. Ma la software house è riuscita a far dimenticare a qualsiasi appassionato della saga Nathan Drake, presentando due nuove/vecchie eroine che non lo hanno fatto rimpiangere. Anzi tutt'altro. Uncharted si apre verso un nuovo futuro che lo porterà ad abbracciare un gameplay che molto probabilmente sarà diverso, ma ciò non vorrà dire che la serie perderà di qualità. Dopo un assaggio del nuovo corso di Uncharted, non ci resta che aspettare il prossimo capitolo della saga.

I Tech-Quiz di Mister Plus

0/ 0
Risposte corrette
0' 0"
Tempo impiegato
Vai alla classifica

Recensioni Uncharted: L'Eredità Perduta

 

uncharted eredità perduta recensione

 

  • Multiplayer.it. Chi pensa che Uncharted: L'eredità Perduta dovesse essere una semplice espansione si sbagliava di grosso. Si tratta di un videogame fatto e finito con personaggi completamente diversi rispetto all'ultimo Uncharted e con due nuove eroine che vanno a sostituire il pensionato Nathan Drake. Uncharted: L'Eredità perduta è un videogame qualitativamente superiore rispetto agli altri che si possono trovare in vendita e non ha nulla da invidiare anche ai suoi predecessori. La storia, nonostante sia un po' banale, tiene il giocatore impegnato per circa otto ore, la stessa durata di Uncharted 4: Fine di un Ladro. Lo si può trattare come un DLC? Assolutamente no. L'avventura di Chloe e Nadine guida gli utenti verso una nuova esperienza e con un gameplay che, rispetto a passato, introduce alcune novità all'interno della serie. Alcuni piccoli difetti non mancano, ma che passano in secondo piano davanti alla spettacolarità dei paesaggi. Per questi motivi, Aligi Comandini di Multiplayer.it assegna a Uncharted: L'Eredità Perduta un voto di 9
  • Everyeye.it. Il pensiero di Giuseppe Arace, redattore del sito dedicato ai videogame Everyeye.it, è molto simile a quello di Aligi Comandini: considerare Uncharted: L'Eredità Perduta come un semplice spin-off di Uncharted 4: Fine di un Ladro è un grosso errore. Il titolo è un vero e proprio videogame, con tutti i pregi e i difetti tipici della serie. Ma non senza alcune novità. Come ad esempio la possibilità di girovagare all'interno della mappa. Inoltre, Chloe e Nadine non fanno sentire la mancanza di Nathan Drake, riuscendo a sostituirlo alla grande. Uncharted: L'Eredità Perduta è uno di quei titoli che non può mancare all'interno della libreria degli appassionati degli sparatutto in terza persona. Giuseppe Arace assegna al titolo una votazione di 8.6
  • Eurogamer.it. L'eredità lasciata da Nathan Drake è in buone mani. Questo perlomeno il pensiero di Daniele Cucchiarelli redattore di Eurogamer.it. La paura che Uncharted: L'Eredità Perduta fosse solo un semplice DLC del capitolo precedente, viene cancellata immediatamente dalla scelta effettuata da Naughty Dog di affidare il ruolo di protagonista a due nuove eroine: Nadine e Chloe. Nonostante siano state già presenti in capitoli precedenti del gioco, le due ragazze sostituiscono alla perfezione il pensionato Nathan Drake, assumendo a pieno titolo il ruolo di protagoniste. Sotto il profilo tecnico Uncharted: L'Eredità Perduta è lo stesso identico spettacolo del capitolo precedente e in alcuni casi lascerà i gamer a bocca aperta. Potrà sembrare un qualcosa di già visto, soprattutto in alcuni momenti dove il gameplay è simile a quello di Uncharted 4: Fine di un Ladro, ma si tratta veramente di pochi attimi. Per il resto il gioco è sorprendente e introduce anche alcune novità all'interno del gameplay. Daniele Cucchiarelli completa la sua recensione di Uncharted: L'Eredità Perduta assegnando al gioco un voto di 9

 

uncharted l'eredità perduta

 

  • Spaziogames.it. Uncharted: L'Eredità perduta è la dimostrazione che la serie ha molto da dire nonostante il pensionamento di Nathan Drake. Le due nuove eroine riescono a sostituire alla perfezione il protagonista che ha legato il suo nome a quello della serie e l'impatto grafico resta sempre un valore aggiunto di Uncharted. Ma non mancano dei piccoli difetti, che ne fanno abbassare un po' la valutazione finale. L'intelligenza artificiale presenta dei problemi soprattutto negli spazi molto ampi, mentre il combattimento finale non è all'altezza della storia. Nonostante questi piccoli problemi, Domenico Musicò di Spaziogames.it ha assegnato a Uncharted: L'eredità Perduta una votazione di 8.5
  • IGN.com. Leggermente più dura la recensione di IGN.com. Marty Sliva, redattore del portale internazionale dedicato ai videogame, ha voluto sottolineare nella propria recensione soprattutto i difetti del gioco. E che secondo il giornalista non sono pochi. A partire dal gameplay troppo simile ai precedenti capitoli di Uncharted. Nadine e Chloe cercano in tutti i modi di non far sentire l'assenza di Nathan Drake, ma il compito non è facile e in alcuni momenti si nota la mancanza del suo carisma. Tecnicamente il gioco è indiscutibile e per questo merita un voto di 7,5.

A cura di Cultur-e
Addestramento IA non consentito: É assolutamente vietato l’utilizzo del contenuto di questa pubblicazione, in qualsiasi forma o modalità, per addestrare sistemi e piattaforme di intelligenza artificiale generativa. I contenuti sono coperti da copyright.
TecnologicaMente
Sei schiavo dello smartphone o padrone del tuo tempo?
Immagine principale del blocco
Sei schiavo dello smartphone o padrone del tuo tempo?
Fda gratis svg
Fai il test e scopri se è ora di un digital detox!
Fai il test gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati.