Twitter ha annunciato di star testando in alcuni Paesi la Safety Mode, una nuova funzione di autoblocco che permette agli utenti di non venire nemmeno in contatto con utenti che scrivono commenti offensivi o che sono collegati ad attività di spam. Grazie alla Modalità Sicurezza, l’utente non dovrà più bloccare manualmente gli account da cui provengono reazioni indesiderate, perché una volta abilitata la Modalità sicurezza lo farà direttamente Twitter.

Quando la Modalità Sicurezza è attivata, Twitter analizza i messaggi identificando e isolando quelli considerati spam od offensivi, cioè tutti quei messaggi che contengono risposte negative, linguaggio ingiurioso o anche utilizzo di hashtag non pertinenti con lo scopo di attirare l’attenzione, pubblicazione continua e indiscriminata di Tweet o menzioni indesiderate. A quel punto Twitter segnala gli account in automatico e li blocca.

Come funziona Safety Mode di Twitter

twitterLa prima caratteristica da notare in Safety Mode è che gli autoblocchi sono temporanei e durano sette giorni, a differenza della manuale attività di blocco degli utenti. Normalmente, infatti, un utente può bloccare e sbloccare un altro account in qualsiasi momento. Gli autoblocchi non andranno a condizionare le interazioni abituali con gli altri utenti e, se Twitter ha per sbaglio bloccato un account con cui invece l’utente non ha problemi, quest’ultimo può togliere manualmente l’autoblocco del social media.

Gli account che vengono bloccati da Twitter non potranno interagire con l’utente, guardare i suoi Tweet, seguirlo o inviargli messaggi diretti. Gli account che vengono bloccati vedranno invece che il blocco è stato applicato da Twitter, e non dall’utente che stavano seguendo.

Infine, le risposte dell’account bloccato che sono già presenti sul social media verranno spostate alla fine della conversazione. Per attivare la modalità Safety Mode l’utente può cliccare sul prompt reattivo che Twitter invia quando rileva un’attività che sembra provenire da interazioni indesiderate. Per vedere se un account è stato bloccato, basterà cliccare Visualizzare i dettagli nella notifica inviata da Twitter su Account autobloccati.

Chi può accedere alla funzionalità Safety Mode

Al momento la funzione Safety Mode è testata da Twitter solo sul 50% della popolazione di alcuni Paesi, tra cui Stati Uniti, Canada, Australia, irlanda e Nuova Zelanda. La funzione era stata già lanciata in versione beta durante il mese di settembre. Questo nuovo lancio servirà a testare la funzionalità e a raccogliere un numero maggiore di dati su come Safety Mode sta funzionando ed esplorare nuove strade per aggiungere altre funzionalità.

Twitter è da tempo sotto pressione per l’utilizzo scorretto che molti utenti fanno del social media. Twitter è stato criticato per essere un luogotossico, soprattutto per le donne: nel 2018 uno studio di Amnesty International ed Element AI ha dichiarato che giornaliste e donne della politica ricevono tweet offensivi in media ogni 30 secondi.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb