Con l'uscita del terzo DLC datata 15 settembre 2015, Destiny è entrato ufficialmente nel secondo anno di vita: dopo aver inanellato una serie continua di successi, sia sotto il punto di vista dei giocatori online sia sul numero degli acquisti nel primo anno di vita, Bungie spera di ripetere il successo di Halo. Dopo l'uscita dei due primi DLC, con Destiny: Il Re dei Corrotti, il videogame entra in una nuova fase, grazie all'introduzione di nuove modalità di gioco, nuovi personaggi e nuovi Assalti da fronteggiare con il proprio team. Nella modalità PvE (Person vs Environment), il gamer dovrà fronteggiare Oryx, padre di Crota (sconfitto negli episodi precedenti) pronto a vendicare la morte del figlio, a bordo della sua Astrocorrazzata, una delle poche nuove ambientazioni presenti in Destiny: Il Re dei Corrotti. Tra le novità introdotte il nuovo sistema (semplificato) per raggiungere i livelli più elevati dei personaggi (Titano, Stregone, Cacciatore) e il cap della Luce (fondamentale nelle missioni con il proprio clan). Anche il giocatore più smaliziato con alle spalle centinaia di ore di gioco, però, avrà bisogno di alcuni trucchi per sconfiggere i boss finali e conquistare le armi esotiche. Infine, grazie ai consigli provenienti dal mondo degli appassionati, ogni gamer potrà ambire a concludere il raid (una modalità disponibile online) La Caduta del Re nel minor tempo possibile e stabilire un nuovo record (il primo team che lo ha concluso ha impiegato ben sei ore). Ecco una lista di trucchi e consigli da seguire per portare a termine vittoriosamente Destiny: Il Re dei Corrotti.

 

 

Scegliere la giusta fazione

La prima cosa da fare nel caso in cui si è dei novizi di Destiny: Il Re dei Corrotti è entrare a far parte di una fazione. Se si è parte di un team, il Guardiano potrà chiedere e ricevere consigli dagli altri giocatori e sfruttare alcuni trucchi per trovare armi leggendarie ed esotiche. In questo modo la scalata verso il quarantesimo livello è meno ostica e il gamer potrà concentrarsi verso le missioni secondarie e settimanali. Una volta scelta la fazione con cui partire in missione, la si potrà cambiare solamente dopo sette giorni. La decisione dovrà quindi essere ponderata.

 

 

Fare attenzione al nuovo sistema per scalare i livelli

Nella primissima versione, Destiny prevedeva un massimo di venti livelli e molti giocatori che incontravano grosse difficoltà a raggiungere il cap più alto. Con Destiny: Il Re dei Corrotti l'intero sistema dei punteggi è stato rivisto, così da facilitare la scalata verso il 40esimo livello. Gli appassionati dovranno fare attenzione alla novità e a non farsi ingolosire dalla semplicità di raggiungere immediatamente il livello massimo. Cambiato anche il sistema della Luce, basato ora su una media dei valori di attacco e di difesa delle armi in possesso al Guardiano.

Raggiungere immediatamente il livello 25

Per i neofiti del videogame o per chi ha deciso di tornare a giocare, Bungie ha voluto dare un piccolo aiuto: nell'inventario sarà presente un item che farà schizzare il livello del personaggio a venticinque. Gli altri player non dovranno preoccuparsi: nessuno sta usando dei trucchi, è solamente un modo ideato dalla software house per equilibrare il gioco.

Non rottamare le vecchie armi

 

 

In Destiny: Il Re dei Corrotti, il giocatore troverà nuove armi a disposizione, molto più potenti rispetto alle precedenti per raggiungere il livello massimo di Luce. Il gamer non sarà costretto, però, a rottamare immediatamente i vecchi accessori, conquistati dopo tante ore di battaglia. Le armi presenti nella propria faretra possono essere utilizzate per essere fuse con quelle nuove per creare nuovi mezzi esplosivi. Fino alla scoperta delle nuove armi leggendarie ed esotiche (contraddistinte dallo sfondo viola o giallo) è preferibile tenere con sé il vecchio arsenale.

Bonus speciali per chi ha acquistato l'edizione da collezione

Tra le varie edizioni disponibili per l'acquisto, la versione da Collezione offre all'utente attrezzature speciali, che semplificano la risoluzione di alcune missioni. Per poter ottenere queste armi, però, è necessario completare alcuni obiettivi del primo anno di gioco, altrimenti sarà impossibile utilizzarle. Per vedere se le armi speciali sono a disposizione è necessario recarsi alla Torre e controllare tra le proprie armature se sono presenti corazze speciali. Questo piccolo bonus è un regalo che Bungie offre agli utenti che nel corso dell'ultimo anno non hanno mai tradito il videogame.

Sbloccare le nuove sottoclassi e iniziare subito a migliorarle

 

 

In Destiny: Il Re dei Corrotti sono state introdotte nuovi tipi di sottoclassi per i tre personaggi disponibili. Le nuove funzionalità vanno a migliorare l'efficacia degli attacchi del Titano, dello Stregone e del Cacciatore. Dopo averle sbloccate è necessario migliorare il loro potenziale, affinché gli attacchi siano lanciati al massimo della potenza. Un passo alla volta, il proprio Guardiano diventerà un personaggio fondamentale per tutti i clan.

Partecipare solo alle missioni adatte al proprio livello

Se il livello di Luce del proprio Guardiano è inferiore rispetto a quello richiesto dalla missione, è preferibile non partecipare all'operazione: la sconfitta potrebbe essere il risultato più scontato. Intestardirsi in una missione complicata e non alla portata dell'utente, potrebbe far perdere tempo nell'evoluzione del proprio Guardiano e perdere il vantaggio acquisito nel tempo.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb