Forse tra qualche anno lo scriveranno sui modem e sui router. Internet può provocare dipendenza. Lo sanno già, loro malgrado, milioni di persone che trascorrono ore e ore a navigare nel web senza avere una meta precisa. Tipico caso di navigazione a vista, ancorché virtuale. La probabile – quasi certa – causa di questo comportamento è il cosiddetto bombardamento informativo: il web è talmente ricco di informazioni, notizie e contenuti che è difficilissimo districarsi tra questi e selezionare i più interessanti. Si finisce così a rimbalzare tra notizia e notizia, tra sito e sito perdendo minuti che, ben presto, si trasformano in ore. Fortunatamente, grazie a Chrome e alle sue estensioni, si può ovviare a questo problema.

Santa produttività

La vittima principale della dipendenza da Internet è la produttività, sia sul lavoro sia in casa. Perdendo ore online, è matematico e naturale non trovare tempo, magari, per chiudere la pratica o il progetto che ci era stato assegnato.

 

Come installare Stayfocusd

 

La soluzione finale per non perdere troppo tempo su Internet si chiama Stayfocusd e viene sotto forma di estensione per Chrome. La si può scaricare e installare gratuitamente dal Chrome Web Store e, dopo aver smanettato un po' con le decine di opzioni che mette a disposizione, sarà possibile tornare a lavorare senza preoccuparsi di perdersi nuovamente online.

 

Stayfocusd

 

Dopo averlo installato, comparirà una piccola icona alla destra della barra degli indirizzi che ricorda un piccolo orologio con quadrante nero. Cliccandoci sopra si potranno impostare le opzioni relative al sito web che si sta visitando in quel momento; oppure, cliccando su Impostazioni, si potranno settare le impostazioni generale dell'estensione.

Tempo massimo giornaliero

 

Tempo massimo giornaliero

 

La prima, e fondamentale, opzione da impostare è quella relativa al tempo massimo giornaliero (Maximum Time allowed per day). Da questo parametro dipende il tempo che si può spendere su ogni sito inserito nella “lista nera” dei siti che fanno perdere tempo. Di default è impostato a 10 minuti, ma si può alzare o abbassare l'asticella a proprio piacimento. Si deve fare molta attenzione, perché una volta terminato si dovrà attendere il giorno successivo per poter nuovamente navigare.

Giorni

 

Giorni di lavoro per Stayfocusd

 

Se si vuole che Stayfocusd funzioni solamente in determinati giorni (ad esempio i giorni lavorativi) basta selezionare la voce Active days e togliere il segno di spunta a fianco dei giorni in cui si vuole navigare liberamente.

Ore

 

Scegli le ore in cui STayfocusd è attivo

 

Se, invece, si vuole limitare l'attività dell'estensione di Chrome solo a determinate ore, basta andare nella sezione Active Hours e scegliere un orario di inizio e uno di fine.

Siti off limits

 

La lista dei siti bloccati

 

Se si vuole far funzionare Stayfocud in automatico per alcuni siti web, basta inserirli nella black list dei Blocked Sites (siti bloccati). Per bloccare più siti per volta basta inserirne uno per riga, non è necessario digitare http:\\ prima dell'indirizzo, per bloccare l'intero sito non si deve inserire www (ad es., per bloccare Facebook basta scrivere facebook.com, per bloccarne la sezione dedicata alle foto https://www.facebook.com/nomeutente/photos).

Bomba atomica

 

L'opzione nucleare su Stayfocusd

 

Se ci si dovesse trovare in una situazione disperata si può sempre ricorrere all'opzione atomica (The Nuclear Option). In questo modo verrà bloccata completamente la navigazione per un dato periodo di tempo, impedendo l'accesso a qualsiasi sito web. L'ultima carta da giocare quando non si sa più che pesci prendere.

Drogati di Facebook

Anche i social network, e Facebook in particolare, hanno il loro ruolo in questa dipendenza dal web. Sempre più iscritti passano ore e ore a chattare con i loro amici, spulciare i profili dei loro conoscenti o degli amici degli amici, letteralmente perdendosi tra foto, note e aggiornamenti di status. Nel mondo, e anche in Italia, stanno nascendo centri di assistenza psicologica per disintossicarsi dai social network attraverso metodi di analisi tradizionale. Chi, invece, volesse affidarsi alla tecnologia può ricorrere a Faddict.

 

23 agosto 2013

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb