L'estate, solitamente, è la stagione dei video virali. Complici le vacanze e il caldo che trattiene in casa per gran parte della giornata (quando non si va in spiaggia o si cerca rinfresco e ristoro in alta montagna), si è portati a navigare molto sul web. E tra una mail e l'altra, tra un aggiornamento di status su Facebook e un'immagine postata su Instagram, si passano decine di minuti – se non ore – alla ricerca di link divertenti che permettano di alleviare il tedio pomeridiano.

Il più delle volte la ricerca si conclude su YouTube: scherzi a non finire e risate assicurate. Negli ultimi mesi, il social network di condivisione video è letteralmente subissato da filmati di scherzi di vario genere. Quelli che vanno per la maggiore, però, sono le candid camera a tema pauroso: tra morti viventi, piccole bambine che resuscitano negli ascensori, attacchi a colpi di kalashnikov e piante assassine pronte a sferrare attacchi improvvisi, ci sarà da morire.... dal ridere.

Morto da compagnia

Tra i più gettonati scherzi su YouTube troviamo una candid camera brasiliana che vede la partecipazione “straordinaria” di un protagonista molto... particolare. Una bara da morto con tanto di cadavere dentro. Peccato che il cadavere, in realtà, sia un attore pronto a spaventare a morte i poveri compagni di viaggio. Inutile dire che i risultati sono a dir poco esilaranti. Da lacrime agli occhi.

 

 

Bambina fantasma

Si tratta di un classico dello scherzo televisivo, ma non per questo non fa ridere. L'ambientazione è sempre il solito ascensore brasiliano mal funzionante, ma sono i protagonisti a cambiare. Gli ignari avventori del grattacielo, infatti, si troveranno a fare i conti con un'improvvisa interruzione elettrica e con un ospite davvero speciale. Vedere per credere.

 

 

Ascensore bucato

Il video ha scopi pubblicitari – mostrare quanto siano realistiche le immagini trasmesse da un televisore di ultimissima generazione – ma lo scherzo ideato dai pubblicitari meriterebbe un premio. Sicuramente, merita di essere visto.

 

 

Fermata assassina

I Paesi sudamericani sembrano essere la patria delle candid camera e degli scherzi terrificanti. Lo dimostra questo scena ambientata in una fermata degli autobus posta alla periferia di una grande città. È notte e la temperatura tende a scendere; il tabellone pubblicitario sembra avere qualche problema con l'elettricità ma... I finali sono da morire dal ridere.

 

 

Fermata assassina 2

L'ambientazione e l'orario sono, più o meno, gli stessi. A cambiare sono il luogo e la tipologia di scherzo, ma non le modalità: spaventare a morte (o quasi) gli ignari avventori della fermata e far ridere a crepapelle gli spettatori seduti di fronte al monitor del computer. Notte fonda, periferia di una città del Centro o del Sud America; alcune persone aspettano pazientemente che passi l'autobus per tornare a casa ma, dal nulla, compare una lucina rossa...

 

 

Esorcista a domicilio

Il film “L'esorcista” è considerato uno dei più paurosi della storia della cinematografia mondiale. Quasi naturale che degli sceneggiatori prendessero spunto per realizzare uno scherzo da cardiopalma. L'ambientazione e il timing, d'altronde, si prestano alla perfezione per un candid camera terrificante. Un trucco da premio Oscar e un attore bravo a cogliere il momento giusto fanno il resto.

 

 

Piante assassine

Ci sono tre cose di cui preoccuparsi quando si è al parco: i maniaci del jogging, i suonatori di bongo e le piante carnivore che attaccano le persone. Queste le premesse di uno scherzo tutto italiano, girato in uno dei parchi di Napoli, tra jogger, coppie di fidanzati distesi sull'erba e persone intente a leggere il giornale. Se doveste appartenere a una di queste categorie, fate attenzione: l'estate 2014 è la stagione delle piante carnivore!!

 

Clown mattacchione

I clown sono odiati o amati: non esistono vie di mezzo. Basta osservare le facce dei bambini durante una loro esibizione: molti ridono e si lasciano andare, ma tanti altri scoppiano in lacrime alla sola vista del loro viso truccato. C'è da aspettarsi un'analoga reazione dalle vittime degli scherzi di questo clown burlone. Chi siede di fronte allo schermo sarà portato sicuramente a ridere di gusto, mentre i poveri malcapitati dovranno attendere un po' prima di poter ritornare al circo.

 

 

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb