I piani tariffari dei vari operatori telefonici offrono ai vari utenti un numero sempre maggiore di giga di Internet a disposizione ogni mese. Nonostante questo, però, le applicazioni per la messaggistica, Instagram, Facebook e Spotify (tanto per citare quattro delle app più esose) riescono spesso a erodere il nostro traffico dati prima del rinnovo della promozione. Alcuni trucchi Android, però, permettono di ridurre il consumo dati e arrivare a fine mese senza grossi problemi.

Certo, in alcuni casi bisognerà essere pronti a fare delle piccole rinunce, ma è nulla al confronto di una possibile "bolletta impazzita" causata da un consumo eccessivo di gigabyte. E dire che, il più delle volte, basterebbe fare un po' di attenzione in più per risparmiare traffico dati ed evitare inutili sprechi. Quando si è in casa, ad esempio, è superfluo lasciare la connessione dati attiva: basterebbe collegarsi alla rete Wi-Fi domestica e navigare tranquillamente, senza paura di consumare qualche megabyte in più.

Limitare l'accesso alla Rete per alcune app

Moltissime applicazioni che installiamo su Android accedono a Internet a nostra insaputa. E dunque restano operative anche quando non ci servono, continuando a consumare traffico dati senza potercene rendere conto. Un trucco per risparmiare traffico dati è quello di installare sul proprio dispositivo NetGuard, firewall che monitora il consumo di Internet e blocca l'accesso automatico alla Rete per alcune applicazioni e servizi.

 

 

Intuitiva e semplice da utilizzare, NetGuard fa scegliere quali app potranno continuare ad avere libero accesso alla connessione dati e quali, invece, dovranno farne a meno.

Risparmio dati su Chrome

Buona parte del consumo del traffico dati (e della batteria) dipende dalla navigazione online con Chrome. Un problema arcinoto in quel di Mountain View, tanto che da qualche anno è disponibile una funzionalità per comprimere le pagine web prima che l'utente le scarichi sul proprio dispositivo. In questo modo si potrà risparmiare traffico dati senza andare a incidere sull'esperienza di navigazione.

 

Risparmio dati Chrome

 

Per attivare questo servizio basta accedere alle Impostazioni di Chrome premendo sull'icona con tre puntini in verticale, premere sulla voce Risparmio dati e mettere la spunta su On. Attenzione con questa funzione il caricamento delle varie pagine sarà leggermente più lento.

Attenzione alla condivisione

Ogni giorno su WhatsApp e sulle altre piattaforme per la messaggistica ci scambiamo con gli amici GIF, foto e video. Tutti documenti che influiscono particolarmente sul consumo dei dati. Se possibile evitiamo di scaricare questi contenuti multimediali quando non siamo connessi a una linea Wi-Fi. Inoltre se siamo vicini a un amico o a un collega per inviare un documento potremo sempre usare il Bluetooth.

Impostiamo un limite per i dati

Se non utilizziamo mai l'app del nostro gestore per controllare il consumo dati è più che normale non avere idea di quanto resti del nostro "monte dati". E, di conseguenza, crescono esponenzialmente le possibilità di sforare. Per fortuna si tratta di un inconveniente facilmente evitabile. Basta impostare un promemoria sull'utilizzo dei dati sfruttando un'apposita funzionalità Android.

 

Impostare limite dati Android

 

Accedere alle Impostazioni dello smartphone, premiamo sulla voce Dati Mobili (o una voce dal nome simile) e poi sull'icona a forma di ingranaggio in alto a destra. Dalla nuova schermata potremmo impostare il limite dati mensili, inserendo il numero di giga che abbiamo e scegliendo la soglia massima di consumo oltre la quale verremo avvisati con una notifica.

Limita i servizi in streaming

La maggior parte dei servizi che usiamo per guardare serie tv e ascoltare musica offrono anche la possibilità di scaricare i file per la riproduzione offline. Questa è un'alternativa da prendere seriamente in considerazione per evitare un consumo eccesivo di dati con i servizi di streaming. Per esempio, se abbiamo un account Netflix e dobbiamo fare un lungo viaggio invece che guardare un film con la connessione dati attiva possiamo scaricarlo a casa con la Wi-Fi e poi visualizzarlo anche in modalità offline. Lo stesso vale per le playlist musicali di Spotify.

Usa le app Lite

Applicazioni e social media molto pesanti come Facebook e Instagram possono essere i nemici numeri uno dei nostri giga di Internet. Le Storie e i vari video presenti su queste piattaforme sociali consumano molti dati. C'è però un'alternativa, e sono le applicazioni cosiddette Lite. Si tratta di programmi meno pesanti e meno rifiniti graficamente, e a volte anche con minori funzioni, dei più famosi social media. Questi oltre che occupare meno spazio nella memoria interna del nostro smartphone Android consumano anche meno dati di Internet.

26 aprile 2018

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb