PagoPa è il sistema che permette di gestire i pagamenti elettronici sviluppato dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AGID).

Con questo servizio è possibile pagare bollette, tasse e imposte passando tramite i siti web della Pubblica Amministrazione, tramite quelli dei singoli enti e addirittura nei punti vendita che aderiscono al servizio.

Scopriamo adesso come funziona e cosa è possibile pagare tramite pagoPA.

  • 0. A cosa serve pagoPA

    PagoPa sito web

    Screenshot Fastweb Plus

    Lo scopo principale di questo sistema è semplificare e rendere migliori tutti i servizi di pagamento rivolti alla Pubblica Amministrazione, interessando quindi: Comuni, Province, Regioni, aziende a partecipazione pubblica, scuole, università, ASL, INPS, Agenzia delle Entrate, ACI.

    Il fulcro del discorso è garantire transazioni immediate che possano essere effettuate con la massima sicurezza; andando a snellire il sistema e rendendo le operazioni molto più semplici e gestibili in qualsiasi momento.

    Possiamo, quindi, definire pagoPA come una “modalità di pagamento” che rende più accessibili le comunicazioni verso la Pubblica Amministrazione e i vari enti accreditati.

  • 1. Cosa si può pagare e come funziona pagoPA

    PagoPa servizi

    Screenshot Fastweb Plus

    Con questo servizio sviluppato dall’AgID è possibile pagare le varie utenze come gas, acqua ed elettricità ma non solo. Attraverso pagoPA si avranno a disposizione anche tutte le imposte del Miur e, quindi, l’utente potrà anche saldare le tasse di scuole e università. Il bollo auto, i ticket sanitari e tutte quelle spettanze rivolte alla Pubblica Amministrazione o a quegli enti che hanno aderito al servizio.

    Per effettuare un pagamento non sono necessarie credenziali di accesso o di autenticazione particolari ma è sufficiente l’attivazione di tale servizio. Tutto ciò di cui l’utente avrà bisogno è un indirizzo email valido e, nel caso di pagamenti tramite banca o siti specifici, i dati per accedere al proprio account.

    Oltretutto, se l’utente fosse in possesso di un bollettino di pagamento cartaceo può utilizzare l’Applicazione dell’ente a cui versare le imposte, semplicemente scansionando il codice QR sul bollettino; in alternativa può recarsi in uno dei punti vendita che aderiscono al servizio pagoPA ed effettuare il pagamento tramite essi.

  • 2. PagoPA tramite App IO

    PagoPa applicazione

    Scrrenshot Fastweb Plus

    Il servizio pagoPA è, naturalmente, già integrato in IO, l'applicazione pensata per i servizi pubblici, immaginata come “ingresso principale” per interagire in maniera semplice e sicura con le Pubbliche Amministrazioni locali e nazionali.

    L’App è disponibile gratuitamente su Android e iOS permette l’accesso ai servizi offerti tramite le credenziali SPID.

    Una volta installata e dopo aver effettuato l’accesso, ogni utente riceverà una notifica ogni volta che viene emesso un nuovo avviso di pagamento da parte della PA

    Cliccando sulla notifica sarà possibile procedere al saldo delle imposte inserendo manualmente i dati oppure inquadrando il QR Code del bollettino con la fotocamera dello smartphone. Per confermare il pagamento sarà necessario indicare i propri dati bancari e confermare in maniera semplice e veloce la transazione.

    Sempre dall’App IO sarà oltretutto possibile accedere alle ricevute dei pagamenti in modo da tenere sempre traccia delle operazioni effettuate.

    Per approfondimento: Cos'è lo SPID: la guida completa

  • 3. PagoPA tramite internet banking

    Pagamenti online

    Shutterstock

    Pagare bollette e imposte tramite banca è forse una delle soluzioni migliori per sfruttare pagoPA completamente online.

    In questo senso, quindi, l’home banking è la soluzione più veloce che permette agli utenti di effettuare pagamenti comodamente da casa, dal computer o con l’App della banca. Naturalmente è necessario avere il bollettino da pagare, le credenziali di accesso al sito e l’abilitazione dei pagamenti on-line ove richiesto.

    Le operazioni avvengono tramite CBILL, che permette di effettuare transazioni online in maniera estremamente intuitiva, saldando tutte le imposte di cui sopra. Questo sistema è già incluso nelle piattaforme dedicate all’internet banking nel nostro paese e può essere utilizzato senza richiedere servizi aggiuntivi.

    Cliccando semplicemente sulla sezione di riferimento è necessario inserire tutti i dati presenti sul bollettino e il sistema lavorerà in automatico per compilare tutte le indicazioni di pagamento. Un modo veloce e sicuro per pagare buona parte delle proprie bollette senza dover fare file estenuanti nei vari sportelli.

    La funzione interessante di CBILL è che il sistema include molti controlli per evitare pagamenti doppi della stessa utenza e il calcolo automatico di eventuali variazioni sulla bolletta. 

    Utilizzare pagoPA tramite ATM o sportello della filiale

    Per chi preferisse pagare le proprie bollette fisicamente, il servizio pagoPA è utilizzabile anche tramite lo sportello ATM o la filiale della propria banca, potendo contare sull’aiuto dell’operatore.

    In questo modo, oltre al bollettino da pagare, sarà ovviamente necessario anche un conto nella banca in cui ci si reca.

    Una volta inserita la propria carta all’interno dello sportello ATM, bisognerà cliccare sulla voce Ricariche, pagamenti e altre operazioni; qui bisognerà selezionare l’opzione CBILL, pagoPA e procedere con il nuovo pagamento. Anche in questo caso la procedura è piuttosto intuitiva e permetterà in pochi minuti di effettuare il pagamento delle varie bollette.

    Allo stesso modo, recarsi nella filiale della banca è un’altra delle soluzioni offerte dal servizio, ottenendo in questo caso anche l’aiuto da parte dell’operatore, in caso di difficoltà. Scegliendo questa modalità di pagamento sarà sufficiente consegnare il bollettino all’incaricato e decidere se pagare tramite contanti o addebito sul conto corrente. 

  • 4. Come pagare con pagoPA online

    PagoPa pagare online

    Screenshot Fatsweb Plus

    In alternativa all’home banking è possibile pagare online tramite il sito ufficiale di pagoPA o le pagine della Pubblica Amministrazione o dei vari enti creditori. 

    In questo caso i servizi offerti e le modalità di pagamento cambiano a seconda delle utenze; ad esempio in molti comuni italiani è possibile effettuare diversi tipi di pagamenti, ma ogni realtà ha il proprio sito web e un relativo percorso per la procedura.

    Differenze a parte l’importante è ricordare che tutti i pagamenti tramite pagoPA online sono contraddistinti dal bollino con il logo del servizio; dove appare questo simbolo vuol dire che l’ente di riferimento è accreditato ad utilizzare tale sistema.

    Altro esempio importante è quello relativo alle università o alle tasse di iscrizione agli ordini professionali. In entrambi i casi è possibile collegarsi al sito ufficiale dell’ente verso cui effettuare il pagamento e seguire la procedura riportata che, generalmente, è molto simile a quella dell’home banking. Tutti questi servizi sono (molto spesso) integrati nelle pagine ufficiali della propria banca ed è, quindi, possibile effettuare pagamenti direttamente dalla piattaforma e senza visitare siti esterni, se non per alcuni casi particolari. 

  • 5. Come pagare con pagoPA con Satispay

    PagoPa Satispay

    Screenshot Fastweb Plus

    Anche con Satispay, è possibile pagare i bollettini pagoPA. Per prima cosa occorre scaricare l’applicazione dal proprio store di riferimento e configurarla correttamente, creando il proprio account e inserendo il numero del proprio conto corrente.

    Nella sezione Profilo, premendo i pulsanti Imposta il budget, è possibile modificare la somma disponibile settimanalmente per l’applicazione. Così facendo si avranno sempre fondi sufficienti per le varie incombenze e non si rischierà di lasciare il conto scoperto e le relative bollette insolute.

    Un ulteriore suggerimento è quello di creare un Salvadanaio dove mettere da parte (sempre a cadenza settimanale) una piccola cifra da accumulare sul proprio account. Questo è anche un modo per avere un budget più alto e non restare mai scoperti.

     Appena il saldo nell’applicazione sarà sufficiente per coprire l’importo del bollettino pagoPA non resta che cliccare sulle opzioni e raggiungere la sezione Servizi e pagoPA. Qui non resterà che inquadrare il QR Code del bollettino con la fotocamera e procedere al pagamento. In alternativa è possibile anche inserire i vari campi manualmente e inviare il pagamento.

    Nella sezione profilo di Satispay si avrà sempre a disposizione lo storico di tutti i pagamenti effettuati e, premendo sulle varie operazioni, sarà possibile scaricare rapidamente la ricevuta.

    Per tutte le informazioni al riguardo si può consultare il sito ufficiale o rivolgersi direttamente al servizio clienti ufficiale.

    Per approfondimento: Cos'è e come funziona Satispay

  • 6. Come Pagare con pagoPA con EasyPol

    PagoPa con EasyPol

     

    Postmodern Studio / Shutterstock.com

    Anche con EasyPol è possibile effettuare pagamenti verso uno degli oltre 20mila enti locali e nazionali che hanno aderito al circuito pagoPA.

    Questa applicazione è disponibile gratuitamente per Android e iOS e può essere scaricata dal proprio store di riferimento. Accedervi è estremamente semplice e non sarà necessaria alcuna registrazione o l’utilizzo di SPID, anche se è sempre consigliabile registrarsi al servizio per gestire pagamenti e informazioni in maniera semplice e veloce dal proprio smartphone. 

    Dopo aver scaricato EasyPol l’utente potrà creare il suo account personale e verificare la propria identità tramite il link inviato via mail. Una volta terminate le operazioni di configurazione si può accedere all’App e selezionare Paga ora un avviso, per avviare le procedure di pagamento. Come già detto è anche possibile effettuare un pagamento senza registrazione, per farlo è sufficiente cliccare sul relativo pulsante.

    Per effettuare un’operazione tramite pagoPA è sufficiente inquadrare il QR Code con la fotocamera dello smartphone o inserire manualmente tutti i dati presenti sul bollettino. In caso l’avviso di pagamento fosse arrivato in PDF è possibile caricare direttamente il file nell’applicazione in modo che acquisisca tutti i dati in automatico.

    Una volta selezionata la modalità di pagamento non resta che concludere le operazioni e terminare col saldo in questione. Nella sezione Avvisi Pagati sono disponibili le ricevute di tutte le transazioni effettuate e, sempre su questa scheda, è possibile inserire un promemoria per eseguire il pagamento in un secondo momento.

    È, infine, possibile pagare con EasyPol anche tramite il sito ufficiale, raggiungibile da uno dei diversi browser per internet. Questo funziona in maniera identica all’applicazione e garantisce accessi e pagamenti veloci e sicuri. 

    Per ulteriori informazioni, dubbi o per qualsiasi indicazione riguardo ai canali di pagamento o al funzionamento del servizio è opportuno contattare il centro assistenza ufficiale, che risponderà a qualsiasi domanda.

  • 7. PagoPa: benefici per cittadini, Pubbliche Amministrazioni e Prestatori di Servizi a Pagamento

    Pagamenti digitali pubblica amministrazione

    Shutterstock

    Il beneficio più immediato è una multicanalità e una forte indipendenza dai singoli enti; tramite questo servizio, infatti, è possibile garantire una grande varietà di modalità e di strumenti di pagamento, senza andare a gravare su commissioni e spese ulteriori.

    In poche parole, pagoPA si occupa di rendere più omogeneo il pagamento delle imposte, partendo proprio dalla user experience e dai bisogni che il cittadino o la Pubblica Amministrazione potrebbero avere nello specifico. Ed è proprio in materia di esperienza d’utilizzo che la piattaforma fa la differenza, garantendo un funzionamento semplice ed estremamente intuitivo.

    Oltretutto garantisce anche molte altre funzioni parallele pensate per rendere ancora più snella ed efficiente la gestione delle imposte. Tra i servizi aggiuntivi troviamo una libera consultazione della propria posizione debitoria sempre aggiornata, l’emissione di ricevute immediate, il calcolo automatico di eventuali imposte aggiunte e una serie di avvisi digitali pensati per tenere sempre aggiornato l’utente dei suoi movimenti.

    Una rivoluzione in termini di efficientamento e gestione dei pagamenti, con benefici evidenti sia per l’utenza che per l’ente che deve incassare il pagamento a cui si garantisce un maggiore rispetto delle scadenze e versamenti sempre regolari.

    Anche a livello di sostenibilità scegliere pagoPAè la soluzione ideale perché garantisce un utilizzo meno impattante di risorse. Usufruendo di questo sistema, anzitutto, si limita il consumo di carta e d'inchiostro, cosa che porta a un notevole risparmio economico. Oltretutto, scegliendo l’home banking verranno limitati anche gli spostamenti degli utenti che potranno occuparsi di tutte queste incombenze restando comodamente a casa. Due elementi fondamentali nella corsa alla sostenibilità che, se venissero adottati da tutti, potrebbero davvero fare la differenza e consentirebbero ai singoli cittadini e alle imprese di gravare in maniera meno prepotente sull’ambiente.

    In materia di sicurezza pagoPA garantisce transazioni sicuree sempre verificate. Concentrando tutte le modalità di pagamento in un’unica piattaforma, il sistema garantisce affidabilità, controlli rigidi e comunicazioni chiare, in modo che sia l’utente che l’ente che deve incassare il pagamento siano sempre tutelati.

    Questa soluzione può essere ritenuta ben lontana da frodi on-line e qualsivoglia tipologia di truffa, in quanto completamente automatizzata e con tutte le operazioni registrate tramite codici univoci.

    Per quanto riguarda, invece, i Prestatori di Servizi a Pagamento, pagoPA permette l’accesso semplificato a tutti i pagamenti per i servizi pubblici garantendo all’utenza, il pieno controllo e la piena compatibilità con tutti gli enti che aderiscono alla piattaforma.

    Oltretutto è anche un modo per far conoscere le varie modalità di pagamento inserendole in un’unica piattaforma e lasciando ai cittadini la piena libertà di scegliere quale usare.

    Il sistema garantisce l’ampliamento dell’utenza e una migliorata gestione delle transazioni verso le Pubbliche Amministrazioni; con un’esperienza utente molto più intuitiva e con costi decisamente più contenuti.

    PagoPA: pagamenti sicuri in ogni momento

    Restando sempre in tema di sicurezza vale la pena spendere qualche altra parola sul servizio e sul perché può essere ritenuto la soluzione per i pagamenti.

    Come sappiamo è un sistema estremamente preciso che permette di pagare in maniera rapida e intuitiva escludendo totalmente le consuete modalità di pagamento in contanti.

    La grande innovazione di pagoPa sta nel fatto che il sistema genera codici identificativi per ogni versamento, in modo da garantire sempre transazioni sicure e, soprattutto, trasparenti per i contribuenti e per gli enti che ricevono il denaro.

    Tra le funzioni più importanti anche quella che riguarda il costo di qualsiasi transazione che l’utente conoscerà in anticipo prima dell’esecuzione. Al termine delle operazioni, inoltre, verrà inviata una ricevuta elettronica dell’avvenuto pagamento, in modo da avere sempre a disposizione tutta la documentazione necessaria.

    PagoPa è attento anche alla privacy dei propri utenti: il sistema e tutti i prestatori di servizi di pagamento rispettano gli standard europei in materia di dati personali, garantendo sempre la tutela delle informazioni sensibili dei consumatori e delle aziende che scelgono questo sistema.

    Un altro dettaglio non trascurabile in materia di sicurezza è il cassetto digitale. Con un funzionamento molto simile a quello utilizzato per la conservazione delle fatture elettroniche, anche pagoPA ha un archivio digitale che contiene la copia di tutti i documenti riguardanti il cittadino o l’azienda.

    In questo modo, non solo si conservano al sicuro tutte le comunicazioni e i pagamenti digitali, ma sarà anche più semplice per la Pubblica Amministrazione accedere e verificare tali materiali.

    Lo scopo del cassetto digitale è quello di semplificare ulteriormente la gestione documentale, permettendo agli utenti di cercare e ricostruire qualsiasi tipo di atto inserito all’interno del sistema. Racchiudere tutte le comunicazioni tra cittadini e Pubblica Amministrazione in un unico “contenitore” è anche un modo per snellire i rapporti tra questi due soggetti, evitando smarrimenti, furti di informazione e qualsiasi tipo di “incomprensione”.

    Nel cassetto digitale PagoPA verranno inseriti e conservati secondo le disposizioni di legge anche tutta la documentazione prodotta dagli enti pubblici e le comunicazioni di qualsiasi tipo rivolte al cittadino, incluse le notifiche e gli avvisi di qualsiasi natura.

    Con questa soluzione la Pubblica Amministrazione ha giocato d’anticipo nel percorso di digitalizzazione a cui tutti stiamo assistendo, garantendo un servizio di archiviazione sicuro ed efficiente.

    Per approfondimento: La blockchain nella Pubblica Amministrazione: i vantaggi e i pericoli

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb