Satispay è l’applicazione pensata per acquisti e pagamenti tramite smartphone, in modo da eliminare totalmente contanti e carte di credito. 

L'obiettivo è avere una sola soluzione per qualsiasi tipo di spesa, per le attività commerciali e per tutti quegli enti che hanno aderito al servizio.

L’applicazione è nata nel 2013 da una startup italiana che ha sviluppato questo sistema per porre al centro dei vari pagamenti lo smartphone degli utenti. Oggi, dopo quasi 10 anni, è una delle più utilizzate soprattutto in materia di micropagamenti e per acquistare servizi.

Vediamo come funziona Satispay e quali sono le principali funzioni che include.

  • 1. Come aprire un account Satispay
    Satispay applicazione

    Screenshot Fastweb Plus

    Aprire un account Satispay come privati o come attività di business è una procedura estremamente intuitiva: è sufficiente scaricare gratuitamente l'App dal proprio store di riferimento scegliendo tra la versione per i privati e quella business.

    Per prima cosa bisogna inserire numero di cellulare ed email. A questo punto occorrerà scegliere un PIN e verificare il proprio account tramite codice di verifica inviato per posta elettronica.

    Una volta completate le operazioni bisogna inserire il proprio IBAN e una foto che ritragga l’utente in maniera chiara e riconoscibile. A questo punto si può procedere con l’immissione di tutti i dati personali per la registrazione, inclusa la copia del documento d’identità da fotografare fronte e retro.

    In caso di account business bisognerà fornire anche tutti i documenti relativi alla propria attività commerciale come Partita Iva, Ragione Sociale e tutto ciò che può essere utile per identificare la propria impresa.

    Una volta completata la registrazione si dovrà attendere qualche giorno affinché il team di Satispay verifichi l’account e proceda con l’attivazione. Non appena ricevuta l’email di conferma sarà possibile iniziare ad utilizzare il servizio in totale tranquillità.

  • 2. Come pagare con pagoPA con Satispay
    Sistema di pagamento Satispay

    T. Schneider / Shutterstock.com

    Anche con Satispay è possibile effettuare pagamenti verso la Pubblica Amministrazione e tutti gli enti accreditati a livello locale e nazionale.

    Con l’applicazione si possono pagare multe, mense scolastiche, tasse e imposte relative al Miur e a scuole di ordine e grado diversi, i ticket sanitari, il bollo auto, la TARI e la TASI e molto altro ancora tramite l’accesso al sistema pagoPA.

    Ricordiamo che pagoPA è lo strumento messo a disposizione dall’AgID per semplificare i rapporti tra cittadini e pubblica amministrazione, garantendo pagamenti veloci, sicuri e trasparenti. 

    Per prima cosa occorre scaricare l’applicazione dallo store ed effettuare la registrazione. Una volta completate le operazioni si può accedere al sistema digitando le credenziali scelte.

    Dal menu principale dell’applicazione è necessario andare nella scheda Servizi e, successivamente, cliccare sull’opzione pagoPA.

    Satispay permette di pagare i servizi della Pubblica Amministrazione grazie al sistema pagoPA, che garantisce transazioni sicure e sempre verificate.

    A questo punto l’utente avrà due possibilità per procedere al pagamento: la prima consiste nell’inquadrare il QR Code sul bollettino cartaceo e attendere che il sistema riconosca in automatico tutti i dati, oppure inserire manualmente tutti i codici della transazione, come Codice di Avviso di Pagamento e Codice Fiscale dell’ente creditore.

    Una volta scelta la modalità di pagamento preferita sullo schermo apparirà la somma da pagare, all’utente non resta che confermare e portare a termine l’operazione. 

    Per controllare la ricevuta è possibile andare sulla scheda Profilo e cliccare su Ricevuta, ottenendo tutti i dettagli delle varie transazioni effettuate.

    È bene ricordare che ogni operazione pagoPA effettuata tramite Satispay ha il costo di 1 euro.

  • 3. Come funzionano i pagamenti su Satispay
    Satispay su smartphone

    Schneider / Shutterstock.com

    Il funzionamento di Satispay riguardo i pagamenti è piuttosto semplice: tutto dipende dal budget settimanale impostato, o meglio la quantità di denaro che settimanalmente si vuole avere a disposizione sul proprio account.

    Una volta scelto il budget, l’importo viene prelevato dal conto corrente bancario indicato in fase di registrazione e inviato all’account Satispay. L’operazione avviene a cadenza settimanale per avere sempre la stessa disponibilità e non lasciare il conto scoperto.

    Per quanto riguarda il costo del servizio, è molto conveniente sia per i privati che per gli esercenti. Per i secondi è gratuito per transazioni fino a 10 euro e ha una commissione fissa di 20 centesimi per tutti gli importi superiori.

    Per i privati, invece, quasi tutte le opzioni di pagamento sono gratuite ad eccezione del pagamento dei bollettini tramite pagoPA e qualche altra funzione, come la ricarica istantanea del budget sul conto.

    Un’ottima soluzione, perfetta soprattutto per chi non vuole rinunciare alle piccole e medie spese senza dover ricorrere a contanti o carte di credito, ma utilizzando semplicemente il proprio smartphone. 

    Per saperne di più: PagoPA, cos'è, come funziona e che cosa si può fare

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb