Stadi e arene quasi sempre piene, accordi televisivi che fanno registrare ogni anno nuovi record (l'ultima lega ad aver rinnovato la partnership con i principali network televisivi statunitensi è stata la NBA, che ha firmato un contratto di nove anni che porterà nelle casse delle trenta franchigie oltre ventiquattro miliardi di dollari), i migliori giocatori al mondo nei quattro sport nazionali (football americano, hockey, baseball e pallacanestro) e un'audience che supera anche i cento milioni di telespettatori per i grandi eventi finali.

Negli Stati Uniti lo sport è molto più di un semplice divertimento: è un vero e proprio evento intorno al quale si riuniscono famiglie (per le partite domenicali di football) e nascono nuove amicizie. Nonostante i social network attraggano sempre più tifosi e la maggior parte delle notizie sportive sono postate e ri-condivise da milioni di utenti, la televisione è ancora il mezzo preferito per seguire la propria squadra del cuore.

 

 

Per porre fine a questo dominio Visual Creator, software house che ha dato vita a OMGPOP (sito web dedicato ai videogiochi), ha creato Overtime, un social network di nicchia dedicato al mondo dei tifosi. Da LeBron James a Tom Brady, dai Los Angeles Lakers alla squadra della high school, l'obiettivo di Visual Creator è creare un luogo dove i tifosi possano discutere e interagire in tempo reale sulle partite e sui giocatori.

Cosa è Overtime

­Social network dedicato esclusivamente agli appassionati di sport (dalle leghe professionistiche fino al campionato amatoriale, tutti possono postare i propri risultati e prodezze) e sviluppato da Visual Creator, Overtime ha come obiettivo quello di creare un luogo dove ogni tifoso può esprimere le proprie idee e confrontarsi con altri appassionati, senza aver paura che i propri video si perdano nel mare magnum di Facebook o Twitter. In Overtime ogni post è contestualizzato all'interno di un argomento (solitamente il nome della lega o della squadra) semplificando in questo modo l'interazione tra i tifosi.

Come funziona Overtime

 

 

Per poterlo utilizzare è necessario essere iscritti al servizio. L'utente ha due possibilità: utilizzare le credenziali del proprio account Facebook o creando un nuovo account. Se si predilige la seconda strada, il tifoso dovrà scegliere la foto del profilo e la firma con cui "personalizzare" i propri post. Dopo aver completato la registrazione, l'appassionato potrà iniziare ad usare i tool messi a disposizione da Overtime per montare video di dieci secondi o postare delle GIF a tema sportivo. Ogni post, infatti, dovrà contenere almeno un contenuto multimediale, originale o ripreso da un sito di informazione sportiva. Overtime è dotato di un tool che permette di rallentare i video e creare degli slow motion particolari e grazie ai contenuti generati dagli utenti, il social network ha un database di oltre diecimila GIF. I contenuti sono raccolti nel feed delle notizie attraverso degli hashtag, utili per categorizzare ogni argomento. I tifosi possano taggare i propri post per facilitare la ricerca e favorire lo scambio dialettico a con gli altri appassionati attraverso i commenti.

Sito internet e applicazione

 

 

È possibile raggiungere Overtime sia attraverso la piattaforma del servizio, sia attraverso l'applicazione sviluppata solamente per l'App Store. Tramite l'applicazione i tifosi potranno commentare i post degli altri utenti e postare gli slow motion delle proprie prodezze sportive.

Il futuro

Scalzare la televisione dal proprio trono non è un compito facile, ma Overtime ha in programma di stipulare degli accordi commerciali con brand e team del mondo sportivo per accrescere il proprio pubblico. Ogni tifoso avrà un luogo dove poter esprimere la propria opinione senza la paura di essere deriso dai propri amici.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb