In una puntata della serie TV “Big bang theory” uno dei protagonisti, in procinto di diventare astronauta e partire in missione con la NASA, prova a convincere alcuni veterani dell'ente spaziale statunitense ad assegnargli un nickname “figo” sfruttando una suoneria per cellulare a tema spaziale. Il piano, però, non va come preventivato e il futuro astronauta finisce con il ritrovarsi un soprannome tutt'altro che epico. Il risultato, magari, poteva essere completamente differente nel caso avesse utilizzato una tra le tante suonerie originali che la NASA ha reso disponibili sul proprio sito web e su SoundCloud a partire dall'ottobre 2014.

L'annuncio

È lo stesso ente spaziale statunitense ad annunciare l'iniziativa sul proprio portale. “Ecco una collezione dei suoni registrati dalla NASA nel corso dei viaggi spaziali storici e delle missioni più recenti. Si potrà ascoltare il rombo del motore dello shuttle al momento della partenza o riascoltare le parole di Neil Armstrong 'Un piccolo passo per l'uomo, un salto gigante per l'umanità' tutte le volte che si riceverà una chiamata. O, ancora, sarà possibile ascoltare la memorabile 'Houston, abbiamo un problema' ogniqualvolta il proprio computer dovesse esserci un errore con l'esecuzione di qualche programma del computer”. Insomma, una suoneria originale per ogni occasione.

 

Lancio dello Shuttle

 

Un grande passo

La raccolta di audio (64 in totale) affonda le proprie radici agli albori della corsa allo spazio, quando le prime navicelle realizzate dall'uomo iniziavano a sganciarsi dall'orbita terrestre. Si potrà ascoltare, ad esempio, il bip emesso dal modulo spaziale “Sputnik”, il primo oggetto realizzato dall'uomo ad aver mai orbitato attorno alla Terra; o, ancora, una lunga serie di registrazioni effettuate nel corso dei vari lanci della missione Mercury, la prima targata NASA ad aver portato degli esseri umani in orbita. È possibile scaricare la suoneria, come già detto, con le voci di Neil Armstrong nel corso della missione Apollo 11 o spezzoni del celebre discorso tenuto da John F. Kennedy nel quale annuncia il programma spaziale che porterà all'allunaggio.

 

Immagine della sonda Cassini

 

Le registrazioni, ovviamente, non risalgono tutte a decine di anni fa. Si potrà ascoltare il rombo dello Shuttle oppure i suoni registrati nello spazio dalle varie navicelle che vagano all'interno della nostra galassia: molto suggestive, ad esempio, le registrazioni delle onde radio emesse da Saturno e registrate dalla sonda Cassini oppure il rumore di un tuono registrato su Giove dalla sonda Voyager.

Ci sono, infine, i suoni “dal futuro” e, in assoluto, tra le suonerie più originali che esistano. La NASA, infatti, mette a disposizione degli internauti le registrazioni delle accensioni di prova del J-2X e dello SLS, i due motori che dovrebbero dare propulsione alle navicelle spaziali del futuro.

Come usare le suonerie

Per poter ascoltare il proprio smartphone rombare al pari dei motori dello Shuttle sarà sufficiente scaricare la suoneria dal portale della NASA o dall'account SoundCloud dell'ente spaziale statunitense e importarla nel dispositivo mobile.

 

Il database di suonerie su SoundCloud

 

Gli utenti troveranno ogni suoneria in doppia versione: in formato MP3 per i dispositivi Android e in formato M4R per piattaforma operativa iOS. Basterà scaricare la suoneria giusta e attendere qualche secondo affinché la procedura per modificare la suoneria abbia termine.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb