Che Windows 8 non sia mai stato troppo amato, né apprezzato dagli utenti è fatto risaputo. Basta dare un'occhiata, ad esempio, alle ultime statistiche di NetMarketShare relative alla percentuale di diffusione dei sistemi operativi di luglio 2014: mentre Windows 7 resta ancora al di sopra della soglia del 50%, la somma di Windows 8 e Windows 8.1 a fatica passa il 12% (rispettivamente 5,92% e 6,56%). Un dato non molto lusinghiero, soprattutto se si pensa che l'ultima release del sistema operativo Microsoft è vicina ai due anni di vita e, soprattutto, Windows XP (nonostante l'interruzione del supporto e del rilascio degli aggiornamenti dallo scorso aprile) conta una percentuale esattamente doppia (24,8%) rispetto al suo fratellino più giovane.

 

Microsoft 8 su Surface

 

Probabile che qualche domanda inizino a porsela anche nelle segrete stanze di Redmond, dove iniziano a circolare voci di pensionamento anticipato per l'ultimo nato. Voci molto vicino al colosso statunitense, riportate dal portale di informazione tecnologica The Verge, parlano di un evento già programmato per il prossimo 30 settembre nel corso del quale Microsoft dovrebbe svelare Windows 9, nome in codice Threshold (“soglia”).

Cosa aspettarsi

Nonostante un nutrito team di ingegneri del software stia ancora lavorando allo sviluppo del sistema operativo e al perfezionamento di alcuni dettagli, da tempo si conoscono alcune delle novità che Windows 9 dovrebbe portare con sé. Si assisterà, prima di tutto, ad un ritorno al passato: il menu di Start, eliminato nella prima release di Windows 8 a favore delle tile che affollano la schermata principale del sistema operativo. Con Windows 9, però, i due sistemi verranno fusi in un unico elemento, per offrire agli utenti una nuova modalità di accesso – più veloce e immediata si pensa – ai programmi installati sul disco rigido.

 

Una schermata di Windows 9?

 

E, a proposito di programmi, Windows 9 offrirà supporto nativo alle app Metro sviluppate per la versione mobile del sistema operativo. A differenza di quanto accadeva sinora, anche le app Metro gireranno senza problemi sui sistemi desktop e laptop esattamente come accade per gli smartphone e i tablet Microsoft.

Con Windows 9 dovrebbe fare il suo esordio anche Cortana, l'assistente vocale sviluppato per contrastare l strapotere di Siri e Google Now in questo settore. L'ultima novità certa – o presunta tale – riguarda la Charms bar, la barra laterale di accesso rapido molto utile per i dispositivi touch, ma poco apprezzata da chi ha windows 8 installato sul PC. Per questo motivo, la nuova release del sistema operativo Microsoft dovrebbe essere in grado di stabilire quando mostrarla e quando no: nel caso di funzionamento su tablet e dispositivi mobili la Charms bar continuerà a essere mostrata, nei sistemi desktop verrà rimpiazzata da icone nella Title bar.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb