L’App Store conta oltre 800 mila applicazioni, altrettante il Play Store di Android. In questo oceano, accanto ad app utili, come applicativi d’ufficio, agende, calcolatrici, navigatori, non è difficile imbattersi in applicazioni inutili, ma proprio per questo divertenti.

Tutto iniziò con iFart, app lanciata nel dicembre 2008 che in pochi giorni conquistò la vetta delle più scaricate all’interno dell’App Store. Nella sola giornata di Natale 2008, ad esempio, generò entrate per circa 40.000 dollari. Per capire quale fosse il grado di inutilità di iFart basta avere un po’ di confidenza  con l’inglese o utilizzare un qualsiasi traduttore: fart, infatti, sta per flatulenza. Detto chiaramente, iFart genera un curioso quanto familiare rumore, così da poter fare simpaticissimi scherzi quando si è in compagnia con gli amici.

 

 

E in un’ipotetica top 10 delle app per iPhone divertenti, iFart occuperebbe ancora una delle prime cinque posizioni. Sullo stesso piano, gli appassionati del genere possono annoverare iSteam, app per offuscare il display del proprio smartphone: soffiando nel microfono si forma una sottile patina di vapore sullo schermo. Se, invece, volete creare un’atmosfera da concerto, ma non siete fumatori o non avete con voi il vostro accendino, potete provare a utilizzarne uno virtuale con l’app Virtual Zippo Lighter. Con Lightsaber, invece, potrai sentirti un vero e proprio guerrigliero Jedi. Almeno per il rumore. Hold On, invece, ti permetterà di saggiare la tua resistenza: dovrai riuscire a stare il più a lungo possibile con un qualsiasi dito della mano sullo schermo dell’iPhone e sfidare i tuoi amici grazie alla connessione bluetooth. Due applicazioni di cui scoprirete presto di non poter più fare a meno sono iCeCream e iBeer. Grazie alla prima potrete mangiare un gelato dovunque siate e di qualunque gusto vogliate, basterà leccare il vostro iPhone e non dovrete più preoccuparvi per la vostra linea. Con la seconda, invece, potrete concedervi il piacere di un boccale della vostra bionda preferita ogni volta che vorrete: avviate l’applicazione, inclinate il telefono e vi scolerete un boccale dietro l’altro. Un must have è Bubble Wrap, un ottimo passatempo oltre che un antistress fenomenale. D’altronde, chi in vita sua non ha mai giocato a scoppiare le bollicine degli imballaggi?

La situazione non muta sul Play Store, dove non mancano app per Android divertenti quanto inutili. Anche qui, per iniziare, troviamo la nostra app flatulenziale: FartDroid Fart Machine è la riproposizione moderna del petafono, ideale per fare delle burle ai vostri amici. Se, invece, siete stressati, cosa c’è di meglio di una canna? Virtuale, naturalmente. Niente di illegale, ma con Roll a joint vivrete una strana sensazione di rilassamento e tranquillità. Per chi vuole sballarsi di tanto in tanto c’è anche l’app-ipnorospo. Non ha alcun effetto nocivo né letale, ma se avete voglia di ammirare un simpatico rospetto stagliato su sfondi psichedelici del display, allora Hypnotoad To Go è l’app che fa per voi.

 

 

Make me bald, invece, è l’ideale per chi vuole provare a cambiare radicalmente il proprio taglio di capelli ma non ne ha il coraggio. Basta caricare una vostra foto e scoprirete come state senza capelli. Se, invece, vi serve un pungolo per spronarvi, cosa c’è di meglio di una carrellata di insulti urlati dal Sergente Hartman di Full Metal Jacket? Per punzecchiare gli altri, invece, non c’è nulla di meglio dello schiocco della frusta. Ci sono poche cose più inutili e fastidiose di una trombetta da stadio e l’app per Android che ne simula il rumore non poteva di certo mancare nella nostra lista della applicazioni divertenti ma inutili. In testa alla nostra top 10, però, c’è The most useless app ever (l’app più inutile di sempre). Provare per credere.

 

17 marzo 2013

 

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb