Wikipedia è uno dei siti più visitati e utilizzati al mondo. Secondo l’Alexa Ranking è il sesto sito web al mondo per volume di traffico generato con milioni di visitatori unici ogni giorno. Il successo è documentato anche dalle statistiche interne dell’enciclopedia virtuale per eccellenza. Ad oggi, si contano poco più di 1 miliardo e 800 milioni di modifiche apportate agli articoli e il contatore viaggia al ritmo di circa 10 modifiche al secondo; il database dell’enciclopedia libera conta 29 milioni di pagine, 4 milioni di articoli, 19 milioni circa di utenti e 135 mila utenti attivi mensilmente. E la versione italiana non fa differenza.

Se si scorrono le statistiche relative al 2012 si scopre che gli utenti italiani utilizzano la popolare enciclopedia per tenersi aggiornati sulle serie TV statunitensi. In vetta alla graduatoria delle pagine più visitate troviamo Grey’s Anatomy con 2 milioni 592 mila visite, seguita a ruota dalla pagina relativa all’Italia (2 milioni 519 mila visite) e da quella di Roma (2 milioni 243 mila). Ma nella top 20 troviamo altre 4 serie TV (Fringe, How I Met Your Mother, Vampire’s Diary, Glee). Anche il calcio è ben rappresentato: è la Juventus a occupare la settima posizione (anche grazie alla vittoria dello scudetto nel maggio 2012), seguita a ruota dal fenomeno del Barcellona Lionel Messi. Trovano spazio nella top 20 anche il Milan, Mario Balotelli e la pagina relativa ai campionati europei di calcio. Da notare che al 10 posto si posiziona la pagina sulle Profezie relative al 21 dicembre, segno che gli italiani volevano restare informati sull’eventuale fine del mondo profetizzata dai Maya.

 

Classifica mensile delle pagine più viste sull'edizione italiana di Wikipedia

 

Le statistiche mensili e settimanali (aggiornate al 27 marzo) ci consegnano invece l’immagine di un Paese che utilizza Wikipedia per rimanere al passo con la cronaca quotidiana. Nell’ultima settimana la pagina più visitata è quella di Pietro Mennea (276 mila visite), il campione di atletica leggera scomparso lo scorso 21 marzo. Al secondo posto, troviamo il neo-Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini (129 mila visite), chiude il podio Papa Francesco (117 mila visite), che domina, invece, la classifica mensile con circa 600 mila visite. Ma i temi ecclesiastici relativi all’ultimo conclave dominano l’intera classifica del mese di marzo:  la Compagnia di Gesù occupa il quarto posto e al sesto troviamo la lista dei Papi. Anche la politica è ben rappresentata, complice le elezioni di febbraio. Al secondo posto, c’è la pagina di Laura Boldrini, seguita da Beppe Grillo. Al settimo e ottavo posto troviamo, rispettivamente, la voce su Roberto Casaleggio e la voce sulle Elezioni Politiche 2013.

 

Classifica settimanale delle pagine più viste sull'edizione italiana di Wikipedia

 

Poi, se volete sapere le performance e le statistiche di un particolare articolo dell’enciclopedia, questo sito web potrà risultare particolarmente utile. Basta inserire il nome esatto dell’articolo che cercate nel campo di ricerca e otterrete tutti i numeri relativi agli ultimi cinque anni. Se, ad esempio, siamo interessati a conoscere le statistiche della pagina di Alessandro Del Piero e Belen Rodriguez (due personaggi spesso sulla cresta dell’onda) basterà inserire i loro nomi e il gioco è fatto. L’ex calciatore della Juventus vanta circa 3 milioni di visualizzazioni in 1.921 giorni con una media 1.600 visualizzazioni giornaliere (il picco si è avuto il 5 dicembre 2012 con oltre 47 mila visite), mentre la soubrette argentina conta poco meno di 400 mila visite totali, con una media di 217 visitatori al giorno.

 

28 marzo 2013

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb