Destiny, il gioco sviluppato da Bungie – la società che ha creato Halo – e da Activsion, uscito per tutte le console il 9 settembre del 2014, si aggiorna per la seconda volta. Dopo l’uscita nel dicembre 2014 del DLC (downloadable content) “L’Oscurità del profondo” che aveva scontentato tutti i fan del gioco, è stato rilasciato il 19 maggio 2015 il secondo DLC “Il Casato dei Lupi che promette di tappare tutte le falle del precedente.

Destiny, uscito con i crismi del gioco rivoluzionario, un FPS (First Person Shooter) sci-fi che coniuga le dinamiche dello sparatutto con un mondo online persistente – per questo motivo gli sviluppatori hanno coniato il termine di SWS (Shared World Shooter) - aveva in parte deluso la critica: gli oltre cinquecento milioni incassati dalle vendite nei primi giorni non erano accompagnati da delle ottime recensioni. Destiny è ambientato in diversi sistemi solari: si combatte su Venere, su Marte, sulla Luna, l’importante è avere l’arma giusta.

Destiny: il Casato dei Lupi

I contenuti principali di Destiny: il Casato dei Lupi sono “Le prove di Osiride” e “La prigione degli anziani”, due missioni ambientate nell’Atollo, il nuovo hub disponibile con questo aggiornamento. Le Prove di Osiride consiste in dei matchplay tra due team composti da tre membri ciascuno. Per potere partecipare a questi scontri però, bisognerà acquistare uno speciale invito da Fratello Vince, il venditore dell’Atollo: dopo tre sconfitte consecutive si perderà l’accesso a queste prove e bisognerà acquistarlo nuovamente. Con le vittorie si potranno sbloccare armi ed equipaggiamenti utili per uscire vittoriosi dalle sfide.

 

 

La Prigione degli Anziani, invece, è una modalità arena che si può affrontare a diversi livelli di difficoltà: 28, 32, 34, 35. In questa modalità affronterete in cinque livelli di gioco, sempre in team da tre giocatori, orde di nemici pronti ad uccidervi. Negli ultimi due livelli dovrete sconfiggere anche il boss finale. Come fare? Attraverso il giusto bilanciamento del vostro arsenale: un’arma, uno scudo usati nel momento esatto possono fare la differenza. Per arrivare ad affrontare i nemici ai livelli di difficoltà più elevati è conveniente sbloccare e potenziare tutte le nostre armi: in questa espansione la Bungie ha aumentato i livelli di sviluppo degli equipaggiamenti.

Nelle prime recensioni a caldo c’è un velato ottimismo per questa espansione che ha regalato nuove ore di gioco ai fan.

Recensioni

 

 

  • Destrucoid. Il primo impatto di Chris Carter, giornalista del portale di videogame Destrucoid, con l’espansione di Destiny è piuttosto positiva: alcune delle lacune segnalate possono essere compensate dal gameplay mostrato. Partiamo dagli aspetti negativi: la brevità nel completare l’espansione, in poco più di un’ora un buon giocatore porta a termine le missioni, pagando quasi venti dollari per l’acquisto del Casato dei Lupi. Un po’ troppo. Gli aspetti positivi: l’introduzione di un nuovo assalto, The Shadow Thief e l’introduzione di quattro nuove mappe (Black Shield, Thieves' Den, Widow's Court, and Timekeeper, con quest’ultima disponibile solo per PlayStation 4). Su Black Shield e Timekeeper ci si troverà nel deserto di Marte, in Thieves’ Den su Venere. Il limite massimo di danni subiti è stato portato fino a 365, mentre il nuovo livello massimo di Luce è stato portato a trentaquattro

  • Gamesnote. Nonostante la facilità con cui si finisca il gioco e con cui si riesca a crescere d’esperienza, il Casato dei Lupi risulta interessante per gli sviluppi futuri del gioco. Questo, in sintesi, il pensiero di Roberto Bucci del portale di gaming Gamesnote. Il fulcro del DLC sviluppato da Bungie è sicuramente la Prigione degli Anziani, la modalità di gioco dove si affronteranno i vari nemici che arrivano ad ondate. Nonostante i quattro gradi di difficoltà, si arriva molto facilmente agli ultimi livelli, grazie soprattutto agli aiuti che il gioco dà. Altro aspetto positivo, i miglioramenti importanti nel gameplay, grazie soprattutto ai feedback degli utenti

 

Destiny: il casato dei lupi

 

  • Everyeye. Una media di 7,8, grazie ai voti degli utenti: è il risultato che il Casato dei Lupi riceve sul sito di videogiochi Everyeye. Secondo il giornalista Francesco Fassetti, il secondo DLC di Destiny ha fatto fare al gioco passi da gigante verso lo sviluppo del gameplay, in attesa degli aggiornamenti per “l’anno-due”. Sicuramente il Casato dei Lupi non è alla ricerca di nuovi utenti, ma a soddisfare chi fin dall’inizio ha creduto nel progetto della Bungie. In attesa delle “Prove di Osiride”, il fulcro del DLC è la “Prigione degli Anziani” in cui le abilità del giocare in team di tre utenti sono messe alla prova. Senza un’affinità “di coppia” difficilmente si sconfiggeranno i boss degli ultimi livelli, nonostante sia stato facilitato il potenziamento delle armi. In sostanza un buon aggiornamento, aspettando Destiny “anno-due”

  • IGN International. Il punto di forza di Destiny: il Casato dei Lupi, non potrà mai essere la durata, in un paio di ore il DLC è completato. A dirlo è il Josè Otero, del sito web di gaming IGN International, il quale però non manca di sottolineare alcuni aspetti positivi come la buona fattura delle ambientazioni e delle parti narrative. Ottime anche le piccole modifiche portate al gameplay: grazie ai nuovi equipaggiamenti gli utenti potranno sbizzarrirsi nella costruzione del proprio arsenale da battaglia

 

 

  • Gameondaily. Un DLC inutile, riciclato che sa di stantio. Non lesina aggettivi negativi G. Lehri del portale di videogiochi Gameondaily, chi sperava che questa estensione avesse corretto alcuni dei mali endemici di Destiny, rimarrà deluso. Anzi, alcune delle caratteristiche preferite dallo staff di Gameondaily sono state tolte per far spazio alla modalità orda della Prigione degli Anziani, che risulta essere troppa facile da affrontare. Anche la trama delle nuove missioni risulta essere banale e scontata: in due, tre video si è cercato di spiegare la storia dei boss finali. Troppo poco. Per tutta questa serie di motivi, il giudizio finale del portale è pesantissimo, un 4 che sa tanto di bocciatura finale. Destiny è rimandato a settembre per gli esami di riparazione

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb