Le applicazioni per smartphone hanno avuto un’influenza notevole sia sul modo con cui ci relazioniamo al mondo esterno (applicazioni per realtà aumentata, GPS, applicazioni fotografiche), sia su alcune attività quotidiane. Presto, ad esempio, i prelievi dagli sportelli bancomat avverranno solamente tramite cellulare. Negli ultimi mesi sono state lanciate due app di questo genere.

La prima si chiama Mobile Cash, è un’app sviluppata dai tedeschi di Wincor Nixdorf. Questa applicazione per smartphone permetterà di prelevare contante dagli sportelli bancomat abilitati in maniera semplice e intuitiva. Ecco come funziona.

Nel caso in cui un cliente dovesse essersi dimenticato a casa il portafogli o solo la carta bancomat, con l’applicazione per Android e iPhone di Wincor Nixdorf potrà ugualmente prelevare delle banconote dallo sportello abilitato al servizio. Basterà utilizzare l’app Mobile Cash (potenziamento dell’applicazione PC/E Cash lanciata lo scorso ottobre) per predisporre il prelievo, inserendo tutti i dati richiesti, e nel giro di qualche istante si riceverà un codice QR che ci consentirà di prelevare l’importo desiderato. Gli utenti iOS troveranno questa nuova applicazione integrata direttamente nel loro Passbook, mentre per i sistemi Android è stato sviluppato un sistema similare che integra anche funzionalità NFC. Per completare l’operazione basterà recarsi presso un bancomat, avvicinare lo schermo dello smartphone al lettore di codici QR e aspettare che il sistema elabori la richiesta. Per maggiore sicurezza, si può richiedere che il prelievo avvenga solamente dopo aver inserito un apposito codice di controllo.

“I clienti – afferma Stefan Whale, vice presidente di Wincor Nixdorf – chiedono con maggior forza delle soluzioni più innovative e intuitive, e non solo per quanto riguarda i pagamenti elettronici. Siamo sicuri che in futuro gli smartphone e le applicazioni per smartphone giocheranno un ruolo fondamentale nell’interazione tra cliente e bancomat”.

L’applicazione per smartphone è dotata anche di uno speciale “radar” GPS, che permette di individuare quali siano gli sportelli bancomat più vicini a voi dotati di questa funzione. Una volta scelto lo sportello che preferite, l’applicazione vi guiderà passo passo, come un vero GPS. I bancomat, naturalmente, dovranno essere dotati di uno scanner per leggere i codici e di un’implementazione software.

La seconda applicazione è stata lanciata nel giugno 2012 dalla statunitense NCR. L’app, chiamata NCR Mobile Cash Withdrawal prevede un sistema di scansione di codici QR per autorizzare il prelievo da bancomat: i contanti, infatti, verranno precedentemente “prenotati” grazie all’applicazione smartphone e l’operazione verrà successivamente autorizzata grazie alla scansione del codice generato dal bancomat stesso.

 

 

“Viviamo in un mondo mobile in cui il consumatore si aspetta di poter gestire qualsiasi transazione utilizzando i mezzi più diversi - ha commentato Giovanni Bandi, amministratore delegato di Ncr in Italia –. Ncr è da sempre pioniere in una varietà di ambienti multicanale, a partire dall’utilizzo del cellulare come carta d’imbarco da utilizzare per i controlli di sicurezza. Ora Ncr Mobile Cash Withdrawal aiuterà gli istituti finanziari a soddisfare le esigenze dei clienti nel canale mobile proponendo un’esperienza convergente, più rapida e al tempo stesso differenziata”

I dispositivi ATM non dovranno così subire alcuna modifica hardware, ma solamente una riconfigurazione software, così che siano in grado di generare i codici.

 

27 aprile 2013

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb