Non bastavano i vari Badoo, Meetic e Gleden. L’elenco dei siti di incontri online si allunga con Twoo, un social network che propone di far conoscere nuove persone divertendosi. Il sito esiste già da un po’, ma negli ultimi mesi sta riscuotendo una certa popolarità. Sono disponibili le versioni gratuite per PC e per smartphone  (iOS e Android), ma è stata lanciata anche quella che consente di avere un account unlimited e diverse opzioni in più.
 
il logo di Twoo
 
L’accesso è simile agli altri social network: si inseriscono nome, sesso, città, indirizzo di posta elettronica e password e si entra a far parte della community di Twoo. C’è anche l’opportunità di iscrizione attraverso le proprie credenziali di Facebook. Una volta loggati, si può procedere alla gestione del profilo, inserendo altre informazioni personali e caricando foto, che permettono di farci trovare e “apprezzare” più facilmente dagli altri utenti. A questo punto, il meccanismo di incontro è quasi un gioco: noi indichiamo chi ci piace e i “fortunati” amici di Twoo saranno collocati nella corrispondente sezione. Allo stesso tempo, se anche le persone che abbiamo indicato sono interessate a noi, appariranno nella sezione “i tuoi abbinamenti”. Con gli altri utenti è possibile anche aprire conversazioni in chat, considerata ormai quasi una sorta di passaggio obbligato prima di approfondire gli incontri. Ovviamente anche Twoo prevede un codice di condotta, che sancisce, ad esempio, il divieto assoluto di pubblicare contenuti che possono essere ritenuti pornografici oppure la scrittura di frasi o espressioni volgari.
 
Tutto bello e divertente, ma c’è un però: in molti avranno ricevuto messaggi di posta indesiderata con inviti a Twoo provenienti da contatti di posta elettronica. Un problema segnalato frequentemente, che, secondo lo staff che gestisce il social network, è frutto di una scelta consapevole dell’utente. Durante la procedura di registrazione, Twoo gli chiede di importare o meno contatti da altri servizi, così da invitare amici più facilmente. Chi si iscrive può scegliere questa opzione oppure rifiutarla. Sempre sulla stessa pagina di assistenza è specificato, però, che i destinatari di questi messaggi di posta possono decidere di non ricevere più email da Twoo cliccando su un link che si trova in fondo al messaggio stesso.
Altra incognita, il rischio profili falsi: per quanto il sito rassicuri sull’autenticità dei profili che lo popolano, non è detto che dietro la foto di quella ragazza o di quel tipo carino si nasconda una persona che, in realtà, non esiste.
 
Ma questo è un po’ il dubbio che attanaglia spesso i frequentatori dei social network, soprattutto quelli che propongono di farci trovare amore o amici. A questo punto, vale la pena rischiare o è meglio abbandonare le community per andare a fare una passeggiata in centro o bere qualcosa in un locale? 
 
3 febbraio 2013
A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb