Doveva essere l'anno della svolta per PES 2017, il momento giusto per operare il sorpasso ai "nemici" di Electronics Arts: ma dopo i primi commenti dei gamer sembra che Konami sia costretta a rimandare di almeno un anno. Le recensioni della critica hanno messo in evidenza i passi avanti della serie, con un netto miglioramento per quanto riguarda il gameplay e il movimento dei giocatori durante la fase difensiva, ma i fan non sono stati così clementi con gli sviluppatori e hanno segnalato tutti le problematiche inerenti a Pro Evolution Soccer 2017. I problemi maggiori riguardano la versione per il personal computer che sembra essere stata dimenticata da Konami: dopo non aver lanciato la demo, la software house non ne ha curato nemmeno l'uscita ufficiale, lasciando i gamer a giocare con le rose delle squadre aggiornate alla scorsa stagione. Inoltre, i server non permettono l'accesso online con gli utenti costretti a giocare solamente alle modalità offline.

 

 

Nonostante i problemi riscontrati da alcuni gamer, PES 2017 è uno dei titoli migliori della serie: il motore grafico è sempre stato uno dei punti di forza di Konami, ma grazie all'utilizzo del Fox Engine (lo stesso utilizzato per Metal Gear Solid V: The Phantom Pain) è stato fatto un ulteriore passo in avanti, rasentando la perfezione. La fisionomia dei giocatori è riprodotta nei minimi dettagli e i movimenti sono armonici. Inoltre, Konami ha focalizzato i propri sforzi sul gameplay migliorando la fase difensiva grazie alla nuova intelligenza artificiale adattiva che studia le tattiche degli avversari ed elabora in pochissimi secondi le contromosse da utilizzare. Le note dolenti come al solito riguardano le licenze ufficiali: oltre alla partnership ufficiale con il Barcellona, PES 2017 può offrire veramente poco: manca il Bayern Monaco, la Juventus è presente con un nome differente, così come le grandi squadre della Liga e della Premier League.

 

 

Chi si avvicina per la prima volta a PES 2017 può trovarsi in difficoltà con il gameplay: per abituarsi a controllare la palla in velocità e a effettuare passaggi millimetrici sono necessari alcuni giorni di pratica e i consigli di qualche amico con più esperienza. Inoltre, per affrontare nei migliori dei modi la Master League e Diventa un Mito si può ricorrere a qualche trucco che permette di allestire un team vincente in poco tempo. Invece, per segnare direttamente su punizione a PES 2017 è necessario seguire i consigli degli esperti e scoprire i loro segreti. Ecco una guida con tutti i trucchi e i consigli da seguire per diventare un campione a PES 2017.

Imparare a segnare su punizione

Per i neofiti di PES 2017 è disponibile un Tutorial che permette di imparare velocemente le basi del videogame: passaggi in profondità, cross e fase difensiva. La modalità di gioco, però, non è dedicata solamente a coloro che approcciano per la prima volta il videogioco, ma anche ai gamer che vogliono migliorare le loro capacità. Infatti, sono disponibili alcuni esercizi dedicati ai giocatori esperti che permettono di imparare a calciare alla perfezione i calci da fermo e segnare direttamente su calcio di punizione. Alcuni esercizi permettono anche di controllare i difensori e di scegliere il giusto momento per effettuare una scivolata o per far scattare la trappola del fuorigioco.

Portare la pressione sulla palla

 

 

Uno dei consigli da seguire fin dalle prime partite è pressare alto la squadra avversaria per conquistare il pallone velocemente e imbastire un'azione d'attacco. Premendo i giusti tasti sul joypad sarà possibile chiamare il pressing sul portatore di palla: due o tre giocatori si muoveranno incontro all'avversario cercando di chiuderlo in una gabbia. Logicamente il pressing libera degli spazi per i calciatori avversari: se i propri difensori sono tempestivi nelle chiusure, il portiere non correrà nessun pericolo.

Giocare a un livello di difficoltà elevato

A seconda delle proprie capacità è possibile impostare un livello di difficoltà differente: da Amatore fino a Professionista. Un consiglio: anche se non si è degli esperti è preferibile impostare un livello elevato per poter vivere a pieno il gameplay di PES 2017. Le partite saranno più combattute e divertenti, con l'intelligenza artificiale che si adatterà più velocemente alle tattiche degli avversari. Non bisognerà scoraggiarsi se le prime sconfitte si subiranno quattro o cinque gol: sarà una buona palestra per le sfide online.

Avere la palla è meglio che inseguire gli avversari

 

 

Sembrerà una banalità, ma in PES 2017 è fondamentale avere la palla tra i piedi per creare azioni pericolose. Costruire una squadra con centrocampisti dalla tecnica raffinata aiuterà a sviluppare delle azioni veloci con passaggi ravvicinati. La pazienza è la virtù dei forti: quando non si trovano spazi in avanti, invece di lanciare lungo verso la punta o verso le ali, è consigliabile effettuare un passaggio al portiere e aspettare che la difesa avversaria si riposizioni per trovare il pertugio da attaccare.

Utilizzare gli schemi per battere i corner

In PES 2017 i gamer potranno scegliere diversi schemi da utilizzare su calcio da fermo e sui corner: a seconda di come è posizionata la difesa, premendo il tasto L1 e lo stick sinistro si potrà impostare la strategia vincente. Un consiglio: impostate gli schemi a seconda degli avversari, altrimenti si riveleranno inutili.

Sperimentare formazioni diverse

 

 

Uno degli aspetti più divertenti di PES 2017 è sperimentare schemi e formazioni differenti. Non bisogna scegliere sempre le stesse squadre: cambiare porterà benefici sia al proprio gioco sia alla propria conoscenza calcistica. Non c'è nulla di più soddisfacente che dominare i propri avversari con la giusta formazione bloccandogli il gioco sulle fasce o pressando alto.

Studiare le valutazioni dei giocatori

Ogni anno la valutazione dei calciatori crea sempre grosse discussioni: secondo i gamer alcuni sono sopravvalutati, mentre altri hanno valori troppo bassi. Un piccolo trucco per non farsi affascinare dalla valutazione finale è studiare ogni singolo valore: gli attaccanti dovranno avere dei dati elevati per quanto riguarda il tiro e la finalizzazione, mentre i difensori le statistiche sugli anticipi e sui colpi di testa.

PES 2017: i trucchi per vincere la Master League

 

 

La Master League è la modalità che ha reso famoso Pro Evolution Soccer: giocatori come Minanda e Castolo sono diventati dei veri e propri idoli della Rete. Negli ultimi anni Konami ha provato a rendere più difficile la gestione della propria squadra, introducendo nuove regole e impostazioni. Uno dei consigli da seguire per vincere velocemente è acquistare giocatori sconosciuti ma dal futuro assicurato: in un paio di stagioni riusciranno a diventare dei professionisti affermati. Inoltre, se all'inizio non si hanno soldi a sufficienza per acquistare nuovi calciatori, ci si può affidare a quelli delle giovanili che potranno fare esperienza e migliorare i propri valori.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb