Promettono di fare miracoli, ma il più delle volte producono più danni nel medio/lungo periodo rispetto ai benefici che portano nel brevissimo e breve periodo. Quando si decide di seguire una dieta online si pensa soprattutto ai vantaggi che è possibile ottenere nel breve e brevissimo periodo (dimagrire 2, 3, 5 o anche 10 chili nel giro di pochi mesi), trascurando però tutte le conseguenze che questo porta nel medio e lungo periodo.

Molti di questi piani alimentari sono basati su un unico alimento (la dieta del riso, la dieta del gelato, ecc.) e permettono effettivamente di perdere molti chili in un lasso temporale molto ristretto grazie al basso (a volte bassissimo) contenuto calorico che assicurano. Ma rallentano a tal punto il metabolismo che, nel caso in cui si “ricada in tentazione” e si finisca con riacquistare il peso, sarà quasi impossibile perderlo nuovamente.

Ci sono poi quelle diete che promettono di far dimagrire facendo mangiare di tutto, anche le ricette più complicate e grasse. Una di queste sta spopolando ultimamente nel Regno Unito, dove si è diffusa rapidissimamente grazie al web. È la cosiddetta dieta 5:2, secondo la quale si può mangiare di tutto nei primi cinque giorni della settimana a patto di digiunare nel corso del weekend (le donne possono consumare al massimo 500 calorie, gli uomini 600). Un regime alimentare strettissimo, che a lungo andare procura danni al fegato, al cuore e addirittura al cervello.

L’alimentazione è un argomento molto importante e che dovrebbe essere trattato con moltissima cautela. L’allarme è stato anche lanciato dall’ADI (Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione clinica), che ha messo in guardia gli internauti italiani dei pericoli nascosti dietro le miracolose diete che si trovano online. L’ADI ha così proposto un elenco di 8 regole per il corretto autocontrollo alimentare. Si va dall’idratarsi con frequenza al limitare i consumi di bevande alcoliche lontano dai pasti, passando per la riduzione del consumo di carboidrati e di pietanze grasse e fritte. Insomma, tutte regole semplici e che ognuno di noi può seguire senza troppi problemi per perdere qualche chilo senza doverci per forza rimettere la salute.

Il consiglio è quello di rivolgersi sempre e comunque ad un nutrizionista e ad un dietologo, che sapranno consigliarvi meglio di qualsiasi guru scovato online. Perché c’è gusto anche nel perdere peso lentamente.

 

5 maggio 2013

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb