L’ultima versione, del 2011, è uscita come applicazione per dispositivi mobili Apple e Android (smartphone e tablet). Con il nuovo anno arriva una notizia per tutti gli amanti di SimCity: il gioco di simulazione che permette di creare e gestire la propria città è tornato. La data di uscita è fissata al 7 marzo 2013, ma, con una registrazione sul sito ufficiale, è già possibile scoprirne la versione beta. 
 
Sono passati ben 28 anni dall’uscita di Micropolis, che può essere considerato l’antenato di SimCity. Da allora sono state lanciate varie versioni del game, considerato uno dei più importanti di tutti i tempi. Oggi il videogioco, disponibile sia in modalità multiplayer che singolo giocatore, permette di edificare dal nulla la propria città, ma anche più città di un’intera regione (attivando il sistema di gioco multi-città), con tante novità rispetto alle precedenti versioni. Innanzitutto, la possibilità di personalizzare gli edifici della città attraverso il simulatore di modelli estetici e di “costruire” i ploppable, ossia strutture in 3D (cliniche, caserme, stazioni di polizia ecc…) ricche di dettagli. Per tenere costantemente d’occhio il funzionamento della città, il videogioco dà, poi, l’opportunità di sfruttare i nuovi livelli di visualizzazione dei dati. Ad esempio, per conoscere la distribuzione dell’energia elettrica in città, basta cliccare sullo “strato” dell’energia, che ci mostra così la mappatura relativa alle fonti energetiche. Da soli o insieme agli amici, è possibile anche lavorare per costruire le grandi opere della propria regione, che richiedono uno sforzo da parte di tutta la comunità dei Sim, gli abitanti della città.

Micropolis, precursore di Simcity
 
Anche se la nuova versione di SimCity deve ancora fare il suo ingresso ufficiale, già circolano alcuni trucchi per espandere e difendere nel migliore dei modi la città e sfruttare a pieno le potenzialità del gioco di simulazione. Nella progettazione e realizzazione della città, innanzitutto, è importante garantire alla popolazione standard di sicurezza elevati, mettendo in conto, ad esempio, più caserme dei vigili del fuoco. Un altro punto importante riguarda le fonti di energia: anche in questo caso la scelta deve essere ben oculata, cercando un giusto equilibrio tra risorse utili alla città e non eccessivamente inquinanti. Il giocatore potrà, dunque, optare per le fonti rinnovabili,  per le centrali a carbone o per il nucleare, a seconda delle necessità. L’investimento in un settore energetico o un’industria specifica offre il vantaggio di acquisire maggiore influenza in una determinata regione.
Nella realizzazione delle grandi opere, poi, il “lavoro di squadra” è un altro trucco fondamentale: se si devono costruire infrastrutture che interessano il territorio di altre città, è bene sempre cercare la collaborazione con i Sim che le governano. 
 
Per essere sempre aggiornati e scambiarsi opinioni e consigli con gli altri fan di SimCity basta dare un’occhiata anche al profilo Facebook e all’account Twitter dedicati.  
 
15 gennaio 2013
A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb