login LOGIN
CHIUDI chiudi
Il mio profilo

mostra
Hai dimenticato la password?
Inserisci l'indirizzo email di registrazione per reimpostare la password.
Segui le istruzioni che ti abbiamo inviato per posta elettronica.

I cartoni animati in 5 minuti di Stefano Piffer

Nonostante abbiate seguito tutte le puntate di Mila e Shiro ma non avete ancora capito come è finito? Ci pensa Stefano Piffer e il suo canale YouTube a dirvelo

Holly e Benji

Di mitico gli anni '80 non hanno solamente le pubblicità dei primi gadget e dispositivi tecnologici di massa. Tutti coloro che hanno avuto la fortuna – o la sventura, dipende dai punti di vista – di vivere quel decennio, ricorderanno le interminabili serie di cartoni animati giapponesi che, per anni, hanno riempito interi pomeriggi, dettandone tempi e ritmi. Una generazione venuta su a pane e Holly e Benji (o Mila e Shiro, a seconda di quale fosse lo spot preferito), che si è commossa di fronte alle avventure di Heidi e di Anna dai capelli rossi, che ha imparato qualcosa sulla Rivoluzione Francese grazie a Lady Oscar e conosciuto l'Olimpo greco grazie a Pollon.

E Stefano Piffer è figlio autentico di questa generazione. Nato nel luglio 1974, ha vissuto in pieno la rivoluzione della TV privata generalista e trascorso molti dei suoi pomeriggi da pre-adolescente incollato al televisore guardando i varie anime (i cartoni animati realizzati in Giappone) in arrivo dalla terra del Sol Levante. Tanto da averne una sorta di venerazione.

 

 

Chi è Stefano Piffer

Nato nel luglio 1974 a Trento – dove risiede tutt'ora – Stefano Piffer ottiene una laurea in Lettere classiche e comincia a lavorare per alcune radio e alcune testate locali. Da qualche tempo il nome di Piffer è cominciato a diventare noto a livello nazionale grazie al canale YouTube che ha voluto dedicare a quella che era e resta la sua più grande passione: i cartoni animati degli anni '80. Piffer affronta il tema con uno spirito e un punto di vista molto particolare: i suoi video, nei quali racconta vita, morte e miracoli dei protagonisti del cartone animato e offre una succinta trama della storia, non superano mai i quattro minuti di lunghezza. Georgie? Il giornalista la racconta in 244 secondi, contro i 1152 minuti di durata totale dell'intera serie televisiva (45 episodi da 25 minuti ognuno).

 

Holly e Benji viene raccontato in 247 secondi, mentre nella realtà dura 128 episodi, ai quali andrebbero aggiunti i 13 episodi di “Holly e Benji: sfida al mondo”, i 46 episodi di “Che campioni Holly e Benji” e i 52 episodi di “Holly e Benji Forever”, per un totale di 249 episodi da 25 minuti ognuno. Insomma, una vera e propria epopea più simile a un racconto epico dell'antica Grecia che a un cartone animato.

Lo stesso modello è ripetuto per la gran parte degli altri cartoni animati che hanno popolato i palinsesti televisivi degli anni '80: “L'uomo tigre”, “Hello Spank”, “Anna dai capelli Rossi”, “Sui monti con Annette” e così via.

 

 

Successo immediato

I video sui cartoni animati iniziano quasi come passatempo e come un esperimento. Il primo della serie è Mila e Shiro, che richiede a Stefano Piffer un intero pomeriggio di lavoro: una decina di minuti per scrivere il testo e qualche ora nella selezione e nel montaggio delle immagini. Il successo, però, ripaga ampiamente della fatica, con decine di migliaia di visualizzazioni in poche ore.

I Tech-Quiz di Mister Plus

0/ 0
Risposte corrette
0' 0"
Tempo impiegato
Vai alla classifica

 

Il giornalista trentino decide quindi di produrre più video – il secondo racconta le gesta mitiche di Pollon, la figlia del dio Apollo – e di raccoglierli tutti in un unico canale di YouTube. Aperto lo scorso 13 giugno, oggi conta 27 videoclip, 8.200 iscritti e 1 milione e 200mila visualizzazioni circa. Tra i video più celebri, oltre a Mila e Shiro, troviamo “Kiss me Licia”, “Lady Oscar” e “Georgie”, tutti ben oltre le 100mila visualizzazioni.

13 ottobre 2014

A cura di Cultur-e
Addestramento IA non consentito: É assolutamente vietato l’utilizzo del contenuto di questa pubblicazione, in qualsiasi forma o modalità, per addestrare sistemi e piattaforme di intelligenza artificiale generativa. I contenuti sono coperti da copyright.
TecnologicaMente
Sei schiavo dello smartphone o padrone del tuo tempo?
Immagine principale del blocco
Sei schiavo dello smartphone o padrone del tuo tempo?
Fda gratis svg
Fai il test e scopri se è ora di un digital detox!
Fai il test gratuito

Iscriviti
all'area personale

Per ricevere Newsletter, scaricare eBook, creare playlist vocali e accedere ai corsi della Fastweb Digital Academy a te dedicati.