Il Google Cultural Institute non cura solamente il progetto che porta il suo nome. L’istituto culturale con sede a Mountain View si occupa anche del progetto World Wonders, sito web che mette in mostra tutte (o quasi) le meraviglie del mondo. Dalla barriera corallina agli scavi archeologici di Pompei, dalla Reggia di Versailles a Stonehenge, grazie a questa raccolta di video e fotografie realizzata da Google sarà possibile visitare le meraviglie del mondo (che sono di gran lunga superiori alle otto del mondo antico) senza muoversi dalla scrivania dell’ufficio o dalla poltrona di casa. 

 

 

Tutte le meraviglie analizzate e mostrate attraverso questo progetto di Google sono state selezionate con la collaborazione, tra gli altri, dell’Unesco, del World Monuments Fund e di CyArk. Per ogni punto di interesse (solitamente uno dei luoghi dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, ma non solo), BigG ha realizzato un sito web interattivo, corredandolo di foto, video, ricostruzioni 3D e una dettagliata descrizione. Ci si potrà così immergere nei caldi mari dell’Oceano Pacifico per ammirare la Grande Barriera Corallina, oppure ammirare Pompei al massimo del suo splendore grazie alle ricostruzioni in 3D.

 

 

Per portare avanti questo progetto, Google si avvale delle immagini catturate da Google Street View, il servizio di Big G legato alle mappe che permette di muoversi a livello stradale a 360°. Dove le automobili non possono arrivare, Google mette in moto il trike Street View, un triciclo dotato di telecamere speciali (le stesse di cui sono dotate le automobili Google) in grado di attraversare e muoversi attraverso tutti i percorsi pedonali del mondo. Inoltre, per arricchire sempre di più le raccolte fotografiche, Google fa ricorso agli scatti postati dagli utenti su Panoramio, social fotografico di proprietà di Google.

Gli insegnanti possono poi utilizzare questo progetto per mostrare ai loro alunni le meraviglie del mondo (sia antico che moderno) da una prospettiva differente. E non solo, perché per ogni sito di interesse storico, paesaggistico e architettonico sono presenti schede e altro materiale didattico disponibile gratuitamente per i docenti delle scuole di primo e secondo grado. Insieme al materiale è possibile trovare anche suggerimenti per piani di lezione, fogli di lavoro per gli studenti e presentazioni.

 

 

I siti sono suddivisi in 10 categorie: Architettura, Città, Luoghi di culto, Meraviglie della natura, Monumenti e Memoriali, Palazzi e Castelli, Parchi e giardini, Regioni e paesaggi, Siti archeologici e Siti storici. Tutti e sei i continenti (America del nord e America del Sud, Africa, Asia, Europa, Oceania e Antartide) sono rappresentati con almeno un sito, per un totale di 132 World Wonders di 18 differenti Paesi che impreziosiscono la vita degli oltre 7 miliardi di abitanti della Terra.

 

14 maggio 2013

 

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb