Una mappa è solo una mappa? Concetto del passato, molto vintage. Dalla prima giornata del Google I/O 2013 arrivano grosse novità anche per Google Maps e da Mountain View ci tengono a far sapere che non hanno solo rivoluzionato il loro sistema di cartografia digitale, ma hanno voluto scrivere una nuova pagina nell’universo della cartografia in generale.

 

 

La rivoluzione cui sono andate incontro le mappe di Google è culturale prima ancora di essere grafica e tecnologica. E basta scorrere la lista delle nuove caratteristiche per capirlo. Con il nuovo aggiornamento (ancora per pochi “eletti”, ma ben presto reso pubblico) ogni utente avrà una mappa ritagliata esattamente sulle proprie necessità ed esigenze. Non esisterà più solamente “una” New York, “una” Roma, “una” Parigi. Ma ne esisteranno tante quanti sono gli utenti Google: ci sarà una New York cucita sulle esigenze di John, una sulle esigenze di Frank, una sulle esigenze di Sarah e così via anche per le altre città.

 

La mappa si adatta alle tue esigenze

 

Le nuove Google Maps saranno completamente interattive e, ad ogni click dell’utente, si disegnerà una “nuova” mappa, che verrà adattata alle scelte appena effettuate. E, incredibile ma vero, le mappe apprenderanno man mano che voi continuerete ad utilizzarle. Segnando i vostri luoghi preferiti o scrivendo una recensione su un bar o ristorante ne quale siete stati recentemente, le nuove mappe di Google vi mostreranno altri luoghi, più o meno vicini, che potrebbero piacervi.

 

Trova in un attimo tutto ciò che ti interessa

 

I risultati verranno segnalati direttamente sulla mappa e, cliccando sopra l’icona che li contraddistingue, si aprirà una piccola finestra dove troverete la descrizione del luogo e alcune recensioni (se ce ne sono). Non avrete più bisogno, quindi, di “abbandonare” la mappa per leggere descrizioni e recensioni sul ristorante, albergo o monumento che vi interessa, ma avrete tutto comodamente a portata di click in un’unica schermata.

 

Con l'integrazione di Google Earth potrai vedere splendidi panorami tridimensionali

 

Ma le novità non si fermano di certo qui. Google Maps ora presenterà l’integrazione con Google Earth, per immagini satellitari sempre più belle e spettacolari. E grazie alle nuove immagini di Google Street View si potrà visitare il Grand Canyon, scalare la vetta del Kilimanjaro o addirittura immergersi negli oceani alla scoperta dei più fondali marini più belli al mondo.

Tra le altre caratteristiche che verranno aggiunte nelle nuove mappe di Google troviamo la possibilità di consultare le informazioni sui voli (integrazione, quindi, con Google Flight in vista) e la possibilità di ottenere indicazioni stradali (sia pedonali che per automobile). Basterà selezionare il punto di arrivo cliccando direttamente sulla mappa e il motore di Google Maps calcolerà istantaneamente quale sia la strada più breve da seguire per arrivare a destinazione.

 

17 maggio 2013

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb