La politica di Google ha da sempre favorito la creazione di contenuti da parte degli utenti (user generated content) per migliorare l'efficacia dei servizi offerti al pubblico. Per ottimizzare le informazioni presenti in Google Maps, nel 2008 Big G decide di lanciare la piattaforma Google Map Maker: ogni utente può liberamente aggiornare la cartina della propria città aggiungendo ristoranti, bar, stazioni di rifornimento, POI (Point of Interest), strade e ponti.

Un'avventura proseguita sino al maggio 2015, quando Big G si vede costretta a sospendere Google Map Maker a causa dell'intervento, non esattamente ortodosso, di alcuni vandali digitali. Google Map Maker torna online nell'agosto 2015, dopo che la società di Mountain View ha messo mano al sistema di verifica delle informazioni inserite dagli utenti: in particolare, l'introduzione dei Leader regionali, il cui compito sarà quello di controllare e rivedere le modifiche apportate dagli utenti, dovrebbe permettere un maggior controllo sul sistema.

Che cosa è Google Map Maker

Per iniziare a dare il proprio supporto alla community di Google Map Maker, è necessario effettuare l'accesso al servizio con le proprie credenziali di Google. Dopo aver completato il tutorial iniziale (alcuni video con dei consigli su come cambiare la posizione di ristoranti e punti di interesse), l'utente potrà modificare le informazioni presenti nelle mappe dell'azienda di Mountain View.

 

Cosa si può fare con Google Map Maker

 

Il servizio di Big G è molto simile a OpenStreetMap, progetto open source nato nel 2004 con l'obiettivo di mappare tutte le strade, i parchi e i confini geografici presenti sul globo terrestre. Sussistono, tuttavia, alcune differenze tra i servizi offerti dai due contender: mentre in OpenStreetMap le cartine sono un bene pubblico e con licenza libera, in Google Maps sono di proprietà della società di Mountain View e ogni utente cede i diritti delle modifiche effettuate.

Come funziona

Dopo aver effettuato il login in Google Map Maker, l'utente troverà un'interfaccia molto simile a Google Maps, con l'aggiunta di alcune funzionalità utili a modificare le informazioni presenti nelle mappe. Se durante la navigazione in Google Maps Maker l'utente riscontra un errore, ha due possibilità: aggiungere un nuovo luogo o aggiornare una strada o delle indicazioni già esistenti.

 

Aggiungi un luogo

 

Cliccando sul pulsante rosso Aggiungi presente in alto, si aprirà un menu a tendina con due diverse opzioni: Aggiungi un luogo o Aggiungi una strada, ferrovie. Scegliendo la prima opzione, si potrà inserire sulla mappa un nuovo punto d'interesse (ristorante, ospedale, banca, cinema), mentre con la seconda si dovrà tracciare con il cursore del mouse un nuovo sentiero o sottopassaggio.

 

Aggiungere una nuova strada con Google Map Maker

 

Ogni modica dovrà essere accettata dallo staff delle piattaforma (i già citati Leader regionali).

 

Aggiungere un luogo su Google Map Maker

Premendo sul bottone Modifica, invece, si aprirà un menu a tendina con quattro diverse sezioni: Seleziona un luogo (punti di interesse), Seleziona una linea (per modificare vie, sentieri, fiumi), Seleziona segmenti della strada (per cambiare la geometria di alcune arterie), Indicazioni stradali (per aggiornare divieti di sosta o sensi unici).

 

Modifiche in corso su Google Map Maker

 

Nella sezione Esplora (in alto a destra) è possibile controllare le modifiche in attesa di approvazione e quelle già effettuate.

Quando si aggiunge un nuovo luogo (bar, ristorante, ospedale) è possibile specificare il proprietario e l'orario di apertura e chiusura, e le informazioni di contatto come numero di telefono ed e-mail, nell'ottica di fornire un servizio completo e a misura d'utente.

I Leader regionali

Dopo la chiusura momentanea per colpa di alcuni troll , Google ha deciso di cambiare il processo di revisione delle modifiche introducendo i Leader regionali. Ogni nazione avrà dei rappresentanti esperti del territorio che dovranno controllare e decideranno in autonomia se accettare o rifiutare una modifica. In questo modo il processo di revisione viene accentrato in poche mani, togliendo potere agli utenti occasionali. I Leader regionali sono stati scelti tra i frequentatori della piattaforma che nel tempo si sono rivelati più efficienti e affidabili.

L'importanza per un'azienda

Per un'impresa di medie e piccole dimensione è fondamentale utilizzare Google Map Maker per posizionare il proprio business sulle mappe dei Mountain View. Oltre a ricevere un'esposizione  gratuita su un servizio usato da milioni di utenti, si ha la possibilità di migliorare le informazioni fornite dai motori di ricerca. Presidiare il proprio territorio e curarlo con la massima attenzione sono i paletti fondamentali per ogni buona azienda (e per ogni buon piano di marketing).

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb