Il Mobile World Congress 2018 di ABrcellona è oramai alle spalle e all'evento spagnolo si sono visti i primi smartphone che debutteranno sul mercato nei prossimi mesi. Il Samsung Galaxy S9 e Galaxy S9+ è già disponibile sul mercato ed è il primo e vero proprio top di gamma Android a debuttare nel 2018. Il primo di una lunga lista: nei prossimi mesi saranno lanciati tutti gli smartphone Android più attesi dagli utenti: il Huawei P20, LG G7, HTC U12+, OnePlus 6, solo per citarne alcuni. Il Mobile World Congress 2018 ha dato indicazioni importanti su come si stanno muovendo le aziende nello sviluppo dei loro smartphone. Il design sta cambiando profondamente: grazie all'utilizzo di schermi con rapporto d'aspetto di 18:9 le cornici si sono ridotte notevolmente, e l'idea di avere uno smartphone "a tutto schermo" non è più campata in aria. Un esempio è l'Asus Zenfone 5 visto al MWC 2018 di Barcellona che ha un display che occupa oltre il 90% della parte frontale del display. Per non parlare del Vivo Apex, uno smartphone-prototipo visto sempre alla fiera spagnola che ha uno schermo che occupa ben il 98% della parte frontale del display. Per arrivare a toccare una percentuale del genere è necessario adottare tecnologie innovative, ed è esattamente quello che ha fatto Vivo.

Il 2018 non sarà un anno di transizione per il mondo degli smartphone. I telefonini (è ancora possibile chiamarli così?) stanno andando spediti verso una nuova era che li porterà a essere dei dispositivi flessibili. Per la fine dell'anno, infatti, è prevista la presentazione del Samsung Galaxy X, il primo smartphone con schermo flessibile (un dispositivo con schermo pieghevole è stato già presentato da ZTE lo scorso anno). Ma prima di parlare di come sarà il futuro, concentriamoci sui prossimi mesi del 2018. Nel giro di pochi anni gli smartphone sono passati da essere dei dispositivi con schermi grandi e cornici spesse, a device maneggevoli e con display ancora più grandi. E questa tendenza sarà ancora più marcata sugli smartphone Android che usciranno tra la primavera e l'estate 2018. Dalle immagini trapelate in questi mesi sui vari Huawei P20, LG G7 e OnePlus 6 si nota una sorta di standardizzazione del design che ha portato le aziende a dotare i loro smartphone di schermi grandi (almeno 6 pollici), cornici sottili e del notch, ovvero la "tacca" sulla parte frontale dello schermo che ha debuttato lo scorso anno sull'iPhone X e che nel 2018 caratterizzerà molti smartphone Android, tanto da costringere Google a supportare la rientranza dalla prossima versione del sistema operativo mobile (Android P). Ecco gli smartphone Android più attesi nei prossimi mesi del 2018.

Huawei P20 e Huawei P20 Pro

 

 

La data di presentazione è stata già fissata: 27 marzo 2018 a Parigi. Huawei presenterà i suoi nuovi top di gamma in un evento ad hoc nella capitale francese. I protagonisti saranno il Huawei P20 e P20 Pro. Dopo la performance non eccezionale del P10, l'azienda cinese ha preferito portare cambiamenti profondi al suo dispositivo più famoso. Grazie alle indiscrezioni uscite in questi mesi, il Huawei P20 e P20 Pro non hanno più segreti. Entrambi saranno caratterizzati da uno schermo 18:9 (diverso nella grandezza), da cornici molto sottili e dal notch, che fa il suo debutto anche su uno smartphone Huawei. I due dispositivi monteranno il Kirin 970 (lo stesso processore presente anche sul Mate 10 Pro) e avranno delle funzionalità avanzate per l'intelligenza artificiale. Ma la caratteristica più interessante riguarda il comparto fotografico: il Huawei P20 Pro sarà il primo smartphone ad avere ben tre fotocamere posteriori. Il sensore principale (forse da 40 Megapixel, ma certezze su questo punto non ce ne sono), sarà affiancato da altri due sensori, uno dedicato alle immagini in bianco e nero e l'altro allo zoom ottico. L'azienda cinese punta proprio sulle immagini per tornare a dire la sua nel settore degli smartphone top di gamma. Il prezzo dei due dispositivi dovrebbe viaggiare introno ai 600-800 euro.

OnePlus 6

 

oneplus 6

Il OnePlus 5T è considerato da molti esperti del settore come il miglior smartphone Android per quanto riguarda il rapporto qualità-prezzo. E sarà proprio da questa caratteristica che l'azienda cinese ripartirà per realizzare il OnePlus 6. Lo smartphone è atteso tra la fine di maggio e l'inizio di giugno a un prezzo inferiore rispetto agli altri top di gamma Android. Per il OnePlus 6, l'azienda cinese dovrebbe apportare dei cambiamenti al design, adottando il notch nella parte frontale e limando ancora di più le cornici di per sé già molto sottili. A bordo ci sarà lo Snapdragon 845 con almeno 8GB di RAM e 128GB di memoria interna (i primi benchmark apparsi su AnTuTu, piattaforma utilizzata per testare le prestazioni degli smartphone, fanno pensare a una scheda tecnica che sia addirittura superiore alle nostre supposizioni). Si attende un ulteriore passo in avanti anche sotto il punto di vista del comparto fotografico, aspetto su cui OnePlus si è focalizzata molto nell'ultimo periodo. Vedremo cosa ci riserverà l'azienda cinese per giugno, ma il OnePlus 6 è fin da ora uno degli smartphone più attesi dell'anno.

Sony Xperia XZ2 Compact

 

 

Presentato al Mobile World Congress 2018, il Sony Xperia XZ2 Compact è uno smartphone che ha suscitato la curiosità di tutti gli addetti ai lavori. In un telefonino dalle dimensioni molto compatte (schermo da soli 5 pollici e con cornici ridotte rispetto al passato), Sony è riuscita a inserire un comparto hardware da vero top di gamma, a partire dal chipset Snapdragon 845. Molto interessante anche la fotocamera posteriore, che permette di registrare video in slow motion. Per chi non ama la nuova moda che vede protagonisti smartphone dagli schermi sempre più grandi, il Sony Xperia XZ2 Compact è sicuramente il telefonino perfetto.

LG G7

LG G7 meriterebbe un articolo a parte solo per la storia che lo accompagna negli ultimi mesi. L'azienda sudcoreana ha prima affermato che non avrebbe più prodotto smartphone con cadenza annuale (cosa che ha fatto pensare alla cancellazione del LG G7), per poi mostrare in gran segreto uno smartphone inedito al Mobile World Congress 2018 che è stato presentato con il nome di LG G7 Neo. Nei giorni successivi al MWC 2018 sono arrivate ulteriori indiscrezioni che hanno confermato la presentazione dello smartphone tra fine aprile e inizio maggio. LG G7 dovrebbe montare lo Snapdragon 845 con 6GB di RAM e 128GB di memoria interna. Il comparto fotografico dovrebbe essere caratterizzato da un sistema di intelligenza artificiale che aiuterà l'utente a scegliere la modalità migliore per scattare le immagini.

Nokia 9 / Nokia 8 Pro

 

nokia 9

Nokia è stata la vera protagonista del Mobile World Congress 2018. Con la presentazione di cinque nuovi smartphone, l'azienda finlandese si candida a essere una delle protagoniste del 2018. Finora ciò che manca alla line-up di Nokia è uno smartphone che sia veramente innovativo e soprattutto possa essere considerato un top di gamma. Secondo i rumor, uno smartphone del genere arriverà, ma bisognerà aspettare dopo l'estate. Nokia dovrebbe lanciare due dispositivi: il Nokia 8 Pro, ulteriore aggiornamento del Nokia8 e del Nokia 8 Sirocco, e il Nokia 9. Quest'ultimo dovrebbe lo smartphone Android top di gamma dell'azienda finlandese: Snapdragon 845, 6GB di RAM e 128GB di memoria interna. Schermo ampio, cornici sottili e ben cinque fotocamere posteriori (grazie a un particolare sistema circolare sviluppato dall'azienda tedesca Carl Zeiss). Ancora pochi mesi e vedremo realmente come sarà fatto il Nokia 9.

HTC U12+

 

 

L'HTC U11+ è considerate da molti come uno dei migliori dispositivi usciti lo scorso anno. Ma ha dovuto fronteggiare diversi problemi, perlomeno in Italia: un'uscita sul mercato in notevole ritardo rispetto alle attese, e una scarsa (per non dire nulla) pubblicità da parte dell'azienda taiwanese. Ma l'HTC U11+ sarà la base da cui ripartire per realizzare l'HTC U12+ che dovrebbe debuttare a maggio. Il design dovrebbe essere leggermente differente, mentre a bordo troveremo le migliori componenti hardware disponibili sul mercato, a partire dallo Snapdragon 845.

Cat S61

 

cat s61

Uno smartphone che ha poco a che vedere con i dispositivi presentati finora. Si tratta di uno smartphone rugged, ovvero di un dispositivo indistruttibile pensato per coloro che svolgono lavori pesanti, come quelli da cantiere. La particolarità del Cat S61, che arriverà sul mercato nel secondo trimestre, è la presenza di sensori che lo rendono perfetto per alcuni tipo di lavori. Ad esempio, integra i sensori per la qualità dell'aria o per l'umidità, mentre la fotocamera è termica ed è capace di individuare le fonti di calore. La batteria da 4500mAh permette di arrivare a fine giornata senza troppi problemi.

18 marzo 2018

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb