Arrivata alla sua trentunesima edizione, la Giornata mondiale senza tabacco è una ricorrenza istituita dall'Organizzazione Mondiale per la Sanità e celebrata il 31 maggio di ogni anno. Come lascia intendere anche il nome, il World No Tobacco Day (questo il suo nome originale in inglese) si pone l'obiettivo di sensibilizzare la popolazione sui danni provocati dal fumo, sia attivo sia passivo, e fornire consigli e indicazioni su come smettere di fumare e riacquistare uno stile di vita sano ed equilibrato.La peculiarità della Giornata mondiale senza tabacco è la sua tematicità. Gli organizzatori, infatti, scelgono un tema annuale attorno al quale focalizzare iniziative, convegni e materiale informativo. Il tema della Giornata mondiale senza tabacco 2018 è "Tabacco e malattie cardiache". Il brutto vizio di fumare, infatti, è la seconda causa di malattie cardiovascolari, mentre l'uso di tabacco e l'esposizione al fumo passivo contribuiscono a circa il 12% di tutte le morti per malattie cardiache.

 

 

A essere particolarmente in pericolo, sono le donne. Stando ai dati di una ricerca condotta dall'Istituto Veronesi, nel nostro Paese cresce il numero di fumatori di sesso femminile, con una maggiore incidenza nelle donne in età avanzata e del Sud della Penisola. Secondo i dati della ricerca, il 45% delle donne fuma e il 38,6% lo fa tutti i giorni; il 10% circa fuma almeno 16 sigarette al giorno. Gran parte delle fumatrici è ovviamente interessata a smettere di fumare, ma prevale la scarsa fiducia nel riuscirci, acuita dalla sottovalutazione del danno provocato dal fumo e dalla paura di ingrassare.

La tecnologia contro il fumo

Da diversi anni a questa parte, moltissime aziende e startup sono impegnate nell'ideazione e realizzazione di gadget che aiutino le persone a smettere di fumare. Dispositivi di questo genere possono assumere forme e funzionalità più differenti. Il Pavlok Trainer, ad esempio, è un braccialetto smart che rilascia una piccola scossa elettrica ogni volta che si prova ad accendere una sigaretta e portarla alla bocca (così da scoraggiare a livello inconscio il tabagismo). Il Quitbit Smart Lighter è un accendino "intelligente" perfettamente funzionante e dotato di un piccolo schermo che segnala le volte che lo abbiamo utilizzato nel corso della giornata, bloccandosi autonomamente nel caso in cui abbiamo fumato troppo nel corso della giornata.

 

 

Tra le varie soluzioni proposte, però, ce n'è una di uso comune che ha dimostrato da tempo la propria efficacia nei programmi per smettere di fumare. Si tratta dello smartphone, nostro fidato compagno per chiamate vocali, invio di messaggi testuali e campagne anti-tabagismo.

Le app per smettere di fumare

Se vi chiedete come smettere di fumare grazie allo smartphone, non arrovellate troppo il cervello. Basta scaricare l'app che meglio si adatta al vostro stile di vita e alla vostra volontà di smetterla con sigarette e tabacco e il gioco è fatto.

  • QuitNow. Tra le soluzioni più complete ed efficaci per smettere di fumare, QuitNow! vi guiderà verso il raggiungimento del vostro obiettivo grazie a consigli e suggerimenti quotidiani. L'app, disponibile per Android e iOS e caratterizzata da un'interfaccia utente estremamente intuitiva, vi aiuterà a gestire e combattere l'ansia generata dall'assenza di tabacco e nicotina mostrando il tempo trascorso dall'ultima sigaretta accesa, il tempo che avete risparmiato e i soldi che non avete speso. A questo si aggiungono alcuni indicatori sul vostro stato di salute (basati su dati e ricerche dell'Organizzazione Mondiale per la Salute), con obiettivi che si sbloccano a seconda del tempo trascorso dall'ultima sigaretta. Non manca, poi, una sezione dedicata alla community, alla quale "appellarsi" quando si crede di non potercela fare

 

 

  • Smoke Free. Pur non essendo localizzata in italiano e non avendo un contatore in euro, Smoke free è un'app di grande aiuto se si vuole smettere di fumare. Dopo averla installata sul proprio dispositivo (è disponibile sia per iPhone sia per smartphone Android) e aver segnalato il primo giorno senza sigarette, Smoke Free inizierà a monitorare i miglioramenti del vostro stato di salute, mostrerà il superamento di obiettivi giornalieri e quotidiani e permetterà di capire quanto si sta risparmiando evitando di comprare sigarette
  • App per smettere di fumare. Il nome piuttosto evocativo ha permesso a quest'app Android di scalare rapidamente le classifiche di rendimento tra gli utenti italiani. Dalla sua interfaccia semplice e di immediata comprensione, permette di ricavare informazioni sul proprio stato di salute e i miglioramenti che si registreranno giorno dopo giorno, il numero di sigarette non fumate e soldi risparmiati. Non manca, poi, l'elemento della gamification: a seconda del proprio impegno, si riceveranno medaglie e riconoscimenti – virtuali – da condividere con i propri amici e contatti sui social

 

Kwit

 

  • Kwit. Dall'aspetto giovanile e moderno, Kwit è una delle ultime app per smettere di fumare a essere stata rilasciata su App store e Google Play Store. Nonostante la sua "giovane età", Kwit fa un eccellente lavoro di motivazione, basando il percorso di disintossicazione dal tabacco su 84 obiettivi sbloccabili nel tempo. L'ex fumatore (o presunto tale) dovrà quindi impegnarsi a fondo per riuscire nella sua impresa e dire addio una volta per tutte alle sigarette

 

31 maggio 2018

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb