Tanti problemi, poche gioie. Così si possono riassumere i primi giorni di Fallout 76, ultima fatica uscita dai laboratori di Bethesda Softworks, quinto capitolo di una delle serie videoludiche più amate di sempre. A tre anni di distanza da Fallout 4, la software house statunitense ha pubblicato un titolo rivoluzionario per la serie: può essere giocato solamente online e per portare a termine le missioni è necessario cooperare con i propri compagni di squadra. Un cambiamento notevole per un videogame che faceva dell'esperienza in single player il proprio tratto distintivo. L'obiettivo era di svecchiare i meccanismi oramai ripetitivi di una serie di successo come Fallout, cercando di modernizzarla e di renderla appetibile a un pubblico più vasto. L'esperimento della software house statunitense, però, non è andato a buon fine. Basta leggere i commenti dei giocatori che hanno acquistato il videogame o le recensioni degli esperti di settore per capire che Fallout 76 ha più di qualche problema. Gameplay a tratti imbarazzante, bug e glitch grafici che rendono Fallout 76  impossibile da giocare. Bethesda è già corsa ai ripari rilasciando una patch che corregge alcuni problemi, ma la situazione resta ancora complicata.

 

 

Gli errori tecnici degli sviluppatori hanno rovinato un videogame che sotto alcuni aspetti è molto interessante. Fallout 76 presenta la migliore storia della serie: profonda, con risvolti interessanti e colpi di scena inaspettati. Il videogame è a tutti gli effetti un prequel dei capitoli precedenti: ambientato a una ventina di anni di distanza dall'esplosione dell'ordigno nucleare che ha distrutto il pianeta, il giocatore impersona una delle poche persone sopravvissute grazie al fatto di essersi rifugiata all'interno del Vault 76. Una volta uscito dal rifugio, il giocatore viene catapultato in un mondo dove animali, persone e vegetazione sono stati sostituiti da creature demoniache e infette.

 

fallout 76 recensione

 

Le novità introdotte da Bethesda Softworks per cambiare il gameplay non hanno certo migliorato il videogame. Anzi, hanno solamente complicato l'esperienza di gioco rendendola ancora più caotica. Se state avendo dei problemi nel completare delle missioni, non dovete preoccuparvi, non siete gli unici. Per superare gli ostacoli iniziali, potrebbe fare al caso vostra la nostra guida con alcuni trucchi e consigli per avanzare nella storia e completare nel più breve tempo possibile Fallout 76.

Tenere sotto controllo i parametri vitali

Mangiare e bere svolgono un ruolo fondamentale in Fallout 76: per nessun motivo bisogna saltare un pasto o non bere dell'acqua per idratarsi. Una delle novità introdotte da Bethesda riguarda la salute psico-fisica del proprio personaggio: mangiare e bere permettono di non morire e avere sempre i riflessi pronti. Inoltre, mangiando e bevendo diminuiscono le probabilità di prendere qualche malattia.

Fate attenzione a ciò che mangiate

Mangiare è importante, ma non tutti i cibi sono sani. Un consiglio: prima di ingerire un pezzo di carne crudo andato a male o vecchio di qualche giorno, cucinatelo. Probabilmente non vi ricaricherà la vita, ma perlomeno non vi sentirete male.

Come guadagnare Atomi

 

 

Gli Atomi sono la valuta di Fallout 76 e permettono di effettuare microtransazioni e di acquistare prodotti dallo store del videogame. Ma cosa bisogna fare per guadagnare Atomi? Molto semplice, basta completare le missioni, anche le più semplici come raccogliere della legna o uccidere un robot. Più si va avanti nel gioco e maggiori saranno i premi che si guadagneranno dal completamento delle missioni.

Raccogliete tutto

Il crafting è sempre stato uno degli aspetti più interessanti di Fallout e anche in questo nuovo capitolo riveste un ruolo fondamentale. Il nostro consiglio è di raccogliere tutto quello che incontrate lungo il vostro cammino: saranno risorse che vi potranno essere utili in futuro per sviluppare le armi o per aumentare la vostra vita.

Riposatevi

 

 

Se dopo uno scontro siete rimasti senza vita, l'unico modo per recuperarla velocemente è mettervi a letto. Bastano poco meno di 30 secondi di riposo per ricaricare completamente la vita e poter tornare a giocare con i propri compagni.

26 novembre 2018

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb