Stanchi del caldo, infastiditi da spiagge affollate, annoiati dalle chiacchiere del vicino d’ombrellone? Se volete rifugiarvi in un luogo decisamente fresco, immerso nel silenzio e poco frequentato, potete iniziare ad esplorare il Polo Sud. Grazie a Google Street View, è infatti possibile realizzare un viaggio virtuale nelle lande ghiacciate dell’Antartide: alle immagini già visibili dal settembre 2010, sono state da poco aggiunte nuove panoramiche catturate grazie alla collaborazione del Polar Geospatial Center presso l'Università del Minnesota e del New Zealand Antarctic Heritage Trust. 


Qualche esempio? Ci sono le immagini delle colonie di pinguini di Cape Royds, oppure quelle della storica capanna di Shackleton e di Scott, che isieme ad Amundsen sono stati i protagonisti della scoperta dell’Antartide. Ora è anche visibile il South Pole Telescope, il radiotelescopio di dieci metri situato proprio presso la base Amundsen-Scott. Si possono vedere gli interni di questi piccoli rifugi, curiosare tra le caratteristiche degli ambienti e capire come siano riusciti a garantire la presenza dell’uomo anche in condizioni estreme.

Per offrire una visualizzazione perfetta agli utenti, i fotogrammi sono stati scattati con una macchina fotografica con obiettivo quadrangolare (lente 'fisheye') e un treppiede leggero. “Con queste immagini - spiega sul blog Google Alex Starns, manager di Street View - i geologi possono rintracciare strati sedimentari nelle Dry Valleys direttamente dalle loro scrivanie, e gli studenti possono familiarizzare con le colonie di pinguini sulla Snow Hill Island con un solo click".…e noi rinfrescarci un po’ le idee.

13 agosto 2012

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb