Il futuro dei pagamenti passerà attraverso gli smartphone e i tablet. È una tendenza inarrestabile: Google ha da tempo sviluppato una sua app per i pagamenti digitali (Google Wallet), l'azienda Ticket Restaurant ha dato vita a un’app per il pagamento del pranzo tramite smartphone. A questo punto la domanda nasce spontanea: come si sta muovendo Apple in uno di quei settori che si preannuncia tra i più profittevoli dei prossimi anni? La risposta è Passbook, un’applicazione a metà tra portafogli e faldone virtuale.

 

Un biglietto di un concerto salvato in Passbook

 

Per capire il perché di questa natura ibrida, spieghiamo cosa è Passbook. Introdotta con iOS 6, ultima major release del sistema operativo mobile di casa Apple, questa app permette di conservare copie digitali di biglietti d’aereo, biglietti ferroviari, biglietti d’ingresso per cinema, concerti e spettacoli teatrali, coupon e buoni acquisto vari. Non può essere, quindi considerata un’app “portafogli” al pari di Wallet perché al suo interno non vengono archiviate carte di credito o altre tipologie di moneta digitale. Eppure, allo stesso tempo, non è nemmeno un semplice raccoglitore perché custodisce anche oggetti di un certo valore. Per ogni biglietto o coupon, Passbook generaun codice visuale (come un QR code) che vienetrattato alla stregua di una prova d’acquisto digitale.

Ma come funziona l’app di casa Apple? Per utilizzare Passbook è necessario installare applicazioni sviluppate da parti terze (quindi non Apple) che supportano questa funzionalità. Diverse compagnie aeree e ferroviarie hanno già rilasciato la loro app, così come alcune agenzie di emissione biglietti e alcune grandi catene di fast-food. Una volta che si effettua un acquisto tramite queste app, sarà possibile scaricare un codice grafico (un QR code, PDF417, Aztec), che verrà archiviato in un’apposita sezione di Passbook. Nel caso in cui non fosse disponibile l’applicazione, non disperate: è possibile aggiungere sconti e biglietti sul vostro Passbook anche cliccando su link inviati nei messaggi email di prenotazione o su url presenti in siti web.

 

Un Pass per un albergo statunitense

 

Per utilizzare il vostro Passbook, non bisogna fare nulla. Grazie al sistema GPS, infatti, l’app sarà in grado di capire quando si è arrivati a destinazione (ad esempio in albergo, all’aeroporto o a teatro) e mostrare sul lockscreen del dispositivo mobile il pass di cui abbiamo bisogno. A quel punto basterà solamente passarlo sullo scanner e il gioco è fatto.

 

17 aprile 2013

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb