Wolfenstein: the old blood è uno sparatutto d'azione in prima persona sviluppato da MachineGames e rilasciato in formato digitale per piattaforma Windows, PlayStation 4 e Xbox One il 5 maggio 2015. La release del gioco in formato fisico (su dischi, per intendersi) è prevista per il 14 e 15 maggio 2015. Ennesimo capitolo della saga di Wolfenstein, è un prequel di Wolfenstein: the new order rilasciato nel 2014. Il protagonista è il veterano di guerra William “B.J.” Blazkowicz che, nel 1946, è alla ricerca di un compound militare all'interno del quale si nascondono gli ultimi nazisti ancora in vita.

Il gamer sarà chiamato ad esplorare i vari livelli muovendosi a piedi e facendo strage di nemici non appena li incontrerà. La storia è suddivisa in capitoli che il videogiocatore dovrà completare in sequenza se vorrà arrivare al termine della modalità Storia: per fare ciò potrà utilizzare una lunga serie di armi, così da superare ostacoli sempre più complessi.

 

 

Come si gioca a Wolfenstein: the old blood

Wolfenstein: the old blood mutua moltissimi aspetti del gameplay del suo predecessore. Si tratta, come detto, di uno sparattutto da giocare in soggettiva nel corso del quale il gamer sarà chiamato a sbarazzarsi di tutti i soldati tedeschi e i nemici che gli si pareranno di fronte: solo in questo modo, infatti, riuscirà ad avanzare e portare a termine le varie missioni di cui si compone il gioco.

Per portare a termine i suoi obiettivi, William Balzkowicz potrà adottare diverse tattiche di combattimento: dal corpo a corpo sino agli attacchi incendiari e dinamitardi. Per evitare di finire sotto tiro o di restare ucciso sotto i colpi del nemico, il gamer potrà sfruttare tutti gli elementi – mobili e statici – che il gioco offre a mo' di copertura ed avanzare indisturbato (o quasi) verso la base nemica.

 

 

Ovviamente, si avrà accesso a un ricco inventario di armi, che potranno essere collezionate (raccogliendole da terra, prendendole dai cadaveri dei nemici oppure trovate nel corso del gioco) e utilizzate senza grosse difficoltà. Inoltre, le armi potranno essere personalizzate tramite speciali pacchetti di espansione.

Wolfenstein: the old blood, le recensioni

  • EveryEye. Un buon titolo, che non potrà mancare nella collezione di tutti coloro che hanno apprezzato Wolfenstein: the new order. Questa l'opinione di Francesco Fossetti, editor e recensore del portale specializzato in videogiochi e tecnologia EveryEye. Anche se nel finale lo sviluppo della storia sembra essere stato un po' troppo trascurato e viene prediletto l'aspetto più meccanicamente feroce del titolo precedente, The old blood resta un videogame apprezzabile, dotato di un gameplay dal sapore antico. Per questo motivo l'ultima fatica della software house svedese merita un voto che rasenta l'eccellenza: un 7,8 che farà contenti tutti i fan della saga

 

Wolfenstein: the old blood

 

  • SpazioGames. Anche se l'intelligenza artificiale fa ogni le bizze (ma solo di tanto in tanto) e la trama è leggermente sottotono, Wolfenstein: the old blood mostra come la vecchia scuola videoludica sia migliore di quella moderna e, se adeguatamente pungolata, sa ancora offrire ottimi spunti. Di certo, si legge nella recensione di Tommaso Valentini di SpazioGames, molti elementi di questo titolo sono mutuati da Wolfenstein: the new order, ma vista l'alta qualità di quest'ultimo titolo sarebbe davvero da sciocchi lasciarsi sfuggire questo nuovo capitolo della saga. Il gameplay esaltante e il buon livello di sfida permettono al titolo di MachineGames di raggiungere un bell'8 in pagella

 

Wolfenstein: the old blood

 

  • Multiplayer. Nonostante qualche piccolo dettaglio, con Wolfestein: the old blood gli svedesi di MachineGames confermano quanto di buono avevano mostrato con il capitolo precedente della saga. Ottima longevità, vena creativa briosa e, soprattutto, delle ottime variazioni sul tema che permettono a the old blood di diversificarsi da the new order senza allontanarsi, però, dal solco tracciato. Per questi motivi – e molti altri – Stefano Brocchieri del portale Multiplayer premia l'ultimo capitolo della saga con un 8,3

 

Wolfenstein: the old blood

 

  • Softpedia. Con l'ultimo capitolo della serie, MachineGames è tornata finalmente ai fasti di un tempo, quando i titoli di Wolfenstein erano attesi con trepidazione da tutta la comunità videoludica. Questa l'opinione di Andrei Dobra, che ha recensito Wolfenstein: the old blood per la piattaforma Softpedia. Il voto finale- un 9 – è frutto di una grafica eccezionale (tanto da meritare 10) supportata da una storia e un gameplay eccellenti (9 per entrambi). Pur mutuando molti aspetti dal suo predecessore, con the old blood sono inseriti molti nuovi elementi capaci di incollare alla sedia i fan degli sparatutto in prima persona e non solo

 

Wolfenstein: the old blood

 

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb