Python è tra i linguaggi di programmazione più versatili e più semplici da apprendere. Ideato a inizio anni '90 dall'olandese Guido Van Rossum, si è rapidamente diffuso negli ambienti lavorativi di tutto il mondo: Python offre ai programmatori molte risorse e funzionalità e, a dispetto della facilità d'uso, è anche molto potente.

Grazie a Python, ad esempio, si potranno gestire con estrema facilità grandi data set e si potranno muovere i primi passi nel mondo del machine learning. Pinterest, tra i social network a maggior crescita, sfrutta le potenzialità di questo linguaggio di programmazione per analizzare i database e selezionare i migliori pin da mostrare agli utenti. Insomma, Python sembra essere (e per molti è) un linguaggio di programmazione buono per "tutte le stagioni".

 

Linguaggio di programmazione

 

Imparare a programmare Python

Nel caso non conosciate i fondamentali di questo linguaggio di programmazione e siete alla ricerca di risorse utili per imparare a programmare con Python, il web può essere di grande aiuto. Zed Shaw, tra i maggiori esperti Python online, ha realizzato un ebook utile tanto ai neofiti quanto ai professionisti del settore: leggendo Learn Python: the hard way si potranno scoprire i trucchi del mestiere e alcuni trucchi non immediatamente evidenti.

Il libro di Shaw non è l'unica risorsa web per imparare a programmare in Python. Diverse piattaforme di e-learning, ad esempio, offrono corsi gratuiti per apprendere i concetti basilari di questo linguaggio di programmazione. Su Coursera si trovano videolezioni tenute da Charles Severance e diversi corsi avanzati dell'Università del Michigan, mentre Udacity offre un corso di sei settimane per muovere i primi passi nel mondo di Python.

 

Programmare che passione

 

Per ultimo, ma non in ordine di importanza ovviamente, troviamo GitHub. Sulla piattaforma ideata da Linux Torvalds per ospitare progetti e programmi open source è possibile trovare anche raccolte di risorse per apprendere i diversi linguaggi di programmazione. Non potevano mancare le repository dedicate a Python, ovviamente: CodeMentor, ad esempio, offre una raccolta di siti utili Python per imparare a programmare e risolvere i problemi più comuni che si incontrano con questo linguaggio di programmazione.

Anaconda e iPython Notebook

 

iPython

 

Se l'interprete Python messo a disposizione sul portale del linguaggio di programmazione vi rende la vita difficile, potete provare a utilizzare tool Python differenti e più user friendly. Anaconda, ad esempio, mette a disposizione del programmatore oltre 300 pacchetti Python già compilati, così da poterli combinare e aggiungere al codice sorgente del software che si sta sviluppando. iPython Notebook, invece, è un ambiente di programmazione interattivo nel quale è possibile combinare stringhe di codice di diversa provenienza e vedere i risultati "in diretta" o quasi. Anaconda e iPython Notebook permettono di programmare in maniera intuitiva e combinare moduli Python con apparente semplicità.

Iniziare dalle basi con Flask

 

Codice sorgente

 

Flask è una raccolta di mini-framework disponibili su GitHub che consentono di realizzare dei portali web interattivi in pochi passaggi. Sfruttando i componenti che si trovano nella repository e combinandoli tra loro, anche lo sviluppatore alle prime armi può realizzare un piccolo portale web in grado di ricevere e inviare informazioni di qualunque genere. Ideale, insomma, per chi è alla ricerca di progetti semplici per testare le proprie abilità con questo linguaggio di programmazione.

Django project, Python per i grandi

Se, invece, ci si volesse mettere alla prova con qualcosa di più complesso, si può fare un tentativo con Django project. Questa raccolta di framework web mette a disposizione dei programmatori risorse e strumenti molto utili per creare portali web interattivi e semplici da utilizzare. Non è un caso che sia utilizzato dai team di sviluppo di Instagram e Pinterest per la creazione di nuove funzionalità da offrire ai loro utenti.

 

Programmare

 

Giocando con le API

Molti sviluppatori hanno realizzato API Python che permettono di accedere a servizi di parti terze e sfruttare le potenzialità del linguaggio di programmazione per analizzare dati e ricavare informazioni interessanti. Sul sempre utile GitHub è possibile trovare una raccolta API varia e molto interessante: dall'interfaccia "pythonica" per Gmail agli strumenti per utilizzare al meglio Open Graph di Facebook, sarà difficile non trovare API utili per uno dei propri progetti.

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb