Le foto delle vacanze da archiviare in formato ridotto. Gli scatti del matrimonio da girare via posta elettronica ai “compagni di tavolo”. Le immagini della gara di calcio dei figli da condividere via web con tutti gli altri genitori. In queste, come in molteplici altre occasioni, sarà necessario ridimensionare le immagini onde evitare di occupare troppo spazio sul disco rigido o non riuscire ad inviare le email per colpa di allegati troppo pesanti.

Il resize delle foto (dall'inglese resize, ridimensionare) può essere un'operazione che richiede molto tempo. A seconda del numero delle foto da modificare e degli strumenti che si hanno a disposizione, si potranno impiegare da una manciata di minuti a diverse decine di minuti.

Ridimensionare le immagini con Paint

Il tool di grafica elementare incluso con tutte le versioni di Windows permette di effettuare il resize delle foto con pochi e semplici passaggi. Un'operazione che non richiede moltissimo tempo, nel caso in cui le immagini da trattare non siano moltissime: una volta fatta l'abitudine e appresi a dovere i comandi, la modifica della foto richiederà poche decine di secondi. Se le immagini saranno nell'ordine di dieci o poco più, ci si potrà “accontentare” di Paint; nel caso fosse un numero nettamente maggiore, sarà necessario guardare verso altri lidi.

 

Ridimensionare le immagini con Paint

 

Dopo aver aperto il programma e caricato la foto da ridimensionare, cliccare sul pulsante Ridimensiona (Resize in inglese) e attendere che si apra la finestra delle impostazioni. Si potrà decidere di rimpicciolire l'immagine a seconda di una percentuale ben precisa, lasciando il segno di spunta su Percentuale (Percentage in inglese), oppure selezionare Pixel e impostare una misura ben precisa. Nel caso in cui si lasci spuntata la voce Mantieni le proporzioni (Maintain aspect ratio in inglese), sarà sufficiente impostare la grandezza per una delle due dimensioni: l'altra verrà modificata automaticamente dai Paint, in modo da mantenere inalterate le proporzioni tra altezza e larghezza.

Una volta scelta la percentuale o la grandezza in pixel, sarà sufficiente salvare la foto e ricominciare da capo con una nuova immagine.

Ridimensionare le immagini online

Sul web sono presenti diversi tool che permettono di effettuare il resize delle foto seguendo, più o meno, la stessa procedura che abbiamo visto con Paint.

PicMonkey, ad esempio, è una vera e propria piattaforma di grafica elementare e fotoritocco funzionante esclusivamente sul web. Presenta alcuni degli strumenti più comuni e utilizzati quando si modifica una foto, con l'aggiunta di filtri ed effetti tipici, ad esempio, di applicazioni per smartphone. Per ridimensionare una foto basterà caricarla online cliccando sul pulsante Open nella parte alta della schermata e scegliere l'immagine sulla quale “operare”. Nella tab Basics Edits (la prima icona in alto della colonna a sinistra), cliccare sul pulsante Resize: si aprirà una piccola finestra nella quale impostare le nuove dimensioni o la percentuale di ridimensionamento.

 

Ridimensionare le immagini con PicMonkey

 

Tenendo spuntata la voce Keep proportions, le dimensioni dell'immagine verranno modificate proporzionalmente e non sarà necessario specificarle per entrambi i lati. Una volta impostate le nuove dimensioni (o la percentuale), cliccare sul pulsante verde Apply e successivamente su Save, nella parte alta della schermata. Si aprirà una nuova finestra dove scegliere il nome e qualità dell'immagine e se salvare l'immagine sul proprio hard disk oppure su Dropbox.

 

Ridimensionare le immagini con PicResize

 

Con PicResize il procedimento è leggermente differente, anche se il risultato sarà il medesimo. Dalla homepage scegliere se caricare un'immagine presente nel proprio disco rigido (cliccando sul pulsante From computer) oppure sceglierne una già presente online (cliccando sul pulsante From web). Dopo che la foto sarà stata caricata e “presa in consegna” dal sistema, si potrà modificare a proprio piacimento, aggiungendo effetti speciali, ritagliandola e, per l'appunto, rimpicciolendola.

 

Ridimensionare le immagini con PicResize

 

Nella sezione Resize my picture (ridimensiona la mia immagine) si potrà scegliere tra le varie impostazioni già presenti oppure, cliccando sull'opzione Custom size, impostare manualmente le dimensioni in pixel. In questo caso, però, bisogna fare molta attenzione: si dovrà essere precisi nel calcolare le proporzioni dal momento che il sistema non permette di mantenerle automaticamente immutate. Cliccando sul pulsante I'm done, resize my picture, si darà il via al processo di modifica della foto e al conseguente salvataggio.

Ridimensionare le immagini con Multiple Image Resizer .NET

Quando si ha a che fare con molte immagini, è consigliabile optare per un applicativo che permetta di configurare delle impostazioni di modifica “generali” da applicare, in maniera automatica, a un gran numero di foto. In casi come questi si parla di modifica batch delle foto e può essere effettuata con programmi ad hoc. Tra i migliori troviamo Multiple Image Resizer .NET.

 

Ridimensionare le immagini con Multiple Image Resizer .NET

 

La schermata di lavoro si presenta divisa in quattro parti: la colonna di destra è divisa tra le anteprime dell'immagine originale e di quella modificata, mentre la parte sinistra è quella più operativa. Da qui si aggiungono le foto – o la foto – da modificare e le varie impostazioni “generali” da applicare alla selezione di immagini. È possibile controllare l'intero processo attraverso le varie tab presenti nella parte inferiore sinistra dell'interfaccia del programma. Per caricare le foto nel programma basterà cliccare sul pulsante Aggiungi immagine singola o Aggiungi cartella di immagini.

 

Ridimensionare le immagini con Multiple Image Resizer .NET

 

Le impostazioni, invece, andranno modificate nella terza tab da sinistra (Opzioni di ridimensionamento): si potrà scegliere se rimpicciolire le foto a seconda della percentuale; impostando una lunghezza o un'altezza massima; o, nel caso di foto sia verticali sia orizzontali, impostando una dimensione per il lato più lungo. Cliccando sulla tab Opzioni di salvataggio (la penultima) si potrà scegliere la cartella dove salvare le foto, la qualità delle immagini e molto altro ancora. Per dare il là al processo, basterà cliccare su Vai

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb