“L’amore ai tempi degli smartphone”: oggigiorno anche la tecnologia fa la sua parte. Dopo l’exploit  dei siti di dating on line, da Badoo e Zoosk, fino ai classici social Facebook e Twitter, è fresca di produzione un’app che qualcuno ha definito fatta apposta per i “tecno-marpioni” 2.0.

 

Flirt Maps – questo il nome – è stata creata da uno sviluppatore italiano in collaborazione con lo staff di The Club, la famosa “sms-chat” con brevi video interviste in onda qualche anno fa su AllMusic TV. Ma come funziona? Attraverso il sistema gps viene localizzata la nostra posizione e quella degli altri iscritti. Ovunque ci si trovi, al mare o in treno, per strada o in discoteca potremmo iniziare a chattare proprio con la persona più vicina che come noi è in cerca dell’anima gemella.
Ogni profilo, corredato da informazioni basic e da una foto, entra a far parte di una community di aspiranti conquistadores e femmes fatales.

 

Le funzioni previste dall’applicazione sono varie e articolate, per permettere una “scelta della preda” che non lasci nulla al caso: come primo step, è possibile individuare potenziali conquiste da inserire nel “Radar”. Una funzione studiata proprio per tenere d’occhio le mosse del lui o della lei che si vorrebbe corteggiare.  Flirt Maps prevede la funzione di messaging, ed ecco svelati gli interessi economici degli astuti sviluppatori: l’app consente di inviare gratis solo tre messaggi, dopodiché, è richiesta la sottoscrizione di un abbonamento dalla durata e dai costi variabili.

 

Ma non finisce qui: sono previsti anche dei gettoni virtuali (Flirt Coins) che permettono di inviare “regali” a chi si vuole conquistare, così da “rompere il ghiaccio”: ovviamente sono a pagamento, quindi il regalo è virtuale ma il costo lo è un po’meno.

 


18 agosto 2012

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb