Inizia oggi la raccolta fondi dell'AIRC, Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, a favore della ricerca sul tumore pediatrico. Come ogni anno a metà primavera, la ONLUS italiana dà il là ad una campagna di sensibilizzazione sul tema, facendo forza sullo stuolo di celebrità e VIP che ne sostengono da decenni l'attività. Quest'anno sarà possibile donare dal 27 aprile al 12 maggio 2014, scegliendo una delle tante forme di donazione messe a disposizione dell'AIRC. Anche i clienti FASTWEB potranno dare il loro contributo alla ricerca chiamando il numero 45595 e scegliendo di donare 5 o 10 euro.

L'AIRC

Da circa cinquanta anni l'Associazione Italiana Ricerca sul Cancro svolge un ruolo fondamentale nel supportare i migliori centri di ricerca e i migliori ricercatori italiani. L'AIRC nasce nel 1965 con l'obiettivo di rendere il tumore sempre più curabile. Lo scorso anno, grazie alle varie campagna di raccolta fondi, la ONLUS ha raccolto e destinato alla ricerca ben 94 milioni di euro. Il processo che seleziona i progetti da finanziare è meritocratico, trasparente e premia gli studi che hanno obiettivi di notevole impatto per i pazienti oncologici. Oltre a sostenere i più avanzati programmi di ricerca, AIRC forma le future generazioni di ricercatori con percorsi dedicati.

 

 

Il tumore pediatrico

Cresce in maniera costante il numero di bambini e ragazzi dagli 0 ai 14 anni che riesce a sopravvivere al tumore infantile e pediatrico. Dal 2003 al 2008 l'82% dei bambini e l'86% degli adolescenti è in vita cinque anni dopo la diagnosi di tumore, segno che la ricerca e la prevenzione stanno dando i loro frutti. Confortanti anche i dati sull'incidenza della malattia: rispetto alla seconda metà anni '90, il numero di casi registrati è praticamente dimezzato. Questo, però, non vuol dire che bisogna fermarsi: l’unica arma per sconfiggere il cancro pediatrico è la ricerca che in questi anni ha dato risultati davvero straordinari, ma molto ancora resta da fare. L'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro sostiene i ricercatori impegnati a rendere i tumori che colpiscono i bambini sempre più curabili. I fondi raccolti dal 27 aprile al 12 maggio 2014 verranno destinati al finanziamento dei più innovativi progetti di ricerca mirati alla cura delle patologie oncologiche pediatriche.

L'AIRC, naturalmente, non è l'unica ONLUS italiana a raccogliere fondi e combattere contro il tumore pediatrico. La Fondazione Veronesi, ad esempio, offre moltissime informazioni a riguardo, con schede di sintesi e approfondimenti incentrati sui piccoli e sugli stili di vita da adottare e mantenere in caso di malattia.

L'AIRC sul web e sui social network

Per la ONLUS italiana il web sta assumendo un ruolo sempre più importante nell'opera di informazione e sensibilizzazione sul tema della cura dei tumori. Sul portale istituzionale, ad esempio, è disponibile una sezione dedicata ai tumori pediatrici, dove ricavare notizie, statistiche e approfondimenti sulla tematica. Il sito dell'AIRC offre diverse guide che aiutano a scoprire la malattia, i modi per affrontarla e prevenirla. Molto visitata, ad esempio, la sezione del portale dedicata all'alimentazione e agli stili di vita anti-cancro, due temi particolarmente cari ai mass media italiani. Fondamentale, infine, visitare le pagine dedicate alla prevenzione, dove trovare indicazioni, consigli e informazioni sulle abitudini che possono favorire l'insorgere della malattia.

 

 

Allo stesso modo, i social network stanno diventando un'arma sempre più efficacie per raggiungere fette di popolazione sempre più ampie. Sia la pagina ufficiale Facebook, sia il profilo ufficiale Twitter sono aggiornati con frequenza, fornendo a fan e follower informazioni e notizie aggiornati sulla ricerca e sulla cura del cancro. Il canale YouTube, invece, raccoglie i video promozionali realizzati dalla ONLUS italiana nel corso degli anni.

 

27 aprile 2014

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb