L'esordio, quello vero, c'è stato nel 2013 con il lancio della versione per PC e del primo capitolo della versione mobile per iOS e Android. Un successo duplice, in quella occasione: non solo il gioco ottiene una buona accoglienza da stampa specializzata e pubblico, ma rappresenta la degna conclusione di una campagna di crowdfunding che, su Kickstarter, ha permesso di raccogliere il doppio dei soldi necessari al progetto. Broken Sword 5 torna in auge nel settembre 2015: il videogame punta e clicca di Revolution Software e Koch Media sbarca anche su PlayStation 4 e Xbox One per la gioia dei milioni di fan sparsi nel mondo (la saga Broken Sword è tra le più longeve e di successo del genere avventura grafica).

Broken Sword 5: la maledizione del serpente, la storia

Nella versione per console current gen, che arriva a due anni dal lancio del gioco per PC e piattaforma mobile, il gamer troverà raccolte in un unico bundle entrambi gli episodi della versione originale. La maledizione del serpente, in questa nuova veste, terrà occupato il videogiocatore per circa una decina d'ore, tra indovinelli, trabocchetti e rompicapo di ogni genere.

 

 

La storia prende le mosse da Parigi, all'interno di una piccola galleria d'arte che, tra le varie opere, ospita il quadro La Maleddiciò. Il furto del dipinto, con relativo omicidio del gallerista, è la miccia che darà il via alle avventure di Nico e George tra Francia, Spagna e Inghilterra. I due protagonisti della saga di Broken Sword partiranno con l'obiettivo di recuperare l'opera, ma ben presto scopriranno che dietro La Maledicciò si nasconde una fatta di esoterismo, spiritismo e uno strano legame con i vangeli gnostici. Insomma, una storia che potrebbe ricordare molto da vicino i romanzi di Dan Brown.

 

 

La storia si dipana in maniera lineare, per molti commentatori forse in maniera sin troppo lenta (nel primo capitolo in particolari), per poi crescere di intensità quando Nico e George sono ormai a un passo dalla soluzione del mistero. Nel complesso un titolo che farà felici i fan della saga di Broken Sword e che permetterà di fare un salto nel passato dell'avventura grafica: rispetto agli ultimi titoli del genere, La maledizione del serpente mantiene intatto lo stile che contraddistingue la saga dal 1996.

Broken Sword 5: la maledizione del serpente, il gameplay

Ovviamente, poche le novità anche sul versante del gameplay. Broken sowrd 5 – La maledizione del serpente si comporta come il più classico dei giochi punta e clicca: per poter avanzare nella storia, si sarà chiamati a risolvere i tanti indovinelli e rompicapo ideati dagli sviluppatori e scenografi di Revolution software.

 

 

Le uniche novità riguardano gli adattamenti proposti nel passaggio dalla versione per PC e piattaforma mobile a quella delle console current gen. I gamers della PlayStation 4, ad esempio, potranno apprezzare alcune soluzioni legate all'utilizzo del gamepad DualShock 4. Il touchpad, ad esempio, potrà essere utilizzato al posto dello stick analogico per muovere il cursore all'interno della scena che si sta giocando e confermare la scelta fatta con un click. Inoltre, vibrazioni e suoni del gamepad avvertiranno il gamer quando avrà sbloccato nuovi personaggi o elementi del gioco.

Broken Sword 5: la maledizione del serpente, le recensioni

 

Broken V - La maledizione del serpente

 

  • Gamesurf. Non passerà alla storia come il miglior capitolo della saga, né come uno dei migliori giochi del genere avventura, ma Broken Sword 5 è un titolo che gli amanti dell'avventura (in senso videoludico) non dovrebbero farsi sfuggire. Buona giocabilità, grafica curata e storia interessante: questi gli elementi che portano Roberto Vicario di Gamesurf a valutarlo con un 8 pieno
  • Games Village. Un ottimo prezzo legato a titolo che non può essere ignorato dai gamer amanti del genere avventura. Per Fabio Di Felice di GamesVillage Broken Sword 5 merita un bel 7,5 in pagella, frutto di una storia ben scritta e ben strutturata, di una grafica deliziosa curata sin nei minimi dettagli e il doppiaggio in italiano dei testi e delle voci di Nico e George. Un omaggio a quella fetta di pubblico che rimpiange i vecchi tempi andati e che attende con ansia titoli come La maledizione del serpente
  • IGN Italia. Carisma dei protagonisti, grafica curata e storia ben congegnata. Questi i punti di forza di Broken sword 5- La maledizione del serpente stando a quanto si legge nella recensione del portale IGN Italia. Un titolo discreto, da 7 in pagella, che potrà piacere ai neofiti del genere e ai fan di vecchia data della serie
  • GamesRadar. Per Ben Griffin del portale statunitense GamesRadar La maledizione del serpente mantiene intatta la sua freschezza, nonostante sia uscito (in altra versione) due anni fa e presenti al pubblico tutti gli elementi del più classico dei giochi punta e clicca. In parte avventura e in parte commedia, la storia segue un flusso lineare, anche se a tratti un po' lento. Una combinazione di elementi che spingono il titolo di Revolution software ben oltre la sufficienza, con tre stelle e mezzo su cinque
A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb