Com'è ormai ampiamente assodato, il 9 settembre sarà il gran giorno dell'iPhone 6 (o degli iPhone 6, chissà...). In quella data Tim Cook o chi per lui toglierà i veli dal nuovo melafonino, presentando quello che dovrebbe essere il dispositivo del rilancio della casa di Cupertino. In programma, però, potrebbe anche esserci un altro evento che finirebbe con l'oscurare la presentazione tanto attesa. Secondo un report del giornalista statunitense John Paczkowski – solitamente sempre ben informato per quel che riguarda il mondo Apple – il 9 settembre la società della mela morsicata presenterà anche un wearable device.

iWatch

Sembra quindi essere arrivato il momento dell'iWatch, il primo wearable device della storia della casa di Cupertino più volte annunciato e sempre rimandato. Inizialmente si credeva che Apple volesse presentare lo smartwatch il prossimo ottobre nel corso di un evento dedicato, ma nelle segrete stanze californiane si è preferito accelerare i tempi. A dettare questa decisione, evidentemente, un mercato sempre più affollato (dopo Pebble e Sony sono arrivate Samsung, Motorola, LG, Asus e addirittura Swatch) e con spazi di manovra sempre più ridotti.

 

Rendering dell'iWatch

 

HealthKit e HomeKit

Necessario, quindi, differenziare il più possibile l'offerta e mettere a disposizione degli utenti funzionalità e servizi innovativi. Per questo, afferma Paczkowski, Apple vorrebbe integrare nel proprio smartwatch sensori per controllare parametri vitali e valori corporei dell'utente e offrire gli strumenti necessari per controllare i dispositivi smart presenti in casa. Ovvero, sfruttare le tecnologia HeatlhKit e HomeKit incluse nella nuova release dell'iOS 8.

Vorremmo dirvi di più

 

L'invito Apple per l'evento del 9 settembre

 

Apple, nel frattempo, ha finalmente rotto gli indugi e inviato gli inviti per il prossimo 9 settembre. A dir la verità, al di là della data (ma la conferma era ormai una pura formalità),  dall'invito non si evince molto, se non un criptico "Vorremmo dirvi di più". Nessuna sorpresa neanche per quanto riguarda la sede della manifestazione: il Flint Center for the Performing Arts del De Anza College di Cupertino, stesso luogo dove Steve Jobs presentò il primo Mac della storia.

 

La struttura fatta realizzare da Apple al centro del Flint Center

 

Anzi, una novità c'è: Apple ha fatto realizzare una struttura misteriosa nel bel mezzo del campus universitario, proteggendola con una sorta di barricata e un folto nugolo di guardie di sicurezza.

Secondo il sito Re/Code il prezzo del nuovo gadget dovrebbe aggirarsi intorno ai 400 dollari. Il dispositivo dovrebbe andare in vendita non prima del 2015. 

C'è però chi sostiene che il device potrebbe non essere svelato a breve. Per il sito DigiTimes il dispositivo deve ancora superare test dai quali potrebbe uscire con un design modificato. Sarebbe quindi ancora in fase di engeneering validation test, in cui si identificano eventuali problemi di design. Secondo le indiscrezioni, Apple potrebbe organizzare un evento dedicato all'iWatch nel mese di ottobre, con il debutto dell' orologio sugli scaffali a fine anno o più probabilmente a inizio 2015.

Se così fosse, Apple lascerebbe campo libero ai nuovi smartwatch che saranno presentati all'Ifa, la fiera berlinese dell'elettronica, dove sono attesi il Gear S di Samsung, il G Watch R di Lg, lo ZenWatch di Asus e lo Smartwatch 3 di Sony.

La tabella di marcia per l'iPhone sembrerebbe invece confermata. Secondo quanto riporta il quotidiano China Daily, l' operatore cinese China Mobile, avrebbe già comiciato a accettare i preordini per il nuovo iPhone, le cui vendite dovrebbero iniziare venerdì 19 settembre.

28 agosto 2014 (aggiornato il 3 settembre)

A cura di Cultur-e Costruisci il tuo futuro con la connessione Fastweb